La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati per:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

nuova registrazione + foto..

5/24/2019, 10:29 Da kardec

salve a tutti..l'altro giorno abbiamo provato a fare una nuova registrazione,dopo che la mia compagna ha posto la domanda,si sente una voce che …

[ Lettura completa ]

Commenti: 22

Interferenze

8/26/2019, 13:40 Da VannaGio

Ciao a tutti, questa mattina mi è successa una cosa alquanto strana. Inizio con il dire che ho perso mia nonna circa un mese fa. Come dicevo questa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 28

Assemblea sull'acqua

6/26/2019, 23:47 Da Lancillotto2013

Dopo lunga e molto dura e anche accesa assemblea sull'acqua potabile e l'acqua addolcita in condominio, da mettere sulla condotta generale, cosa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

La Regina mi ha svegliato

6/11/2019, 22:47 Da Lancillotto2013

Stamattina la Regina m'ha svegliato e una carezza sulla faccia m'ha persin rifibbiato  Nimbàrka 3661098192

Nimbàrka Radhabee

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

Ecco cosa accade poco prima e poco dopo la morte

4/23/2019, 00:28 Da Lancillotto2013

Esperienze di morte con ritorno di alcune persone.

Se la morte è una delle poche certezze della vita, uno dei misteri antropologici che da sempre …

[ Lettura completa ]

Commenti: 1

nuovo evp

2/19/2019, 22:54 Da kardec

salve ragazzi,dopo tanto tempo siamo riusciti ( o almeno credo ) di aver registrato un nuovo evp!

la registrazione di questo video,l'abbiamo decisa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 11

video con strane luci bianche

1/19/2018, 11:08 Da kardec

ciao a tutti..l'altro giorno vicino a degli alberi dove si trova una madonnina con dei ceri accesi e delle foto di persone appoggiate accanto, ( …

[ Lettura completa ]

Commenti: 21

La macchinetta del caffe fa le bizze

6/9/2018, 11:12 Da Carlo

Da qualche settimana la macchinetta del caffe si accendeva da sola, portata in un centro di riparazione non risulta che si sia guastata. La …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Migliori postatori
Eroe per Caso (4188)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
Lancillotto2013 (3113)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
U F O (2934)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
cassania (2332)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
Libera (1533)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
Bloham (422)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
Francesca (278)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
DEM (263)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
Selene (237)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 
LUMA (228)
Nimbàrka Vote_lcapNimbàrka Voting_barNimbàrka Vote_rcap 

Parole chiave

Buddha  18  7  paranormale  17  15  13  3  11  14  12  karma  4  6  boutique  5  nero  caso  10  8  2  19  Lahore  1  16  20  

Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Massy

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 18777 messaggi in 1614 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di Forum di Paranormale Misteri Meditazione Spiritualità Yoga e Psiche sul tuo sito sociale bookmarking


Nimbàrka

Andare in basso

Nimbàrka Empty Nimbàrka

Messaggio Da Eroe per Caso il 9/3/2016, 23:42

Nascita

Data di nascita di Nimbàrka è soggetta a molte controversie. Whist suoi moderni seguaci insistono su una data da qualche parte prima Sankaracarya, gli studiosi moderni non sono stati in grado di giungere ad una conclusione unilaterale. Alcuni sostengono che egli è datata intorno al 13 ° secolo. [2] Tuttavia, il dottor SNDasgupta [3] datato Nimbàrka a circa metà del 14 ° secolo. D'altra parte, il dottor SAA Rizvi assegna la data di Circa 1130-1200 dC [4] Ma Jadunath Sinha, lo ha considerato come un filosofo 13 ° secolo, [5] e il dottor Tarachand lo ha ritenuto un contemporaneo più giovane di Ramanuja. [6] Ma il dottor Bhandarkar lo ha posto come filosofo dopo Ramanuja e ha mantenuto la sua data scomparsa come 1162 AD. [7]
Vita

Sri Nimbārkācārya si crede di essere l'incarnazione del Sudarshana Chakra (l'arma Discus di Krishna ), Shri Sakhi Ranga Devi, Shri Tosha Sakha, una mucca di nome Ghusara, un bastone per le vacche herding, la lucentezza delle membra di Radha , e la anello al naso di Radha. Nel Naimiṣa Kanda del Bhavishya Purana viene registrato il seguente:

   Alla fine del Treta Yuga , il Brahmana , aver paura delle Asura , pregato a Lord Hari . Inoltre hanno pregato a Brahma che si è pregato Signore Hari di nuovo. Allora il Signore chiamò il suo Sudarsana Chakra parte -a di Himself- e gli ordinò di scendere sulla terra per rivivere e insegnare il vaisnava Dharma che è stato in declino e che egli potrebbe imparare da Narada , e diffonderla in tutto.


L'incarnazione del Sudarsana Chakra si è verificato, secondo il Bhaviṣya Purāṇa nel mese di Kartika, la sera di luna piena nel corso dell'anno 3096 aC. La madre, Jayanti e padre, Aruna erano Tailanga brahmana, che risiedeva sulle sponde del fiume Godavari in un luogo conosciuto come Telinga, il moderno Vaidurya Pattanam in Andhra Pradesh.

E 'stato nominato Niyamānanda alla nascita. La regione è stata famosa per la sua formazione scientifica, e all'età di 16 anni, Niyamānanda aveva imparato i Veda e tutti i relativi scritture filosofiche. Con il permesso dei suoi genitori, Niyamānanda poi intrapreso una ricerca di un vero Guru.

Al raggiungimento Govardhan a Mathura, Uttar Pradesh , ha iniziato a praticare la penitenza sotto l'ombra di Neem alberi. Piacevole con la sua penitenza, il Saggio Narada lo benedisse con la conoscenza del vero Vedanta , la dottrina della Dvaitādvaita - o l'unità nella dualità. Dopo questo, Niyamānanda pregò Narada di accettarlo come discepolo. Il grande saggio Narada gli ha dato l'iniziazione secondo i riti Vaisnava, e gli ha conferito la divinità Salagrama noto come Sri Sarvesvara (il Signore di tutti). Proseguendo, Narada lo rinominato Haripriya (una cara al Signore). Ha poi incaricato Niyamānanda sulla Gopala Mantra della Gopālatāpini Upanishad.
Una volta completato, il saggio Narada lo istruì a praticare ulteriormente la penitenza con quella Mantra e tutto sarà rivelato prima di partire.


Nella recitazione rituale e la meditazione su quel mantra, il Signore si è rivelato come Sri Radha-Krishna. Niyamānanda li adorava, e fu benedetto con il ricordo del suo antico splendore come il Sudarsana Chakra di quel Signore. Il Signore lo istruì a insegnare questa filosofia a tutti, e se ne andò.


In un episodio famoso, dopo aver stabilito in quel posto vicino al suo asrama (monastero / eremo) Govardhan ora conosciuto come Nimbagrāma, Niyamānanda cominciò ad insegnare ai discepoli che si sono dedicati alla sua missione. Brahma si travestì da renounciate e azzardò a questo eremo poco prima del tramonto, dove i due impegnati in un dibattito filosofico. Niyamānanda, essendo vittorioso, poi offerto agli ospiti un rinfresco, ma ha rifiutato, come il sole era tramontato e che sarebbe stato contro le regole dei renounciates. Niyamānanda doveva assicurarsi che il renounciate mangiato, altrimenti le regole di ricevere un ospite sarebbero rotti. L'illuminato Niyamānanda proiettato alcuni dei splendore del suo essere sopra gli alberi di neem e renounciate deciso di accettare il ristoro. Da allora in poi, si è rivelato Brahma e lo benedisse sulla sua conoscenza del Supremo, e gli ha dato un nuovo nome - Nimbàrka, colui che ha posto il Sole in mezzo agli alberi di Neem.


E 'con questo nome che è diventato famoso, anche se la sua data esatta della morte non è noto. La sua tradizione di maestri continua ininterrotta fino ad oggi, tuttavia delle informazioni riguardanti i leader tra i leader di 12 e 13 è perduto; tra i quali erano molte centinaia di capi, a causa di interferenze da invasori stranieri.

Filosofia

Posizione filosofica di Nimbàrka è conosciuto come Dvaitadvaita (dualità e non-dualità allo stesso tempo). Le categorie di esistenza, secondo lui, sono tre, vale a dire, cit, ACIT, e Isvara. Cit e ACIT sono diverse da Isvara, nel senso che essi hanno attributi e capacità, che sono diverse da quelle di Isvara. Isvara è indipendente ed esiste da solo, mentre il CIT e ACIT hanno esistenza dipende da lui.
Allo stesso tempo CIT e ACIT non siano diversi da Isvara, perché non possono esistere indipendentemente da lui. La differenza si intende un tipo di esistenza che è separato ma dipendente, (para-tantra-satta-bhava), mentre non-differenza significa impossibilità di esistenza indipendente (svatantra-satta-bhava).

Così Nimbàrka sottolinea ugualmente sia differenza e non-differenza, rispetto Ramanuja , che fa differenza subordinato a non-differenza, in quanto, per lui cit e ACIT non esistono separatamente dal Brahman, ma il suo corpo o attributi.

Così, secondo Nimbàrka, la relazione tra Brahman, da un lato, e le anime (cit) e l'universo (ACIT), dall'altro, è un rapporto di naturale differenza-non-differenza (svabhavika-bhedabheda), come tra serpente e la bobina, o tra sole ei suoi raggi. Proprio come la bobina non è altro che il serpente, ma differente da esso, proprio come i diversi tipi di pietre, anche se nulla, ma la terra, sono ancora diverso da esso, in modo che le anime e l'universo, anche se nulla, ma Brahman (brahmatmaka), sono differente da Lui a causa della loro natura peculiare e gli attributi.

Così, secondo Nimbàrka, ci sono tre realtà altrettanto reali e co-eterna, vale a dire. Brahman, la CIT e la ACIT. Brahman è il controller (niyantr), la CIT il fruitore (bhoktr) e l'ACIT l'oggetto goduto (bhogya).


Nimbàrka accetta parinamavada per spiegare la causa del mondo animato e inanimato, che, dice, esiste in una forma sottile nelle varie capacità (sakti) che appartengono alla Brahman nella sua condizione naturale. Brahman è la causa materiale dell'universo, nel senso che Brahmanbrings i rudimenti sottili nella forma grossolana manifestando queste capacità.

Per Nimbàrka il più alto oggetto di culto è Krishna e la sua consorte Radha , hanno partecipato migliaia di Gopi di, o cowherdesses, di celeste Vrindavan.

La devozione secondo il Nimbàrka, consiste nel prapatti, o auto-abbandono.

cinque Sadhana

Sri Nimbàrka si riferisce a 5 metodi di salvezza:

Karma (azione rituale)

Eseguita coscienziosamente in uno spirito giusto, con la propria Varna (caste) e asrama (fase della vita) in tal modo dando luogo a conoscenza che è un mezzo per la salvezza).
Vidya (conoscenza)

Non come un fattore secondario del karma, ma anche non come un mezzo indipendente per tutti; solo per quelli inclini a spendere grandi lunghezze di tempo nello studio delle Scritture e la riflessione sui significati più profondi.

Upasana o Dhyana (meditazione)

È di tre tipi.
In primo luogo è la meditazione sul Signore come se stessi, vale a dire la meditazione sul Signore, come il controller interno del senziente.
In secondo luogo è la meditazione sul Signore, come il controller interno del non senziente.
Infine è la meditazione sul Signore stesso, come diverso dal senziente e non senziente. Questo non è ancora un mezzo indipendente per la salvezza di tutti, come solo quello qualificato per eseguire il upasana (con Yajnopavitam) può eseguire questa Sadhana.

Prapatti (resa al Signore / Devozione)

Devozione e auto abbandono a Dio come Shri Radha Krishna. Questo metodo di raggiungere salvezza, noto come Prapatti Sadhana, contiene elementi di tutti gli altri mezzi, ed è, soprattutto, alla portata di tutti.

Uomini, donne, stranieri, tutte le classi e caste (o non caste) sono autorizzati a cercare la liberazione attraverso questa, la più importante Sadhana. E 'indicato come Sadhana (o Apara) Bhakti - la devozione attraverso regolamenti.

Questo a sua volta porta a Para Bhakti - la più alta devozione caratterizzata da Madhurya Rasa - le dolci emozioni di devozione vissute da coloro che sono perfezionati in Sadhana Bhakti.

Gurupasatti

Devozione e auto resa al guru. Migliore realizzato come parte Prapatti, e non come un mezzo indipendente, anche se può essere così.

Sri Nimbàrka fatto la "bhasya" (commento in cui alle parole dei versi sono utilizzati, in contrapposizione ad un tika, che è un commento più libero) del Brahmasutra sul suo Dvaitadvaita Vedanta (principio del dualismo-non-dualismo) nel suo famoso prenotare "Vedanta Parijata Sourabha".

La tradizione di maestri di oggi


Dopo aver raggiunto il leader Svami Harivyāsa Devacārya, il capo 35, la tradizione è stato riformato. Ha unto dodici dei suoi discepoli più anziani di condurre missioni in tutto il paese. I più famosi sono Svami Parasurama Devācārya e Svami Svabhūrāma Devācārya.

Svami Parashurâma Devācārya era di rimanere il leader di tutto il movimento.

Gli fu dato la divinità Salagrama noto come Sri Sarvesvara che si è tramandata nel tempo si è creduto da Nimbàrka se stesso. Il leader 48a e la corrente di tutta la Nimbàrka sampradaya (tradizione di maestri di Nimbàrka) è HDH Jagadguru Nimbārkācārya Svami Śrī Rādhāsarveśvara Sarana Devācārya, conosciuto in reverenza Sri Sriji Maharaja dai suoi seguaci.

Ha sede a Nimbàrka Tirtha Rajasthan , India. Egli è l'attuale leader della sampradaya , che adora la divinità Salagrama noto come Sri Sarvesvara. I suoi seguaci sono principalmente in Rajasthan e Vrndavana , Mathura.


Svami Svabhūrāma Devācārya è stato basato a Kurukshetra nella moderna Haryana , India. Anche se il monastero non ha più fondato rimane, i suoi seguaci si trovano per lo più in Vrndavana , in India.

Nelle sue linee seguenti maestri, ci sono molti rami, tra cui il Kathia Baba . Secondo Acharya Charitam, il famoso libro storico del Nimbàrka Sampradaya Svami Svabhuram Devacarya, il discepolo più anziano di svamiharibyas devacarya, continua il paramparaof suo guru.

Santi di quella linea di Guru (Parampara), come famoso santo Svami Nagaji Maharaj hanno iniziato la Vraja Parikrama che la tradizione è continuata 528 anni dalla Acharya di Svabhuram Dwara.

In quella tradizione Svami Ramdas Kathia Baba, è venuto a Vrindavan e ha fatto il suo primo monastero . Fino a oggi il parampara è guidato dalla 57a Acharya di Svabhuram Dwara di Nimbàrka Sampradaya Svami Rash Behari Das Kathia Baba al Sri Kathia Baba Ka Sthan, Sridham Vrindavan, India. questo ashram è obserced come Gurugadi di questo sampradaya come una continuazione della stirpe di Svami Ram Das Kathia Baba, Svami Santadas Kathiababa e Svami Dhananjoy Das Kathaia Babaji Maharaj. Swami Dhananjoy Das Kathia Babaji costruito diversi ashram. Presente Acharya Svami Rash Behari Dasji Kathia Baba ha costruito 20 nuovi templi monastero in tutta l'India e all'estero.

Un altro mohant di questo lignaggio Svami Brindaban Bihari Das Mohanta Maharaj a Kathia Babaka Ashram, Shivala, Varanasi, Uttar Pradesh e Sukchar, 24-Parganas (Nord), Bengala Occidentale, che ha intrapreso progetti per gli orfani e le persone di età compresa per costruire scuole e briddhashrams e viaggiato senza sosta per diffondere Nimbàrka filosofia attraverso conferenze religione mondiale tenutosi a Stati Uniti, Regno Unito, Svezia, Africa, Bangaladesh e altre diverse città in tutto il mondo.

C'è anche il famoso maestro e leader Svami Haripriya Sarana Devācārya, che ha fondato il tempio e monastero di Bihari Ji Ki Bageechi, Vrndavana .

Il predecessore del successore corrente era Svami Lalita Sarana Devācārya, scomparso nel luglio 2005 all'età di 103. Uno dei suoi discepoli è la fama mondiale Svami Gopala Sarana Devācārya, che ha fondato il monastero e il tempio noto come Shri Golok Dham Ashram a New Delhi e Vrndavana.

Ha anche aiutato ordinarie indù che sono non vaisnava per stabilire templi all'estero. Da segnalare sono il Glasgow Hindu Mandir, Scozia, Regno Unito e la Valle tempio indù, Northridge, CA.

Ha anche facilitato importanti festival al indù Sabha Mandir a Brampton, Canada. Un altro dei famosi mahants era Sri Radhavallabh Sharan Devacharya che precided al Tempio Baijiraj a Udaipur, Rajasthan.He succede Mahant Sri Mohansharan Ji.
Riferimenti

   ^ Prof. Roma Bose, Vedanta Parijata Saurabha di Nimbàrka e Vedanta Kaustubha di Srinivasa (Commentari sul Brahma-Sutra) - Dottrine di Nimbarka e dei suoi seguaci, vol.3, Munishram Manoharlal Publishers, ristampa 2004
   ^ La liberazione dall'errore e mistica unione con l'Onnipotente By Ghazzali, George F. McLean PG 148
   ^ (Vol. 3) Una Storia della filosofia indiana da Surendranath Dasgupta, (Cambridge: 1921) pagina 420
   ^ Saiyed AA Rizvi- Una storia del Sufismo in India, Vol.1 (Munshi Ram Manoharlal Publishing Private Limited: 1978), pagina 355
   ^ Jadunath Sinha-- La filosofia di Nimbàrka, (Sinha Publishing House, Calcutta: 1973) pagina 2
   ^ Tarachand - influenza dell'Islam per la cultura indiana, (Allahabad, 1936) pagina 102
   ^ RGBhandarkar, vaisnavismo, éaivaismo e sistema religioso minore (Indologico Book House, Varanasi, India) pagina 62-63

link
   http://nimbarka.wordpress.com
   http://www.dlshq.org/saints/nimbarka.htm
   http://www.golokdham.org
   http://vps-international.org
   http://shrijagatgurunimbarkacharyapeeth.org

_________________
Nimbàrka Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4188
Punti : 12954
Reputazione : 7819
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Nimbàrka Empty Re: Nimbàrka

Messaggio Da Eroe per Caso il 9/3/2016, 23:50


_________________
Nimbàrka Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4188
Punti : 12954
Reputazione : 7819
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Nimbàrka Empty vera comprensione del Induismo

Messaggio Da Eroe per Caso il 9/4/2016, 00:24

VERITÀ - vera comprensione del Induismo
Una linea Journal of Hinduism

---------



Darshan (Filosofia) XVIII


Venerdì 18 GIUGNO 2010

Shad Darshan - Vedanta filosofie (cont.):

La filosofia Swaminarayan - Maya

Maya o Prakruti


Maya significa la materia, in termini moderni. È la causa materiale della creazione. Maya è descritto da trigunātmikā.
Proprio come le particelle hanno tre proprietà intrinseche di massa, carica e di spin; maya ha anche tre qualità intrinseche chiamati guna, cioè, Satva, Raja e Tama.

Questi guna o proprietà sono descritte nella sezione Moksha-Dharma di Shanti Parva - Libro 12 di Mahabharat. Maya è pieno di oscurità e ignoranza.
Essa provoca illusione. Non ha intelligenza.
E 'privo di vita (achetan), insensibile, e morti. Scritture chiamavano Bir-chidātmak (analoga alla materia e di energia o di particelle e la forma d'onda). E 'chiamata anche la Shakti o potenza di Purushottam (Dio). E 'la causa principale di ignoranza (avidya) e l'attaccamento dell'anima con il suo corpo e parenti corporei. Si crea la sensazione di Aham (I-ness) per il corpo e mamatva (My-ness) per gli oggetti corporei e parenti corporei. Essa provoca attrazioni per i due oggetti.
Essa provoca schiavitù o attaccamento dell'anima con il mondo e le cose del mondo.

Maya nella sua forma primordiale è anche conosciuto come Prakruti. La forma primordiale dell'universo si chiama Pradhan e la forma primordiale del brahmands multiverse o multiple si chiama Mahāmāyā o Mul-Prakruti.


3. Pradhan e Purush

Pradhan è una sorta di Prakruti. A volte, è anche conosciuto come Pradhan-Prakruti per differenziarlo dal Mul-Prakruti. Pradhan-Prakrutis sono infiniti in numero.

Sono tutti evoluti da Mul-Prakruti. Pradhan è descritta nelle Scritture come la causa materiale di Brahmand. La sua essenza è conosciuta come Purush, chiamato Pradhan-Purush per distinguerlo da Mul-Purush.

Da Pradhan, Mahattattva - la forma primordiale di Brahmand (dell'universo) è evoluta. Da Mahattattva, tre tipi di ahamkar sono evoluti e da loro 24 tipi di elementi (tattva) sono evoluti. Da questi 24 elementi tutti gli esseri non viventi e di vita dell'universo sono evoluti. Pradhan-Purush o Ishwar è l'essenza della Pradhan e la causa efficiente dell'universo. Sotto forma di Virat Brahmand, noto anche come Virat-Purush, è evoluta da Pradhan-Purush. Tutti gli avatar manifestano da Virat-Purush.
Vasudev Narayan entra in e risiede in avatar attraverso Purush. La sua presenza si qualifica l'avatar. Non è possibile per un avatar di manifestarsi attraverso Virat-Purush senza la presenza di Vasudev Narayan (Dio).
 

4. Mul-Prakruti e Mul-Purush

Mul-Prakruti (noto anche come Mahamaya) è menzionata nelle Scritture come la causa principale o la causa materiale di base di un numero infinito di universi (Ananta Koti brahmands). (Mahabharata: Libro 12: Shanti Parva, Parte 2-3: Mokshdharma Parva: Sezione: CCCLII) Scritture descrivono che da un paio di Mul-Prakruti (noto anche come Mahamaya) e Mul-Purush (noto anche come Prakruti-Purush o Mahapurush ) numero infinito di coppie di Pradhan e Purush sono evoluti. Da ogni coppia di Pradhan e Purush, ogni Brahmand è evoluto. Mul-Prakruti o Mahamaya è la causa materiale finale di innumerevoli brahmands o multiverso. Prakruti-Purush o Mahapurush è la causa efficiente finale di innumerevoli brahmands o multiverso.


Mahamaya, Maya, in generale, è originato da una piccola porzione della luminescenza (Tej) di Brahm, che sostiene in esso tutti i brahmands. "Vishtabhya Aham idam kritsnam ekāmshena sthito Jagat" (Bhagavad Gita: 10.42). Che significa, "Sostengo cosmo (vishtabhya) questa intera (kritsnam) (jagat) che viene esisteva (sthito) in una piccola porzione o frazione (ekāmshena) di me (il mio corpo).

" Nelle Scritture, Aksharbrahm è considerato come il Sharir (corpo) di Purushottam (Parabrahm) e Purushottam è considerato shariri di Aksharbrahm (essenza o controllore). "Yasyāksharam shariram ..." (Subala Upanishad: Khand-7) Significato: "Egli, Narayan (Dio), il cui corpo (Sharir) è Akshar."


Prakruti-Purush, Mahapurush, o Mul-Purush, come egli è conosciuto con questi nomi, è fondamentalmente un aksharpurush o Akshar-mukta, uno dei Akshar simile o molti Akshar-rup Purusha. Questo aksharpurush o Prakruti-Purush è senza desiderio (niranna), già liberato (mukta), brahmanized, Brahm-like, o è diventato uno con Brahm (brahmrup), ed è la causa o la fonte di maya.

Egli è pienamente soddisfatto, felice e soddisfatto (Paripurna) con la gioia e la felicità di Brahm, che è libero da qualsiasi desiderio di indulgere in piaceri mondani o mayik. Anche se rimane entro maya ha mai rimane inalterato da maya. Ci sono molti tali Akshar-like, brahmrup Purusha che adorano Purushottam Vasudev Narayan (Dio).

Mahapurush nasce o si pone (upajayate) dal Aksharbrahm per volontà o la volontà di Purushottam. Mahapurush è la causa di Mahamaya. Mahamaya, come tale, è Anadi (non ancora nato) o eterna (senza nascita e morte). Ma alla dissoluzione finale (Ātyantik pralay) diventa dormiente, si restringe o si dissolve in una piccola porzione di Aksharbrahm, e rimane incastonato lì fino alla prossima creazione. E 'lo stesso Mahamaya che viene riattivato o nasce dalla tej o luminescenza di Aksharbrahm da Mahapurush.
Attraverso Mahamaya, Mahapurush fa sì che il resto della creazione di più brahmands. Così, infine, è Purushottam Vasudev che, sotto forma di Brahm, è al tempo stesso - il materiale, così come causa efficiente della creazione, sostentamento, e la dissoluzione di numeri innumerevoli o infinito di brahmands. Taittiriya Upanishad dice: "Vignānam cha avignānam abhavat |" (Taittiriya Upanishad: Brahmananda Valli, Anuvāka: 6) che significa "Brahm è diventato l'intelligenza (essere senziente), così come la non-intelligenza (l'essere senziente) dell'universo."


Così come c'è una differenza tra il jiv (un'anima individuale) e Purush (Virat-Purush o un'anima universale e Prakruti-Purush o un'anima Multiversale), che è un Ishwar, non vi è differenza tra Ishwar e Brahm.


Aksharbrahm, la dimora di Purushottam, è la realtà penultima - l'unico e solo. Purushottam è la Realtà Ultima. Aksharbrahm è il più ricercato per la realtà, per gli yogi ei devoti di Dio che cercano per l'ultima dimora o la liberazione finale.

Le Scritture dicono che quando l'intera creazione subisce la dissoluzione, resta o esiste nulla, ma Dio, la sua dimora, e le anime liberate. Questo è il motivo per cui è chiamato liberazione finale (Atyantik Kalyan o Moksh). 







Darshan (Filosofia) XIV

Lunedi, giugno 14 °, 2010



Shad Darshan - Vedanta filosofie (cont.):

Swaminarayan filosofia - in generale II



Nelle scritture Parabrahm, Parameshwar, Paramatma Purushottam, Narayan, Hari, sono tutti di cui una singola entità - l'Essere Supremo -. Denominato "Bhagwan" (Dio) Brahm la dimora di Parabrahm, che sta tenendo e supporto di più brahmands dal suo potere, è la sola verità penultima di poco minore di uguale livello di Purushottam (Dio) ed è trascendente a tutto il resto, tranne Parabrahm (Dio).



Purushottam Narayan (Dio) è sempre l'Essere Supremo - la Verità Ultima.



A volte le Scritture hanno usato parole diverse in modo simile o simili parole in modo diverso a seconda del tempo, il luogo, il pubblico, e di altri fattori.



Quando si studia e comprende tutte le scritture insieme che il vero significato diventa evidente. Attualmente, la filosofia Swaminarayan sta guadagnando attenzioni e gli interessi di molti studenti intellettuali di filosofia religiosa e di altro pubblico intellettuale di diverse professioni.



Anche se la sua 'origine contemporanea di solo un paio di centinaia di anni rispetto alle altre filosofie di molti cento a un paio di migliaia di anni, si è sempre più accettata nel curriculum corrente di filosofie religiose.

filosofia Swaminarayan sostiene che JIV, Ishwar, Maya, Brahm, e Parabrahm sono le cinque realtà eterne fondamentali ben distinti l'uno dall'altro.



Tutte queste cinque realtà sono descritti nelle scritture dell'induismo, ma il loro significato vero o reali e il loro rapporto con l'altro siano analizzati e spiegati prima volta da Shri Swaminarayan.



Prima che la spiegazione da Swaminarayan Filosofia, alcuni filosofi credevano che sia i jivs e Ishwar in cui lo stesso o una parte e parziale (AMSH-Amshi). Secondo alcuni filosofi Ishwar, Brahm, e Parabrahm sono stati considerati come una sola e medesima entità. Secondo alcuni filosofi Brahm e Parabrahm sono stati considerati come la stessa realtà.



I cinque grandi Acharya - i sostenitori della filosofia di cui sopra di Induismo, vale a dire, Shri Shankaracharya, Shri Ramanujacharya, Shri Nimbarkacharya, Shri Madhavacharya, e Shri Vallabhacharya tutto definitivamente dedurre che Brahm è la causa del cosmo, che dovrebbe essere l'obiettivo della vita per tutti, e la conoscenza e l'unione dell'anima con Brahm porterebbe alla Moksh o la liberazione finale.



Nel Bhagavad Gita ci sono due capitoli separati assegnati alla Aksharbrahm e Purushottam: Capitolo 8 - lo Yoga Aksharbrahm e il Capitolo 15 - Lo Yoga Purushottam. Entrambi descrivono Akshar Brahm come la dimora di Purushottam, che può essere raggiunto solo con la massima devozione a Purushottam e raggiungendo uno non deve mai tornare di nuovo nel ciclo di nascite e morti in questo mondo materiale. All'interno Brahm l'intera esistenza si trova e l'intera esistenza è pervaso da esso. Dovrebbe essere l'obiettivo finale per tutti - ogni anima. In entrambi i capitoli, la realtà più in alto è descritta come Purushottam, il senza pari, l'unico e solo, supremo generalmente conosciuto come Dio. Dio, che è il controller di altre quattro realtà subordinati, ha creato questa creazione in modo tale che, una volta che è stato creato Non ha mai dovuto intervenire nuovamente nelle sue attività giorno per giorno relativi alla creazione, sostentamento, e la distruzione di molti diversi livelli più bassi, fin dalla nascita, la vita, e la morte di una stella a quelle di un essere umano.

Darshan (Filosofia) XIII


Domenica 13 giugno, 2010

Shad Darshan - Vedanta filosofie (cont.):

Swaminarayan filosofia - in generale I

Akshar Purushottam filosofia di Shri Swaminarayan:

La filosofia Akshar Purushottam Swaminarayan è una filosofia unica di Swami Sahajanand, che è anche conosciuto come Shri Swaminarayan (1781-1830). La filosofia Swaminarayan è anche conosciuto come "Navya Vishishtadvaita" o "Neo non-dualismo qualificato." Si differenzia dalle altre filosofie Vedanta in quanto descrive cinque realtà eterne fondamentali, invece di tre realtà. Altri filosofie Vedanta definiscono tre realtà fondamentali eterne, vale a dire, le anime (JIV), universo (Jagat), e Brahm o Dio (jagadishwar). La filosofia Swaminarayan definisce cinque realtà fondamentali basate su Prasthan Trayi -. Le tre scritture autentiche e fondamentali dell'Induismo, vale a dire, Upanishad, Bhagavad Gita, e Brahms Sutra (* vedi nota sotto il "Prasthan Trayi") I cinque eterna (significato, sempre attuale senza alcuna nascita e morte) realtà fondamentali descritti dalla filosofia Swaminarayan sono: jiv (anime), Ishwar (anime universali, noto anche come Purusha), Maya (il cosmo), Brahm (la dimora di Dio), e Parabrahm (l'Essere Supremo) .

Le imperfezioni minuto rimasero nascosti o inspiegabile in altre filosofie sono spiegati dalla filosofia Swaminarayan. Secondo questa filosofia, ci sono distinzioni ontologiche tra Purush e Purushottam e tra Brahm (Aksharbrahm) e Parabrahm (Purushottam). Induismo descrive l'esistenza di molti Purusha - le anime universali di brahmands. Essi sono tutti classificati sotto ishwars. Ovviamente, non possono essere classificati con Dio o anime a causa della loro molteplicità e potenziale limitato ma universale. Parabrahm Purushottam (Dio) - la Realtà Suprema, che è uno e solo, è trascendente a tutti loro. C'è anche distinzione ontologica tra Parabrahm (Dio) e Brahm (la dimora di Dio). Entrambi non possono essere una realtà a causa delle loro differenze caratteristici. Proprio come la differenza Re e il suo regno, o padrone di casa e la sua casa, entrambi non possono essere gli stessi o un'unica entità ontologica. Parabrahm e Brahm, o, Dio e la sua dimora, non può essere solo una entità. In Prasthan Trayi dell'induismo, sia Dio e la sua dimora, che è, Purushottam e Akshar, Parabrahm e Brahm, rispettivamente, sono descritti come entità ontologiche ben distinte l'una dall'altra. Per la gente comune e per l'uso generale, Ishwar e Parameshwar, Brahm e Parabrahm, Purush (Mahapurush) e Purushottam sono tutti uguali o sono simili, ma in particolare per le persone dotte, sono entità ontologicamente diverse. Proprio come per la gente comune "bug" (jantu) causano malattie sono tutti uguali, ma per le persone dotte che sono biologicamente diverso, ad esempio, parassiti, batteri e virus sono tutti diversi bug causando diverse malattie.

*Nota:

Prasthan Trayi:

Prasthan Trayi è un trio o triade dei tre scritture autentiche e fondamentali dell'induismo, vale a dire, Upanishad, Bhagavad Gita, e Brahms Sutra.



1. Upanishad o le parti posteriori dei Veda sono considerati come la rivelazione diretta di Dio a Brahma e grandi Rishi, all'inizio della creazione. Ci sono più di 108 Upanishad disponibili in forme libro, su loro Ishavasya, Kena, Katha, Prashna, Mundaka, Mandukya, Taittiriya, Aitareya, Chhandogya, e Brahadāranyaka Upanishad sono considerati come 10 grandi Upanishad.



2. Bhagavad Gita data anche direttamente da Lord Shri Krishna è composta da Vyasa e è incluso nel "Bhishma Parva" del Mahabharata dal 25 ° Capitolo (Adhyaya) attraverso 42 ° capitolo. Esso consiste l'essenza filosofica dei Veda, tutte le Upanishad, 18 grandi Purāns (Purana o Purans), vale a dire, Brahm Puran, Padma Puran, Vishnu Puran, Vāyu Purāṇa, Narad Puran, Markandeya Puran, Agneya Puran, Bhavishya Puran, Brahm- Vaivart Puran, Ling Puran, Varah Puran, Skand Puran, Vaman Puran, Kurma Puran, Matsya Puran, Garud Puran, Brahmand Puran, e Shrimad Bhagwat Puran, e due grandi Itihasa, vale a dire, Ramayan e Mahabharata.



3. Brahm Sutra fornite dal Shri Badarayana Vyas, il figlio di Parashara rishi, contiene l'essenza di Brahmvidya, cioè, la conoscenza di Brahm e Parabrahm dato sotto forma di frasi brevi e precisi, chiamati sutra, utilizzando solo poche sillabe. E 'noto come la base di tutte le filosofie Vedanta. Brahm Sutra ha quattro capitoli (adhyāy), ciascuna con quattro sezioni (pada o pad). In ogni sezione ci sono diverse sotto-sezioni (adhikarans). Ogni adhikaran contiene una a diverse frasi brevi (sutra). In tutto, ci sono circa 555 sutra.  



*Nota:

Prasthan Trayi:

Prasthan Trayi è un trio o triade dei tre scritture autentiche e fondamentali dell'induismo, vale a dire, Upanishad, Bhagavad Gita, e Brahms Sutra.



1. Upanishad o le parti posteriori dei Veda sono considerati come la rivelazione diretta di Dio a Brahma e grandi Rishi, all'inizio della creazione. Ci sono più di 108 Upanishad disponibili in forme libro, su loro Ishavasya, Kena, Katha, Prashna, Mundaka, Mandukya, Taittiriya, Aitareya, Chhandogya, e Brahadāranyaka Upanishad sono considerati come 10 grandi Upanishad.



2. Bhagavad Gita data anche direttamente da Lord Shri Krishna è composta da Vyasa e è incluso nel "Bhishma Parva" del Mahabharata dal 25 ° Capitolo (Adhyaya) attraverso 42 ° capitolo. Esso consiste l'essenza filosofica dei Veda, tutte le Upanishad, 18 grandi Purāns (Purana o Purans), vale a dire, Brahm Puran, Padma Puran, Vishnu Puran, Vāyu Purāṇa, Narad Puran, Markandeya Puran, Agneya Puran, Bhavishya Puran, Brahm- Vaivart Puran, Ling Puran, Varah Puran, Skand Puran, Vaman Puran, Kurma Puran, Matsya Puran, Garud Puran, Brahmand Puran, e Shrimad Bhagwat Puran, e due grandi Itihasa, vale a dire, Ramayan e Mahabharata.



3. Brahm Sutra fornite dal Shri Badarayana Vyas, il figlio di Parashara rishi, contiene l'essenza di Brahmvidya, cioè, la conoscenza di Brahm e Parabrahm dato sotto forma di frasi brevi e precisi, chiamati sutra, utilizzando solo poche sillabe. E 'noto come la base di tutte le filosofie Vedanta. Brahm Sutra ha quattro capitoli (adhyāy), ciascuna con quattro sezioni (pada o pad). In ogni sezione ci sono diverse sotto-sezioni (adhikarans). Ogni adhikaran contiene una a diverse frasi brevi (sutra). In tutto, ci sono circa 555 sutra.

Darshan (Filosofia) VIII


Martedì 8 giugno 2010

Shad Darshan - Vedanta filosofie (cont.):

filosofia dvaita

Shuddha Dvait filosofia del Madhavacharya:

Dvait (noto anche come Shuddha Dvait o Pure Dualismo) filosofia è stata data da Madhavacharya (Madhvacharya, o Madhva) (1238-1317).



Proprio come Advaita è diverso monismo, Dvaita è diverso da quello dualismo. Dualismo definisce circa due realtà già opposti indipendenti, come ad esempio, la mente e il corpo, il bene e il male, fisico e spirituale, mentre la filosofia Dvaita definisce due, tipicamente sosia, ma ontologicamente ben distinte, realtà eterne, vale a dire, l'anima e Dio (anche noto come il super-anima), mantenendo il primato di Dio.



La distinzione tra l'anima e Dio, che non è stato proposto in Advaita e non chiaramente definita nella filosofia Vishishtadvait è stato spiegato chiaramente dai Madhavacharya. Madhavacharya rimosso il (vishishta) parte paradossale della filosofia di Ramanujacharya di avere somiglianza, ma la differenza tra l'anima e Dio.



Madhavacharya ha sottolineato di avere una rigorosa distinzione ontologica (tāttvik) tra Dio, chiamato Vishnu (noto anche come Krishna o Hari), e le anime individuali. A causa di questo, la sua filosofia è anche conosciuto come Shuddha Dvaita Vada (puro dualismo). Egli propose che, questa dualità di anima e Dio viene mantenuta anche dopo la liberazione delle anime che non è stato eliminato o stressati nella filosofia Vishishtadvait di Ramanujacharya.



Nel libro Mayavada-Shata-dusani (Tattva Muktavali), si dice che la verità assoluta è la Persona Suprema, pieno di attributi trascendentali e non senza attributi impersonali Brahm.

Madhavacharya descrive cinque principali differenze tra le realtà:

1. Maggiore differenza ontologica tra Dio e JIV.

2. La differenza ontologica tra Dio e Maya.

 3. La differenza ontologica tra maya e JIV.

4. La differenza, che significa separazione o individualità, tra una e l'altra jiv JIV.

5. L'individualità tra le diverse forme di maya.



Secondo Dvaita anime filosofia sono eterni e non sono creati da Dio, eppure, come Maya o altre realtà fondamentali non sono indipendenti, ma dipendono da Dio Supremo per la loro esistenza.



 Le anime sono molti e innumerevoli.

Come mai le singole anime che si mescolano con Maya (Maya + veshtita = mayanveshtita significato, avvolto o completamente ricoperto di maya) può essere dello stesso livello del Dio supremo, che è sempre trascendente di maya e anche a chi maya ancora non può toccare . Maya, anche se revocabile ma fortemente, lega le anime, ma non in grado di legarsi a Dio, non può nemmeno toccare Dio.

Inoltre, avendo la salvezza o la liberazione di un'anima tutte le anime non si ottiene la liberazione.



Madhavacharya dice con forza a chi crede che essi sono Brahm (Aham Brahmasmi), "Yadi nāma paro na bhaveta (bhavetsa) Harihi, kathamasya jagadetadabhutaha Vashe | Yadi nāma na tasya Vashe sakalam kathameva tu nityasukham na bhavetaha || 5 || "(Rif: Shrimad Ānandatirtha (Madhavacharya) bhagavatpād Acharya virachitam" Dvādasha Stotra ", Stotra: 3, Shlok: 5) Significato:" Se si ritiene che Dio non esiste, allora come, in che modo, e chi controlla l'universo (Jagat). Se ritenete che siete Brahm (Dio) - il controllore di tutto, allora come mai non sempre godere della felicità eterna "?

Darshan (Filosofia) V


Venerdì 21 maggio 2010

Shad Darshan - Vedanta filosofie (cont.):

filosofia Vishishtadvaita



Filosofia Vishishtadvaita e quasi tutte le filosofie "Vaishnav" dell'induismo si basano sulle scritture Panchratra -. Uno dei quattro tipi di Vaishnav Agams (Vaishnava Agama) Agamas sono una classe separata di scritture indù autorevoli rispetto Nigams (Nigama) o Veda. Scritture Panchratra sono divisi in sette gruppi, vale a dire, Brahma, Shaiva, Kaumara, Vashistha, Kapila, Gautamiya, e Naradiya. Il Naradiya Panchratra si trova nella sezione Shanti Parva del Mahabharata ed è considerato come la prima fonte della filosofia Panchratra. I seguaci della tradizione Vaishnav riguardano scritture Panchratra, soprattutto di origine Naradiya, come il più autorevole, in cui Vishnu è menzionato come il Signore Supremo.



Scritture Panchratra:



Come contro Vedanta comprensione di Brahm, c'è una grande filosofia di Parabrahm Narayan (Dio) descritta negli shastra "Panchrātra" (scritture). Shastra Vaishnav Panchratra glorificano Dio come Vishnu. Secondo Panchratra Shastra, c'è un solo Dio Supremo (che suggerisce la natura monoteistica dell'induismo), noto come Purushottam Narayan che assume o si rivela in cinque modi diversi:

1. Para - la forma originale nella sua dimora,

2. Vyuh - Chatur Vyuh ( quattro Nirgun forme) nel Brahmand per il culto,

3. Vibhuti Avatar - una incarnazione sulla terra,

4. antaryami - controllore interno o abitatore, e

5. Archa (Murti o Pratima) - un'immagine o un oggetto per il culto.



Egli manifesta o emana in Brahmand come quattro forme (chatur vyuh) di Vasudev, Sankarshan, Aniruddha e Pradyumna. Sankarshan, Aniruddha, e le forme Pradyumna di Vasudev sono le principali forme di controllo durante il distruttivo, sostenere, e le fasi creative di Brahmand ( universo), rispettivamente.



È lui che si assume, manifesta o si rivela come un avatar su questa terra. Murtis sono descritti di otto tipi. Il nono tipo è Murti Chal generalmente conosciuto un Brahmanized o realizzato in Dio Sant in cui Dio risiede completamente. Secondo Panchratra, uno, che offre nove tipi di devozione (Bhakti) a lui, raggiunge la liberazione (mukti o moksha).



Vishishta Advait filosofia del Ramanujacharya:



Come contro la filosofia Advait di Shankaracharya o non-dualismo della natura (Prakruti) e Brahm o l'anima e il Brahm, c'è anche un altro importante filosofia chiamata Vishishta Advait o qualificata non-dualismo di Ramanujacharya (c. 1017-1137).



Si basa sull'esperienza spirituale e fisica e la realizzazione di Dio, offrendo massima devozione (bhakti) a Dio, invece di conoscere la natura di sé e Dio (brahmgnan). Lo stesso mondo illusorio di Maya di Advait filosofia di Shankaracharya è utilizzato per offrire la devozione o bhakti verso personificata (Sakar) Dio.



Secondo questa filosofia, l'anima e Dio sono sia qualitativamente o tipicamente simile ma ontologicamente abbastanza entità distinte e non l'unico e stesso o parte integrante. Questa doppia o paradossale, la comprensione di entrambe le realtà rende speciale o "Vishishta" e lo separa dalla filosofia Advait del Shankaracharya. In secondo luogo, chiarisce la distinzione fra la creazione (o Prakruti Natura) e il Creatore (Ishwar o di Dio). Ishwar trascende sia jiv (anima) e Jagat (Natura). La filosofia è ancora inferiore di chiarire la distinzione ontologica tra il jiv (anima) e Jagat (Natura) anche se entrambi sono tipicamente opposta l'uno dall'altro.



Uno è chit, chaitanya, essenza, senziente, indistruttibile, indivisibile, immutabile, e non decayable mentre l'altro è Achit, achetan, Jad, insensibile, distruttibile, scindibile, mutevole, e decayable. Esso ritiene jiv (anima) e Jagat (la natura) sono due modalità di una realtà chiamata Brahm. Secondo questa filosofia, l'anima è "Chit-Brahm", che significa Chaitanya o essere senziente e il Jagat (Prakruti o Natura) è "Achit-Brahm", che significa achetan, Jad o un essere senziente. Secondo questa filosofia, l'anima e la natura, sia come Brahm, sono il corpo (Sharir) di Dio (Parabrahm). In questo modo Brahm (Sharir) e Parabrahm (shariri) rendere i due, rispettivamente penultima e l'ultimo, dipendenti e indipendenti, realtà eterne trascendentali. Così, secondo questa filosofia, ci sono principalmente tre realtà fondamentali, chiamati "Tattva", vale a dire, Chit o JIV (anima), Achit o Jagat (universo), e Ishwar (Dio). La triade di JIV, Jagat, e jagadishwar (Jagat + Ishwar = jagadishwar significato, Ishwar o signore della jagat) è generalmente noto come Brahm - l'unico e solo.



Quindi, non si discosta molto dalla filosofia Advait di Shankaracharya.



L'apparentemente minuto o sottili (Sukshma), ma la filosofia principale differenza tra le due filosofie è che, Ishwar è considerato diverso da quello Brahm nella filosofia Vishishtadvaita, mentre, non vi è alcuna differenza tra Ishwar (Dio) e Brahm in filosofia Advait. La filosofia Vishishtadvaita considera Ishwar come un'essenza o una parte sostanziale del Brahm, mentre, jiv e jagat sono considerati i due modalità di Brahm. Ishwar trascende sia jiv e Jagat. Ishwar (Dio) ha caratteristiche duali: risiede o è presente come principio, spirito universale, e come controller interiore all'interno di tutti gli esseri, allo stesso tempo, tutti gli esseri risiedono dentro di lui.



La filosofia Vishishtadvaita è generalmente noto come il sentiero della devozione o bhakti (Bhakti Marg), perché sottolinea di più sulla devozione a Dio piuttosto che Brahmgnan o mera conoscenza di Brahm. La devozione a Dio supera semplice unione dell'anima individuale con Brahm senza alcuna devozione a Dio.



"Gnan Marg" di Shankaracharya non comporta molto della devozione o culto di Dio invece si sottolinea di più sulla conoscenza e l'unione dell'anima con il Brahm - l'autorità suprema. Proprio come la filosofia Advaita di Shankaracharya è diventato sinonimo di Vedanta, la filosofia Vishishtadvaita di Ramanujacharya è diventato sinonimo di Vaisnavismo (Vaishnav teologia).



La parola "Vaishnav" è venuto da adorare Vishnu come Dio o l'Essere Supremo.

Se si cerca di comprendere Dio solo studiando Shastra Panchratra (Scritture), Dio si realizza come essere puramente umano come noi, semplicemente perché la gente comune o non devoti non possono vedere o trovare qualsiasi divinità nella sua attività di routine mondane.In secondo luogo la forma personale di Dio ottiene tutti i limiti e si localizza in un unico luogo in una sola volta e non come il controller interno per sempre universale ( sarva-antaryami forma) e tutto perfetto ( Paripurna modulo).

_________________
Nimbàrka Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4188
Punti : 12954
Reputazione : 7819
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Nimbàrka Empty Re: Nimbàrka

Messaggio Da Eroe per Caso il 9/4/2016, 00:27


_________________
Nimbàrka Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4188
Punti : 12954
Reputazione : 7819
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Nimbàrka Empty Re: Nimbàrka

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum