La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati per:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

nuova registrazione + foto..

5/24/2019, 10:29 Da kardec

salve a tutti..l'altro giorno abbiamo provato a fare una nuova registrazione,dopo che la mia compagna ha posto la domanda,si sente una voce che …

[ Lettura completa ]

Commenti: 22

Interferenze

8/26/2019, 13:40 Da VannaGio

Ciao a tutti, questa mattina mi è successa una cosa alquanto strana. Inizio con il dire che ho perso mia nonna circa un mese fa. Come dicevo questa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 28

Assemblea sull'acqua

6/26/2019, 23:47 Da Lancillotto2013

Dopo lunga e molto dura e anche accesa assemblea sull'acqua potabile e l'acqua addolcita in condominio, da mettere sulla condotta generale, cosa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

La Regina mi ha svegliato

6/11/2019, 22:47 Da Lancillotto2013

Stamattina la Regina m'ha svegliato e una carezza sulla faccia m'ha persin rifibbiato  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Radhabee

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

Ecco cosa accade poco prima e poco dopo la morte

4/23/2019, 00:28 Da Lancillotto2013

Esperienze di morte con ritorno di alcune persone.

Se la morte è una delle poche certezze della vita, uno dei misteri antropologici che da sempre …

[ Lettura completa ]

Commenti: 1

nuovo evp

2/19/2019, 22:54 Da kardec

salve ragazzi,dopo tanto tempo siamo riusciti ( o almeno credo ) di aver registrato un nuovo evp!

la registrazione di questo video,l'abbiamo decisa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 11

video con strane luci bianche

1/19/2018, 11:08 Da kardec

ciao a tutti..l'altro giorno vicino a degli alberi dove si trova una madonnina con dei ceri accesi e delle foto di persone appoggiate accanto, ( …

[ Lettura completa ]

Commenti: 21

La macchinetta del caffe fa le bizze

6/9/2018, 11:12 Da Carlo

Da qualche settimana la macchinetta del caffe si accendeva da sola, portata in un centro di riparazione non risulta che si sia guastata. La …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Migliori postatori
Eroe per Caso (4190)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
Lancillotto2013 (3114)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
U F O (2934)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
cassania (2332)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
Libera (1533)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
Bloham (422)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
Francesca (278)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
DEM (263)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
Selene (237)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 
LUMA (230)
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_lcapDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Voting_barDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vote_rcap 

Parole chiave

karma  18  11  7  17  16  caso  20  1  13  5  19  4  8  12  6  15  Lahore  14  10  Buddha  nero  paranormale  3  boutique  2  

Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Massy

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 18784 messaggi in 1615 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di Forum di Paranormale Misteri Meditazione Spiritualità Yoga e Psiche sul tuo sito sociale bookmarking


Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/22/2015, 22:03

Una volta il Sublime, passando di luogo in luogo per la terra di Magadhâ, pervenne a Râjagaham: là si recò da Bhaggavo il vasaio e gli disse: "Se non ti è grave, Bhaggavo, resto nel vestibolo per una notte."

"A me non è grave, Signore. Vi si è però già installato un pellegrino. Se egli acconsente, resta, Signore, quanto ti piace."

Ora proprio in quel tempo un nobile figlio a nome Pukkusati per amore del Sublime, mosso da fiducia, aveva rinunziato alla casa per la mendicità. Egli appunto s'era già installato nel vestibolo del vasaio. Quindi ora il Sublime si recò da lui, e gli disse: "Se a te, monaco, non è grave, resto nel vestibolo per una notte."

"Spazioso, amico, è il vestibolo del vasaio: resti l'onorevole quanto gli piace."

Allora il Sublime, essendo entrato nel vestibolo del vasaio ed avendo steso in un canto il pagliericcio, si sedette con le gambe incrociate, il corpo diritto sollevato, affrontando la meditazione. Quindi il Sublime passò grande parte della notte seduto. E così fece l'onorevole Pukkusati. Quindi ora il Sublime pensò: 'Graziosamente si comporta questo nobile giovine: e se io ora l'interrogassi?' Quindi il Sublime disse all'onorevole Pukkusati:

"Per amore di chi tu, monaco, hai fatto la rinunzia? Chi è il tuo maestro? Di chi tu segui la dottrina?"

"V'è, amico, l'asceta Gotamo, il figlio dei Sakya, che ha rinunziato alla loro eredità. Questo signore Gotamo dunque è acclamato con bella fama cosi: 'Questi è il Sublime, il santo, perfetto Svegliato, il provato di sapienza e di vita, il Benvenuto, il conoscitore del mondo, l'incomparabile guida dell'animale umano, il maestro degli uomini e degli dèi, lo Svegliato, il Sublime!' Per amore del Sublime io ho fatto la rinunzia; ed Egli, il Sublime, è il mio maestro; ed io seguo la sua dottrina.

"Dove però, monaco, dimora egli adesso?"

"V'è, amico, nelle regioni settentrionali una città a nome Sâvatthî: là dimora Egli adesso."

"È stato però già visto da te, monaco, il Sublime? E, vedendolo, lo riconosceresti?"

"Non è stato mai visto da me, amico, il Sublime: e, vedendolo, non lo riconoscerei."

Allora il Sublime pensò: 'Per amor mio dunque questo nobile giovine ha fatto la rinunzia. E se io ora gli esponessi la dottrina?' Quindi ora il Sublime si rivolse all'on. Pukkusati: "Ti esporrò, monaco, la dottrina. Ascolta e fa bene attenzione a quello che dirò: Sei elementi ha l'uomo, sei sedi di contatto, diciotto processi mentali, quattro applicazioni. Affinché, ferma mantenendo la mente, su di lui non influiscano i pregiudizi e, se ciò accade, egli è chiamato santo sapiente, non trascuri il sapere, osservi la verità, accresca il distacco e coltivi la calma. Questo è l'enunciato della determinazione dei sei elementi.

Sei elementi ha l'uomo: l'elemento della terra, dell'acqua, del fuoco, dell'aria, dello spazio, della coscienza.

Sei sedi di contatto ha l'uomo: le sedi del contatto visivo, uditivo, olfattivo, gustativo, tattile, mentale.

Diciotto processi mentali, monaco, ha l'uomo: vedendo con la vista una forma, procede verso la forma gradevole, verso la forma sgradevole, verso la forma indifferente. Sentendo con l'udito un suono, odorando con l'olfatto un odore, assaporando col gusto un sapore, toccando col tatto un contatto, pensando con la mente una cosa, procede verso la cosa gradevole, verso la cosa sgradevole, verso la cosa indifferente. Così vi sono sei processi gradevoli, sei processi sgradevoli, sei processi indifferenti: diciotto processi mentali.

Quattro applicazioni ha l'uomo: l'applicazione alla sapienza, alla verità, al distacco, alla calma.

Non trascuri la sapienza, osservi la verità, accresca il distacco, coltivi la calma: questo dunque s'è detto. Come dunque il monaco non trascura la sapienza? Sei elementi vi sono, e che è, monaco, l'elemento terra?

L'elemento terra può essere interno, o esterno. L'elemento terra interno è quello che all'interno s'è prodotto solido e duro, come capelli, peli, unghie, denti, pelle, carne, tendini, ossa, midollo delle ossa, reni, cuore, fegato, diaframma, milza, polmoni, intestino, mesenterio, stomaco, sterco, o qualunque altra cosa ancora all'interno solida e dura. Quel che ora v'è di elemento terra interno e di elemento terra esterno, questo è proprio terra.

E: 'Ciò non è mio, ciò non sono io, ciò non è me stesso': così è da considerarsi ciò, conforme alla realtà, con perfetta sapienza, allora, si distacca la mente dalla terra.

E che è, monaco, l'elemento acqua? L'elemento acqua può essere interno, o esterno. L'elemento acqua interno è quello che all'interno s'è prodotto acquoso e liquido, come bile, muco, marcia, sangue, sudore, siero, lacrime, sego, saliva, moccio, olio sinoviale, o qualunque altra cosa ancora all'interno acquoso e liquido. Quel che ora v'è di elemento acqua interno e di elemento acqua esterno, questo è proprio acqua. E: 'Ciò non è mio, ciò non sono io, ciò non è me stesso': così è da considerarsi ciò, conforme alla realtà, con perfetta sapienza, allora, si distacca la mente dall'acqua.

E che è, monaco, l'elemento fuoco? L'elemento fuoco può essere interno, o esterno. L'elemento fuoco interno è quello che all'interno s'è prodotto focoso e caldo, come quello, per cui ci si riscalda e si digerisce e s' infuoca, e quello, per cui il cibo masticato e la bevanda sorbita subisce una completa trasformazione, o qualunque altra cosa ancora all'interno focosa e calda. Quel che ora v'è di elemento fuoco interno e di elemento fuoco esterno, questo è proprio fuoco. E: 'Ciò non è mio, ciò non sono io, ciò non è me stesso': così è da considerarsi ciò, conforme alla realtà, con perfetta sapienza, allora, si distacca la mente dal fuoco.

E che è, monaco, l'elemento aria? L'elemento aria può essere interno, o esterno. L'elemento aria interno è quello che all'interno s'è prodotto arioso ed aereo, come i venti ascendenti, quelli discendenti, quelli del ventre e dell'intestino, i venti scorrenti per le membra, l'inspirazione e l 'espirazione, o qualunque altra cosa ancora all'interno è ariosa ed aerea.

Quel che ora v'è di elemento aria interno e di elemento aria esterno, questo è proprio aria. E: 'Ciò non è mio, ciò non sono io, ciò non è me stesso': così è da considerarsi ciò, conforme alla realtà, con perfetta sapienza, allora, si distacca la mente dall'aria.

E che è, monaco, l'elemento spazio? L'elemento spazio può essere interno, o esterno. E che è, monaco, l'elemento spazio interno? Quel che all'interno s'è prodotto spazioso e spaziato, come la cavità delle orecchie, la cavità del naso, l'apertura della bocca, e quella, per cui entra cibo masticato e bevanda sorbita, in cui sta cibo masticato e bevanda sorbita e per cui, di sotto, esce cibo masticato e bevanda sorbita, o qualunque altra cosa ancora all'interno spaziosa e spaziata: ciò si chiama, monaco, elemento spazio interno. Quel che ora v'è di elemento spazio interno e di elemento spazio esterno, questo è proprio spazio. E: 'Ciò non è mio, ciò non sono io, ciò non è me stesso': cosi è da considerarsi ciò, conforme alla realtà, con perfetta sapienza, allora, si distacca la mente dallo spazio.

Inoltre resta ancora la coscienza, pura, chiara. Con la coscienza che si percepisce? Si percepisce piacere, dolore, non piacere né dolore. Da un contatto sensibile ha origine piacevolmente, monaco, una sensazione di piacere. Provandola, si riconosce: 'Provo una sensazione di piacere'. Col cessare del contatto sensibile, cessa anche quella, e si riconosce: 'S'è estinta'. Da un contatto sensibile ha origine dolorosamente, monaco, una sensazione di dolore. Provandola, si riconosce: 'Provo una sensazione di dolore'. Col cessare del contatto sensibile, cessa anche quella, e si riconosce: 'S'è estinta'. Da un contatto sensibile non piacevolmente né dolorosamente ha origine, monaco, una sensazione non di piacere né di dolore. Provandola, si riconosce: 'Provo una sensazione non di piacere né di dolore'. Col cessare del contatto sensibile, cessa anche quella, e si riconosce: 'S'è estinta'.

Così come dal contatto di due pezzi di legno fregati insieme, nasce il calore, risorge il fuoco, e col distacco di quei due stessi pezzi di legno, disgiunti, il calore, prima da essi prodotto, cessa, si estingue: così anche appunto da un contatto sensibile ha origine piacevolmente una sensazione di piacere. Provandola, si riconosce: 'Provo una sensazione di piacere'. Col cessare del contatto sensibile, cessa anche quella, e si riconosce: 'S'è estinta'. Da un contatto sensibile ha dolorosamente origine una sensazione di dolore. Provandola, si riconosce: 'Provo una sensazione di dolore'. Col cessare del contatto sensibile cessa anche quella, e si riconosce: 'S'è estinta'. Da un contatto sensibile non piacevolmente né dolorosamente ha origine, monaco, una sensazione non di piacere né di dolore. Provandola, si riconosce: 'Provo una sensazione non di piacere né di dolore'. Col cessare del contatto sensibile, cessa anche quella, e si riconosce: 'S'è estinta'.

Inoltre resta ancora l'indifferenza, pura, chiara, duttile, flessibile, splendente. Cosi come se un abile orefice o garzone di orefice apparecchiasse il fornello e, vi disponesse la coppella e, prendendo con la pinza un pezzo d'oro, lo immergesse nella coppella e di tempo in tempo lo soffiasse, lo spruzzasse d'acqua, lo riguardasse: il pezzo d'oro riuscirebbe perfettamente fuso, schietto, schiarito di scorie, duttile, flessibile e splendente, e per qualunque oggetto d'ornamento egli lo volesse lavorare, per braccialetti o orecchini o collana o catena d'oro, esso servirebbe allo scopo: or cosi anche appunto, l'indifferenza resta inoltre ancora pura, chiara, duttile, flessibile, splendente.

Allora si riconosce cosi: 'Questa indifferenza, così pura, cosi chiara, possa io raccoglierla nel dominio dello spazio illimitato e conforme a ciò sviluppare la mente, sì che questa indifferenza, a ciò connessa, a ciò attaccata, persista in me per assai lungo tempo; e questa indifferenza, cosi pura, cosi chiara, possa io raccoglierla nel dominio della coscienza illimitata e conforme a ciò sviluppare la mente, sì che questa indifferenza, a ciò connessa, persista in me per assai lungo tempo; e questa indifferenza, così pura, cosi chiara, possa io raccoglierla nel dominio della non esistenza e conforme a ciò sviluppare la mente, sì che questa indifferenza, a ciò connessa, persista in me per assai lungo tempo; e questa indifferenza, cosi pura, cosi chiara, possa io raccoglierla nel dominio della non coscienza né incoscienza, sì che questa indifferenza, a ciò connessa, persista in me per assai lungo tempo'.

E si riconosce cosi: 'E che io raccolga nel dominio dello spazio illimitato questa indifferenza, cosi pura, cosi chiara, e conforme a ciò sviluppi la mente: essa è composta; e che io raccolga nel dominio della coscienza illimitata questa indifferenza, cosi pura, cosi chiara, e conforme a ciò sviluppi la mente: essa è composta; e che io raccolga nel dominio della non esistenza questa indifferenza, cosi pura, così chiara, e conforme a ciò sviluppi la mente: essa è composta; e che io raccolga nel dominio della non coscienza né incoscienza questa indifferenza, cosi pura, così chiara, e conforme a ciò sviluppi la mente: essa è composta'.

Allora non si calcola né si pensa più l'essere o il non essere; non calcolando né pensando l'essere od il non essere, non ci si attacca più a nulla nel mondo; non attaccato non si trema; non tremando si giunge da sé all'estinzione: 'Esausta è la vita, vissuta la santità, operata l'opera, non esiste più questo mondo': allora si riconosce.

Se si prova una sensazione piacevole, si riconosce: 'È impermanente, non è attraente, non è allettante'; e così se si prova una sensazione dolorosa; o una sensazione non piacevole né dolorosa. Se si prova una sensazione piacevole, la si prova come un distaccato; e così si fa se si prova una sensazione dolorosa; o se si prova una sensazione non piacevole né dolorosa.

Provando una sensazione pericolosa per il corpo, si riconosce: 'Provo una sensazione pericolosa per il corpo'; provando una sensazione pericolosa per la vita, si riconosce: 'Provo una sensazione pericolosa per la vita'; e si riconosce: 'Con la dissoluzione del corpo, dopo che la vita s'è consumata, tutte queste sensazioni, allettanti e non allettanti, saranno raffreddate'.

Cosi come mediante l'olio ed il lucignolo la lampada arde, ma con il consumarsi dell'olio e del lucignolo, e senza altro alimento si estingue: or cosi anche appunto, provando una sensazione pericolosa per il corpo, si riconosce: 'Provo una sensazione pericolosa per il corpo'; provando una sensazione pericolosa per la vita, si riconosce: 'Provo una sensazione pericolosa per la vita'; e si riconosce: 'Con la dissoluzione del corpo, dopo che la vita s'è consumata, tutte queste sensazioni, allettanti e non allettanti, saranno raffreddate'.

Cosi un monaco, a ciò pervenuto, è dotato di questa somma fermezza di sapienza. Questa, monaco, è la somma santa sapienza: ossia la conoscenza della fine di ogni dolore. Allora la sua redenzione, fondata sul vero, è incrollabile. Ed è menzogna, monaco, quel che è falsa dottrina; è verità quel che non è falsa dottrina, l'estinzione. Così un monaco, a ciò pervenuto, è dotato di questa somma fermezza di verità. E questa, monaco, è la somma santa verità: ossia la non falsa dottrina, l'estinzione.

E le sue adesioni, da lui prima inscientemente prodotte e svolte, sono state ora da lui abbandonate, recise alle radici, fatte simili a ceppo di palma, sì che non possono più germogliare, non possono più svilupparsi. Così un monaco, a ciò pervenuto, è dotato di questa somma fermezza di distacco. E questo, monaco, è il sommo santo distacco: ossia il liberarsi da ogni aderenza.

E quel che prima in lui insciente era cupidigia, volontà, passione; era odio, rancore, cattiveria, era ignoranza, stoltezza, perversità, è stato ora da lui abbandonato, reciso alla radice, fatto simile a ceppo di palma. Cosi un monaco, a ciò pervenuto, è dotato di questa somma fermezza di calma. E questa, monaco, è la somma santa calma: ossia la cessazione del desiderio, dell'avversione e dell'ignoranza.

Non trascuri la sapienza, osservi la verità, accresca il distacco, coltivi la calma, s'è detto, affinché su lui, ferma mantenendo la mente, non influiscano pregiudizi; e, se ciò accade, è chiamato santo sapiente: questo dunque s'è detto. E per che ragione questo s'è detto? 'Io sono' è un'opinione; 'Io sono questo'; 'Sarò'; 'Non sarò'; 'Sarò formale'; 'Sarò informe'; 'Sarò cosciente'; 'Sarò incosciente'; 'Sarò non cosciente né incosciente': sono tutte opinioni. L'opinione, monaco, è una malattia, un tumore, una piaga. Chi ha superato ogni opinione, monaco, è chiamato santo sapiente.

Il sapiente però, monaco, il santo, non nasce, non invecchia, non muore, non trema, non brama. Perché, non essendo possibile che egli rinasca, non nascendo, come invecchierà? Non invecchiando, come morirà? Non morendo, perché tremerà? Non tremando, perché bramerà?

Affinché, ferma mantenendo la mente, su di lui non influiscano i pregiudizi e, se ciò accade egli è chiamato santo sapiente, non trascuri il sapere, osservi la verità, accresca il distacco e coltivi la calma: se ciò s'è detto, per questa ragione ciò s'è detto.

Serba ora tu, monaco, questa mia concisa determinazione dei sei elementi."

Quindi ora l'on. Pukkusati, comprendendo: 'Il Maestro, il Benvenuto, il perfetto Svegliato, dunque, mi ha raggiunto': si alzò dal suo posto e, denudando una spalla e prosternandosi ai piedi del Sublime, disse: "Oh che io ottenga, Signore, dal Sublime stesso l'ordinazione!"

"Sei tu però già fornito, monaco, dell'abito e della scodella?"

"No, Signore."

"Non concedono, monaco, i Compiuti l'ordinazione a chi non è già fornito dell'abito e della scodella." Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  1189192939

Quindi ora l'on. Pukkusati, accettando ed approvando il discorso del Sublime, si alzò dal suo posto e, salutando riverentemente il Sublime e girandogli intorno sulla destra, andò a procurarsi l'abito e la scodella. Ora mentre l'on. Pukkusati girava in cerca dell'abito e della scodella, una vacca vagante lo tolse di vita.

Quindi ora molti monaci si recarono là, dove si trovava il Sublime, là giunti salutarono riverentemente il Sublime, si sedettero accanto, e dissero: "Quel nobile giovane, Signore, a nome Pukkusati, istruito dal Sublime con concisa istruzione, è morto. Qual è ora il suo cammino, quale il suo stato futuro?"

"Savio, monaci, è il nobile giovane Pukkusati: egli ha seguito grado a grado la dottrina, e non mi ha fatto difficoltà sulla dottrina. Pukkusati, con l'annientamento dei cinque vincoli traenti in basso, è asceso, per poi là estinguersi, non più ritornare in questo mondo."

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vishnu
Colui che comprende creazione e dissoluzione, apparizione e scomparsa degli esseri, saggezza e ignoranza, deve essere chiamato Bhagavan. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia, non lo bagnano le acque ne lo secca il vento; Egli è detto il non manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile, non soggetto a Darma e Karma.
Lancillotto2013
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 3114
Punti : 9496
Reputazione : 5484
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/22/2015, 22:25

In questo prezioso Racconto numero 140 dei discorsi medi del Canone tradotto in lingua Pali, Gotama ci elenca in modo il più possibile sintetico ma anche articolato ogni sequenza da seguire per immetterci nella Giusta Direzione mentale.

Leggendo sembra quasi vederlo, e prima di leggere che avrebbe insegnato .. già lo prevedevo, lui è l'Insegnante, e non perde occasioni, in particolare vedendo un ben predisposto neofita e allievo, gentile e fedele alla sua scelta senza alcuna imposizione esterna.. quindi convinto, ma la tempo stesso manchevole delle opportune istruzioni e cose da sapere: che tornano di massima utilità a chiunque ..tanto per rinverdirsi ogni tanto ciò che già si sà ma proprio perché si sà, nel tempo si sottovaluta.

E' impressionante il fatto che il nuovo asceta, già maturo per il risveglio venga ucciso accidentalmente da una Mucca, animale sacro in India e che rappresenta l'intero Universo Creato (materiale e astrale) e nel quale ogni singolo muscolo e parte corrisponde a una Divinità e a un evento magico della Sfera Vitale Umana e Divina insieme.

A una prima visione superficiale si può pensare che egli sia stato sfortunato: gli mancava abito e scodella.
Ma tali apparenze, del tutto pretestuose, sono prese dal Signore Buddha (Vishnu), per prendere immediatamente in sé questo ragazzo che tanto lo ha attratto, tanto gli è piaciuto e tanto meritava di avere oltre la Fede incrollabile della sua gioventù .. una immediata e completa istruzione di Consapevolezza.
Non mancandogli nulla, inevitabile forse, l'animale più sacro lo ha per "karma casuale e per karma residuo" fatto trapassare a "miglior vita".

Questa è la logica profonda del racconto, confermata anche dal fatto che quando venne avvisato, Buddha, non battè ciglio, indifferente alla falsa morte (corporea) e ben contento di
averlo preso e mandato nell'Assoluta esistenza Eterna.
Indifferenza che dimostra a un attento esperto del Sublime che, il Buddha, forse già sapeva sia prima che dopo l'avvenimento ogni accadimento, e ha ritenuto del tutto inutile che un Essere cosi giovane, cosi pronto ed evoluto, restasse anche un solo secondo in più ..a soffrire inutilmente e senza alcun bisogno in questa piaga terrena.

ps: ho messo un forse.. ma per me è più che certo, conosco come è il suo fare, insegnare e pensare... Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2904857546
E questa cosa, incomprensibile a stolti, superficlali e ignoranti.. è invece "capibile" ma solo da chi fa pratica, o yoga da moltissimi anni, oppure ha acquisito doti in vite precedenti oppure ha contatto diretto .. oppure ancora ha tutte queste doti .. tutte messe insieme Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2718564017

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vishnu
Colui che comprende creazione e dissoluzione, apparizione e scomparsa degli esseri, saggezza e ignoranza, deve essere chiamato Bhagavan. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia, non lo bagnano le acque ne lo secca il vento; Egli è detto il non manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile, non soggetto a Darma e Karma.
Lancillotto2013
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 3114
Punti : 9496
Reputazione : 5484
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Eroe per Caso il 8/23/2015, 00:26

La Mucca Cosmica che da latte e alimento agli universi

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Ekadas10

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4190
Punti : 12966
Reputazione : 7827
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Francesca il 8/24/2015, 16:35

Negli anni ci sono drammi, inutile negarlo, perdiamo persone care senza trovare una giustificazione razionale , i motivi sono sopra al normale senso utilitaristico.

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  851gml
Francesca
Francesca
Intelligente
Intelligente

Messaggi : 278
Punti : 595
Reputazione : 269
Data d'iscrizione : 07.03.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da U F O il 8/24/2015, 16:56

Drammi lo sono solo per chi li vuole vedere come tali.
Le persone muoiono e nascono , da questa legge non si sfugge , perchè allora disperarsi tanto quando un caro abbandona il proprio corpo ?
Il dispiacere ci può essere , non lo nego a nessuno. Ma il il piccolo senso di dispiacere non è niente rispetto alla vera e propria disperazione che molti provano quando accade ciò.

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Maxres10
U F O
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2934
Punti : 8231
Reputazione : 5133
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/24/2015, 17:10

Se vi spiegassi come si stà bene uscendo da questo corpo in-fame .. fareste tutti i Kamikaze, però cosi non và bene, prima bisogna raggiungere una elevata comprensione delle cose e di se stessi.. e persino oltre e oltre ancora quel che si crede essere "questo misero odierno se stesso", eppoi è giusto finire il proprio percorso .. senza accelerare "all'impazzata" icon_rof .. però costanti e con costanza .. si .. questo si..

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  6088969-Beautiful-woman-in-aggressive-posture-getting-a-sword-on-the-white-background-Stock-PhotoDhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3083319278egypt

Non con violenza e durezza ma con dolce e fortissima comprensione si può.

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vishnu
Colui che comprende creazione e dissoluzione, apparizione e scomparsa degli esseri, saggezza e ignoranza, deve essere chiamato Bhagavan. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia, non lo bagnano le acque ne lo secca il vento; Egli è detto il non manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile, non soggetto a Darma e Karma.
Lancillotto2013
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 3114
Punti : 9496
Reputazione : 5484
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da U F O il 8/24/2015, 17:29

E chi corre Lanci  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2904857546.

Non servirebbe spiegarlo , molti non capirebbero o addirittura ti crederebbero pazzo e bugiardo. 
Ma dimmi un pò , che centra la Ninja Bionda ?  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Maxres10
U F O
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2934
Punti : 8231
Reputazione : 5133
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da U F O il 8/24/2015, 17:47

Ne vorrei approfittare per mettere un altro Sutta , molto bello.  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2904857546
Fa parte del Samyutta Nikaya ( discorsi brevi ) .
Il nome è Brahmana Sutta :


Così ho udito: una volta il venerabile Ananda dimorava presso Kosambi, nel parco di Ghosita.
Allora il bramano Unnabha si recò dal venerabile Ananda e, dopo averlo salutato con rispetto, si sedette ad un lato . Appena seduto gli chiese:
"Ven. Ananda, qual è lo scopo di questa vita santa vissuta sotto l'asceta Gotama?".
“ Bramano, la vita santa vissuta presso il Sublime ha come scopo l'abbandonare il desiderio."
"Ma c'è, Ven. Ananda, un sentiero, una pratica che conduce alla rimozione di questo desiderio?".
"Sì, c'è un sentiero, c'è una pratica che conduce alla rimozione di questo desiderio.
"E qual è questo sentiero? Qual è questa pratica?
'Bramano, quando un monaco sviluppa la base dei poteri psichici pieno di concentrazione mediante il desiderio ... mediante l'energia....l'intenzione.....e lo sforzo. Questo, bramano, è il sentiero, questa è la pratica che conduce alla rimozione del desiderio."
"Ma se è così, Ven. Ananda, è un sentiero senza fine, è impossibile, infatti, eliminare il desiderio attraverso il desiderio.
"Allora, baramno, ti farò una domanda, rispondi come credi. Che cosa pensi, bramano, se provi il desiderio di andare al parco e una volta raggiunto il parco, hai soddisfatto quel desiderio?"
"Sì, Venerabile."
"C'era in te dapprima l'energia volta ad andare al parco? E una volta soddisfatta quell'energia si è calmata?". 
"Sì, Venerabile."
"C'era in te dapprima l'intenzione volta ad andare al parco? E una volta soddisfatta quell'intenzione si è calmata?".
"Sì, Venerabile."
"C'era in te dapprima l'investigazione volta ad andare al parco? E una volta soddisfatta quell'investigazione si è calmata?". 
"Sì, Venerabile.".
"Allo stesso modo, bramano, un arahant, che ha distrutto gli influssi impuri, che ha raggiunto la purezza, che ha fatto ciò che doveva esser fatto, che ha deposto il fardello, che ha conseguito la meta, che ha completamente distrutto i legami delle rinascite, che è libero nella perfetta conoscenza, quel precedente desiderio di conseguire la condizione di arahant, una volta conseguita tale condizione, si calma; quella precedente energia ... quella precedente intenzione ... quella precedente investigazione volta al conseguimento della condizione di arahant, una volta conseguita tale condizione, si calma.
"Che cosa pensi, bramano: è un sentiero senza fine?". 
"Se è così, Ananda, questo sentiero ha certamente una fine, non è senza fine. Meraviglioso, Ananda! ... Mi accolga il venerabile Ananda come seguace laico [nel Sublime] rifugiato d'ora innanzi per tutta la vita".

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Maxres10
U F O
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2934
Punti : 8231
Reputazione : 5133
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/24/2015, 19:29

@U F O ha scritto:E chi corre Lanci  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2904857546.

Non servirebbe spiegarlo , molti non capirebbero o addirittura ti crederebbero pazzo e bugiardo. 
Lo so che non corri.. più.

Cosa vuoi che importi d'essere offeso da una manica di stolti e di non essere capito da una mandria di bufali impazziti?
Se il Buddha Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  686849463  rideva come rido io di questo mondo di matti, ipnotizzati dalle loro stesse illusioni e arrogantemente illusi dalle loro stesse "solide realtà"
 ... alla fine della giornata si ritrovava steso per terra col mal di pancia Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192  

Ma dimmi un pò , che centra la Ninja Bionda ?  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192

La bellezza è un'arma affilata, attraente e tagliente, falsa da cima a fondo .. Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3303490899


Il passaggio che hai citato del Buddha Gotama è ben esplicito: anche quello non lo può (o vorrebbe) comprendere un ignorante, un superficiale e uno dedito al mondano .. confuso e in balia dei sensi e dell'attaccamento morboso ai suoi "laidi difetti e storte visioni".

Per i restanti Matti e Ignorantoni rimando a Robbbeeerto Carlino .. solide realtà.. Laughing Laughing Laughing



Ps: UFO vai anche a leggerti i commenti .. sono esileranti.. come vedrai, in un mondo di pazzi .. pure i pazzi cercano di reagirrre a rrrobbeerrrrto   icon_rof

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vishnu
Colui che comprende creazione e dissoluzione, apparizione e scomparsa degli esseri, saggezza e ignoranza, deve essere chiamato Bhagavan. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia, non lo bagnano le acque ne lo secca il vento; Egli è detto il non manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile, non soggetto a Darma e Karma.
Lancillotto2013
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 3114
Punti : 9496
Reputazione : 5484
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da U F O il 8/24/2015, 19:45

Hahahahahahahahha Roberto Carlino  icon_rof icon_rof.
Era un incubo quell'uomo , ogni qualvolta che stavo in macchina a Roma il suo spot lo mandavano in loop tra una canzone e l'altra.
Ma tu come fai a conoscerlo ?  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  4014960891

Oltre a Roma , costruisce anche a Milano ?
E' proprio la parola " solide realtà " che non mi ha convinto  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192

Hai ragione , i commenti sono allucinanti. Ma , visti dal mio punto di vista , divertenti  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2718564017

Ma l'ultimo spot ?

Parola di Roberto Carlino  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192 boardmod_main

Come dice un tizio sui commenti :" inquietante "  affraid

Io però , in realtà mi chiedo : ma lo dice solo per metterlo nel deretano al prossimo , o ci crede davvero in quello che dice ?

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Maxres10
U F O
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2934
Punti : 8231
Reputazione : 5133
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/24/2015, 20:36

ahhahhhahhah bellissimo .. evviva i sogni di robbberto carletto.. che ha solide realtà da vendere.


Ci crede ci crede, si fanno molti corsi e lavaggi del cervello per arrivare a quel livello .. e poi è un vecchio DC, con molta tattica.. Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192

L'unico punto con Mara, ehm volevo dire con Roberto sono le segretarie .. devo ammettere che ha gusto, questo si lo deve dire: è un Punto Convergente icon_rof


Per diventare un Dio come anche un Uomo o un Demone .. devi crederci e immedemisarti sino in fondo, dimenticandoti di te, e assumendo con gran desiderio e tua volontà tale ruolo, per meritarlo serve ovviamente il "famoso merito" .. ma quello vien da sé : se ti piace giocare a pallone, giocherai tanto ..sino a diventare "bravissimo" .. talmente bravo da dire "Io sono un Calciatore" .... senza più pensare che sei dato un enorme calcio in culo da solo e hai mandato a pallino la tua Pacifica Eternità boardmod_main : che non ha bisogno ne di palloni ne di campioni del pallone (sfera Maya).

Il processo di autodeterminazione, domanda, dubbio, certezza e incertezza, qualificazione e
messa in gioco ("a centro campo" Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192 ) è doveroso .. persino per il Brahman.. ma a cicli che hanno una interruzione.

Mentre l'identificato nell'umano può auto-domandarsi mille cose e mille immaginazioni, il Brahman ha un solo obbligo .. quello di auto domandarsi "se lui è cosi fatto e lo è veramente".
Il chè accade per controprova della Perfezione, la quale deve ammettere, includere e saper creare e dimostrare (a cicli) che di ETERNO CE N'E UNO SOLO E DI ETERNITA' E PERFEZIONE IDEM : DUE PERFEZIONI NON POSSONO INFATTI MATEMATICAMENTE COESISTERE.

Se cosi non fosse l'Eterno sarebbe mancante del dubbio e del difetto (a cicli) e l'esistenza con la sua "messa in gioco" non potrebbe esserci (a cicli on-off).

In tutto ciò l'Eterno Brahman resta eterno, e matematicamente ogni relatività (dubbio) viene creata e subito espulsa fuori.. dove vivrà il suo ciclo-lavoro per verificare che NON VI SONO SECONDE O TERZE ALTERNATIVE ALL'ETERNITA' GIA' ESISTENTE.

Cosa ben confermata da matematica, geometria e .. ovviamente dal Grande PARMENIDE (capostipite di tutti i Filosofi e i Ricercatori della grecia antica).

E io confermo da parte mia: è proprio cosi.
La perfezione invece inventata quale ricerca dal mentale: è solo un'ipotesi assurda e meccanicistica che contraddice la logica e la razionalità e crea una ricerca paradossale di una perfezione (alternativa) ove non sussista alcuna possibile imperfezione (anche se esterna al sistema centrale perfetto.. cioè eterno - illimitato - completo - di nulla manchevole e mancante).

Ma come ti ripeto .. ciò è obbligo ed è voluto ed è necessario: però a cicli di on - off.
Per questo il Matto vero colui che sia illuso che le cose stiano altrimenti, oltre logica e oltre verifica meditazionale trascendente, il vero matto è infatti ignorante di tali cose e ricerca un meccanismo perfetto inutilmente in modo paradossale e impossibile : poiché il PERFETTO GIA' ESISTE, e in sé stesso non si muove, non respira e non stà fermo neppure.

L'uomo di norma è pazzo in questo senso e avvolto da errata concezione e inganno materiale di Mara il Malevolo (anche lui voluto appositamente), paradossalmente cerca due ingranaggi perfetti tali da innestarsi tra loro perfettamente, magari generanti un Moto Lineare e/o circolare assoluto, eterno, senza fine e senza attrito alcuno.

Ma ciò non è possibile: due ingranaggi di una ruota di un mulino che si combaciano per il moto - riduttore devono avere per forza una imperfezione di decimi o millesimi o micron per potersi muovere all'unisono insieme "senza restare fermi - grippati e bloccati".

La realtà assoluta c'è da sempre ed è infinita e perfetta, completa e finita al tempo stesso.
La realtà condizionata relativa invece viene creata, ha un ciclo e il bene e il male, il giorno e la notte, il freddo e il caldo, il bello e il brutto, ecc.. ecc.. sono i 2 pedali che la mantengono in moto. Finito il ciclo essa viene ripresa dentro alla Realtà iniziale.. che è la Realtà Assoluta.

Ogni tanto la Realtà Assoluta HA L'OBBLIGO di mettersi alla prova e creare il dubbio, cioè il difetto, tramite pensiero e parola telepatica istintuale superiore .. essa lo fa !
E chi lo fa .. è un Essere completo, come noi ... simile ma perfetto e sublime in ogni suo punto.

Se c'è un matto che ne sa di più (o crede che) ..che si iscriva pure:
che dopo lo "martello io perbenino" ...   Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  212082538  Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  3661098192
 (noi scherzo..  sarà sempre un piacere dibatterne)
  boardmod_main

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vishnu
Colui che comprende creazione e dissoluzione, apparizione e scomparsa degli esseri, saggezza e ignoranza, deve essere chiamato Bhagavan. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia, non lo bagnano le acque ne lo secca il vento; Egli è detto il non manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile, non soggetto a Darma e Karma.
Lancillotto2013
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 3114
Punti : 9496
Reputazione : 5484
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/24/2015, 21:06

Chiudendo :

E' giusta quindi la affermazione chiarificatrice di Lord Krishna "Sono io l'unica causa del bene come del male"

Ed è comprensibile, in buona parte, l'orgoglio egoico di Lord Brahma ( o Dio di Abrahm ) nel dimenticarsi da dove è sceso, vivendo ogni ciclo da DIO DEMIURGO per ben 30 - 40 miliardi di anni nel suo "accattivante e piacevole, veramente lucente come un Hotel a 10 stelle" .. Paradiso dei Brahma (7° cielo astrale), e ergersi a comandante della flotta mentale e inviatore dei suoi vari Messia e Giudici .. che però salvano solo le anime (il doppio astrale e la mente personale) ma mai capiranno Coscienza, Atman, coscienza con non-coscienza, e tanto meno cosa sia essere nello Stato Bramanico Originale: cioè totalmente realizzati e rinuncianti qualsiasi forma di rinascita falsa nei mondi mentali-astrali-energetici-materiali.

Anche in un paradiso di bravissime persone trovi ego e falsità: e ciò lo dice il Buddha ma te lo può riconfermare Lancillotto .. e sempre e solo per diretta esperienza.. per quanto sembri assurdo, non vero, paradossale e inverosimile.
E' per questo che il Gotama "mi ha affascinato" .. perché vi era una affinità elettiva PRATICA, a me ovviamente e come solito mio, mancavano le ulteriori controprove e modalità TEORICHE .. più l'ulteriore e giustissima pratica (ben descritta anche da Govinda e Shankara in dettaglio riassuntivo ..ma specifico..).
Capisci?

Poi .. una cosa è leggere il Canone come leggere il corriere della sera, un'altra cosa è leggere per capire, un'altra per capire discriminare e FARE, un'altra ancora è per capire fare discriminare e RIUSCIRE .. magari aiutati da un retroterra acquisito di esperienze ultraterrene e di memoria buona di cosa si è fatto e non fatto secoli fa..

Ma anche il più cretino di noi, l'ho visto dal vero anche quest'estate, se si mette a leggere quei testi è "preso in qualche modo .. dentro agli scritti tecnici e perfetti del Gotama
"poiché le sue lasciate scritte SONO UN VERO E PROPRIO VIAGGIO E PERCORSO INTERIORE".

E più si fa e più si ha, se si fa sino alla radice si entra nelal BRAHMANITA'.. non si ritorna più indietro, come dicevano asceti e monaci che chiedevano e sondavano il Buddha:
"è come se il mondo e la verità si fossero ribaltati sopra e sotto"
"la via è fatta, questo mondo non esiste"
ecc.. ecc..

Ed è proprio cosi ..anche dopo 2500 anni : uguale ugualissimo. Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  2904857546

_________________
Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Vishnu
Colui che comprende creazione e dissoluzione, apparizione e scomparsa degli esseri, saggezza e ignoranza, deve essere chiamato Bhagavan. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia, non lo bagnano le acque ne lo secca il vento; Egli è detto il non manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile, non soggetto a Darma e Karma.
Lancillotto2013
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 3114
Punti : 9496
Reputazione : 5484
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi  Empty Re: Dhatuvibhanga Sutta - Determinazione degli elementi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum