La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati per:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

La macchinetta del caffe fa le bizze

6/9/2018, 11:12 Da Carlo

Da qualche settimana la macchinetta del caffe si accendeva da sola, portata in un centro di riparazione non risulta che si sia guastata. La …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Marcello Bacci

4/16/2018, 14:09 Da Claudio80

cheers
Ciao a tutti, stavo leggendo con un certo interesse la vicenda di Marcello Bacci, che ora non è più in vita. 
Era di Grosseto, era …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

Oggetti che si spostano.

1/1/2017, 15:30 Da Andrea72

Buongiorno a tutti, volevo chiedere Consiglio a voi su una questione che, ammetto, mi spaventa.
Sono sposato da 16 anni e non è mai accaduto nulla …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

Fatture esistono? Hanno sintomi?

2/16/2018, 12:02 Da Magika

Sintomi della Fattura.

anime tormentate maleficio - Anime tormentate dalle fiamme di un maleficio.
Rappresentazione tratta da un manoscritto …


[ Lettura completa ]

Commenti: 3

video con strane luci bianche

1/19/2018, 11:08 Da kardec

ciao a tutti..l'altro giorno vicino a degli alberi dove si trova una madonnina con dei ceri accesi e delle foto di persone appoggiate accanto, ( …

[ Lettura completa ]

Commenti: 20

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni

12/1/2017, 12:59 Da Eroe per Caso

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni premonitori"

Ospite del salotto di Barbara d'Urso a Pomeriggio 5, Ivana Spagna è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

sentire ancora vicine le persone morte

11/13/2017, 09:56 Da celeste09

Buongiorno,
confesso che mi sento un po' fuori posto a scrivere in questo spazio.  Spero di avere in risposta opinioni serie.
Mio marito se n'è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 5

nuovo evp?

11/12/2017, 10:43 Da kardec

ciao ragazzi,da poco ho effettuato una registrazione random col cellulare,riascoltandola ad un certo punto si sente un qualcosa..a me sembra dire una …

[ Lettura completa ]

Commenti: 7

Migliori postatori
Eroe per Caso (4007)
 
U F O (2835)
 
Lancillotto2013 (2815)
 
cassania (2266)
 
Libera (1533)
 
Bloham (422)
 
DEM (263)
 
Francesca (258)
 
Selene (235)
 
Claudio80 (197)
 

Parole chiave

14  Eroe  6  caso  18  boutique  5  19  10  20  nero  Lahore  2  15  Buddha  8  3  7  1  12  11  16  17  13  paranormale  4  

Statistiche
Abbiamo 107 membri registrati
L'ultimo utente registrato è diane1982

I nostri membri hanno inviato un totale di 17790 messaggi in 1449 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di Forum di Paranormale Misteri Meditazione Spiritualità Yoga e Psiche sul tuo sito sociale bookmarking


Il giovane figlio di Dio

Andare in basso

Il giovane figlio di Dio

Messaggio Da Eroe per Caso il 8/9/2016, 22:53

HORUS giovane, l'Arpocrate, scambiato per il silenzio iniziatico, il suo gesto è quello dell'Anima figlia della coppia degli Dei Superni (Spiriti), nel gesto dopo lo svezzamento a latte della madre, il giovane si porta le dita alla bocca in segno non di silenzio come creduto dai mistici ma nel semplice segno di "fame", una fame di vita più che di alimento, mancandogli ora, l'alimento spirituale dei genitori, il giovane cerca cibo di altro genere. Tale cibo lo otterrà incarnandosi, per poi tornare alla sua Casa una volta che avrà finito la propria giovinezza. Ottenendo cosi piena maturità nel mondo dello spirito divino che, per amore e rapporto divino, lo creò.

ALTRE FONTI E CONFRONTI:            

Il nome greco di Arpocrate deriva dall'egiziano antico 'Heru-p-khart' la cui traslitterazione convenzionale è Harpachered, parola che letteralmente significa Horus il Bambino, ovvero Horus il Giovane, il suo nome appariva così:

Nella tradizione greca, e poi in quella Romana, si interpretò l'ultimo glifo a destra come il gesto tipico del 'silenzio', mentre invece si tratta del determinativo 'il figlio', 'il giovane' riferito ad Horus.

Gli Egizi in questa immagine, nella quale un dio si porta le mani alla bocca, raffiguravano il processo vitale che si dà con l'alimentazione e, nella metafora mistica, la trasformazione dell'individuo conseguita con l'interiorizzazione dei principi d'identificazione magico/iniziatica  che si collegano all'emersione delle facoltà solari rappresentate dal sorgere di Horus con il 'dito in bocca' sopra un fiore di loto, dalle acque primeve del Nu. Come mostra il dattaglio di una  piastra di faience della XXIII dinastia che si trova al Royal Museum, in Scozia.
                                           
Oltre ad Horus, anche Hihi, dio adolescente, figlio di Hathor, dea cosmica, è rappresentato con il 'dito in bocca'. Nelle celebrazioni di Nectanebo I  a Dendera, durante le feste di Hathor, che celebravano  la rinascita dell'anno misterico al ventesimo giorno del primo mese dell' inondazione del Nilo, il giovane Hihi è raffigurato  mentre ogni giorno, all'alba solare, suona il sistro guidando gli adepti verso un nuovo inizio. Questo aspetto metalinguistico dell’immagine del ‘ dito in bocca’ è riscontrabile nella X ora del Libro egizio degli inferi, che illustra il viaggio  del sole nella zona infera, dalla quale il principio solare  rinasce dopo il viaggio notturno, papiro n° 133 da Deir el - Bahari, XIX dinastia, oggi al Museo del Cairo, tradotto da Boris de Rachewiltz:              

in essa si vedono due dee con la Corona dell'Alto e Basso egitto ( A) sedute su troni ( sottintesi) in atto di porgersi il dito in bocca come nel più noto Horo il giovane.
A questa figura ne fa seguito un'altra analoga ( B) le due dee sostengono in una mano il disco solare, posto sulla sommità dell'insegna degli dèi Nether. Nel testo è detto che esse
'riuniscono le anime in terra e rendono puri gli spiriti potenti nella Duat... e ingoiano le loro stesse anime' durante il processo di identificazione e avanzamento delle ore magiche contestuali, al seguito dello sparviero Khenti, chiamato 'colui che precede' descritto in (C) che conduce le due corone rossa e bianca, in guisa di ipostasi rappresentativa formulata da quattro gambe sottostanti lo stesso sparviero. Le gambe sono volte in direzione opposta, visualizzazione della fase di polarizzazione delle energie sottili, fase già espressa nei due serpenti volti anch'essi in direzione opposta tra le due dee coronate ( A).
Riguardo le otto dee in barca nel secondo registro dell'immagine si dice nel testo: 'O voi che causate l'entrare in essere del divenire delle cose create il cui compito è far si che lo splendore radiante dell'Occhio di Horo promani ogni giorno'.

Da questi riscontri sembra consequenziale interpretare l'immagine del 'dito in bocca', come l'attivazione di un registro di interiorizzazione e di successiva radianza della virtù di trasformazione delle forme attuata con l'animazione di ipostasi - date dalle immagini/concetto degli dei- sottese al processo di identificazione e di rinnovamento dell'anima in cammino che potrà 'illuminare il cielo con Ra' come recita il testo in chiusa.

Quindi potremo leggere nel 'dito in bocca di Horo', come nelle due dee di cui sopra, l'indicazione dello stadio di consapevolezza ancora in evoluzione, essendo Horo ancora fanciullo, con le conseguenti metafore connesse alla tradizione egizia.

L'associazione del dito in bocca con il silenzio iniziatico è posteriore alla tradizione egizia e nasce nell'ambito dei misteri dionisiaci.

Questa accezione prende l'avvio dai culti palazziali della città di Tebe datati intorno al XIV - XIII secolo a. C. secondo i quali, come riporta il greco Mnasea ( Scolium ad Euripidis Phoenissas, 651) ed anche Pausania come Euripide, ' Dioniso che si avvinghia alla colonna' è occultato ritualmente nelle sembianze di un'edera, il cui succo inebriante veniva bevuto a Delfi come ad Atene durante i misteri eleusini. La simbologia dell'edera è riproposta da satiri e baccanti nel tirso avviluppato dall'edera sulla sommità.

Una conferma della discendenza egizia di questi misteri è attestata da Plutarco che riferisce l'allegoria dell'edera avvolta ad una colonna lignea nel celare il corpo di Osiride durante il processo di trasformazione del dio ( Plutarco, Iside e Osiride, cap. 15). L'edera è intesa da Plutarco, nella etimologia egizia da lui riferita, come pianta di Osiride (Plutarco, Iside e Osiride cap. 37). Anche Erodoto afferma che 'il nome di Osiride nella lingua greca è Dioniso' ( Erodoto II , 56) e così anche Diodoro (Diodoro I, 11, 1-5).

Si osservino quindi due immagini su una coppa del 540 a.C. proveniente da una tomba di Capua a Napoli (Pittore di Callis, coppa attica a figure nere con busti di Dioniso e Semele affrontati - Napoli, Museo Archeologico Nazionale, Stg. 172).

Siamo in Magna Grecia. Su un lato della coppa il busto di Dioniso è affrontato al busto di Semele, come dall'iscrizione, mentre sull'altro lato della coppa quattro giovani donne animano un rituale vicino ad un altare posto davanti al simulacro di Dioniso e una di esse attinge da un vaso.              


Si noti che Semele è coronata di edera, e viene raffigurata con l'indice e il mignolo della destra volti verso i propri occhi, mentre il medio e l'anulare sono piegati e tenuti chiusi dal pollice all'altezza della propria bocca. Questo gesto sembra alludere al silenzio iniziatico di chi ha visto, ha vissuto il rito e non parla. Il rito è riconducibile alle iniziazioni che avvenivano a Delfi,ivi, nelle cerimonie eleusine, un asino portava il cofano che avrebbe fatto da culla a Dioniso, iniziatore e guida delle anime rinate al suo seguito, dopo avere egli liberata la madre Semele dagli inferi per condurla agli dèi superni.
Come riferisce Aristotele (Atheniensium Republica, III,5) nella seconda delle tre giornate celebrative la sposa del re-arconte, assistita dal sacerdote e da quattordici ancelle compiva l'offerta di quattordici cesti misterici su quattordici altari, al tempio di Dioniso, quindi la sera ivi dormiva celebrando una ierogamia col simulacro del dio.

La nuova valenza del simbolo nell'ambito della mutazione su esposta è comprensibile anche dall'etimologia delle parole greche connesse:la parola greca “ mutos ” = mito, racconto, e contigua a “ muo ”= chiudo gli occhi, sto silenzioso, nell’indicare il carattere segreto dei riti e con esso il silenzio iniziatico. Il verbo greco “ mueo” = inizio ai misteri, significa, in modo ambivalente, sia istruire sia consacrare l’esperienza in un “ corpo di gloria ” sovraindividuale; l’iniziato produce in sé la propria trasformazione, secondo il modello del rito.

www.duepassinelmistero.com/SIlenzio.htm

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4007
Punti : 11995
Reputazione : 7125
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Il giovane figlio di Dio

Messaggio Da Eroe per Caso il 8/9/2016, 23:10

Alcune rappresentazioni classiche molto antiche: egizie, greche e romane.



La singolarità mette in analogia il Dio Solare Horus con Krishna, il figlio con l'anima che poi si metterà in azione nella vita materiale facendosi esperienza.
Il figlio si noti che in questa triade famigliare, detta di Osorkon per la religione Egizia, è posizionata su un'Ara sacra sacrificale, da ciò si intuisce che egli sarà prova e sacrificio per i suoi genitori.

Egli è in posizione post fetale ma anche seduta da ragazzo, come obbediente ai suoi genitori, anche se è alla stessa altezza ..ma solo tramite l'Ara sacrificale che lo regge e che ne vedrà il sacrificio di Crescita interna.
Il trio famigliare divino è quindi posizionato su una Arca, con gli estremi a forma di teste di serpente, simbologia di traghettamento dei desideri tra spirito, anima, materia e del ciclo di attraversamento delle acque universali della coppia di Dei Creativi simboleggianti Sole e Luna, Energia e Responsabilità, Creazione e Intelligenza.

Come al solito la parte più intelligente, come in qualsiasi religione (fatto salvo la cattolico cristiana), la donna, la femminile è la parte intelligente che dona un senso e una direzione concreta al suo partner maschile divino.



Una ulteriore affinità con Krishna, che è il dio solare induista per eccellenza, è il viso di Horus che apapre con viso di Aquila o Falco.
Esattamente come se unisse in sé il Krishna induista e il Dio Uccello  .. il Garuda, sul quale vola molto spesso Krishna - Vishnu nelel rappresentazioni artistiche indiane antiche (e anche moderne).

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/236x/cd/d2/ce/cdd2ce3effe88059d7641f932f9653af.jpg



_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4007
Punti : 11995
Reputazione : 7125
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Il giovane figlio di Dio

Messaggio Da Magika il 8/22/2016, 20:27

Ma quante cose sapete? me lo sono letta tutto questo thread, cultura e analogie intriganti di significati esoterici.
avatar
Magika
Ricercatore
Ricercatore

Messaggi : 75
Punti : 209
Reputazione : 118
Data d'iscrizione : 18.07.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Il giovane figlio di Dio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum