La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati per:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

La macchinetta del caffe fa le bizze

6/9/2018, 11:12 Da Carlo

Da qualche settimana la macchinetta del caffe si accendeva da sola, portata in un centro di riparazione non risulta che si sia guastata. La …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Marcello Bacci

4/16/2018, 14:09 Da Claudio80

cheers
Ciao a tutti, stavo leggendo con un certo interesse la vicenda di Marcello Bacci, che ora non è più in vita. 
Era di Grosseto, era …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

Oggetti che si spostano.

1/1/2017, 15:30 Da Andrea72

Buongiorno a tutti, volevo chiedere Consiglio a voi su una questione che, ammetto, mi spaventa.
Sono sposato da 16 anni e non è mai accaduto nulla …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

Fatture esistono? Hanno sintomi?

2/16/2018, 12:02 Da Magika

Sintomi della Fattura.

anime tormentate maleficio - Anime tormentate dalle fiamme di un maleficio.
Rappresentazione tratta da un manoscritto …


[ Lettura completa ]

Commenti: 3

video con strane luci bianche

1/19/2018, 11:08 Da kardec

ciao a tutti..l'altro giorno vicino a degli alberi dove si trova una madonnina con dei ceri accesi e delle foto di persone appoggiate accanto, ( …

[ Lettura completa ]

Commenti: 20

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni

12/1/2017, 12:59 Da Eroe per Caso

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni premonitori"

Ospite del salotto di Barbara d'Urso a Pomeriggio 5, Ivana Spagna è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

sentire ancora vicine le persone morte

11/13/2017, 09:56 Da celeste09

Buongiorno,
confesso che mi sento un po' fuori posto a scrivere in questo spazio.  Spero di avere in risposta opinioni serie.
Mio marito se n'è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 5

nuovo evp?

11/12/2017, 10:43 Da kardec

ciao ragazzi,da poco ho effettuato una registrazione random col cellulare,riascoltandola ad un certo punto si sente un qualcosa..a me sembra dire una …

[ Lettura completa ]

Commenti: 7

Migliori postatori
Eroe per Caso (4038)
 
U F O (2846)
 
Lancillotto2013 (2839)
 
cassania (2274)
 
Libera (1533)
 
Bloham (422)
 
DEM (263)
 
Francesca (260)
 
Selene (237)
 
Claudio80 (201)
 

Parole chiave

11  19  4  15  caso  3  8  Buddha  Lahore  boutique  1  paranormale  13  prayforlahore  18  2  12  6  14  16  17  nero  10  7  5  20  

Statistiche
Abbiamo 108 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Denraul83

I nostri membri hanno inviato un totale di 17904 messaggi in 1460 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di Forum di Paranormale Misteri Meditazione Spiritualità Yoga e Psiche sul tuo sito sociale bookmarking


Esperienza del sé

Andare in basso

Esperienza del sé

Messaggio Da goodlie il 7/23/2016, 12:44

Come già ho anticipato in un altro topic in questi giorni ho avuto un'esperienza meravigliosa.
Admin mi ha invitato a raccontarla meglio, quindi inizio incollando la conversazione privata che abbiamo avuto e poi spiego meglio

@goodlie ha scritto:
Oggi è successo qualcosa di speciale, mentre meditavo, sono andata sempre più in fondo, mi sono chiesta delle cose e una voce potente, interiore, mi rispondeva, spiegandomi tutto quello che non capivo, ma non a parole. Un insegnamento ha risuonato dentro di me. Ero grata di quanto stava succedendo ma ad un tratto mi sono chiesta "Chi parla?". La risposta è stata: "Tu sei quello". In quel momento non so dire cosa ho provato, ho compreso milioni di cose, milioni di parole sentite hanno acquistato un significato che non riuscivo a vedere. E ho iniziato a pensare, la mente vagava, mi sono destata e ho detto "No, io voglio restare qui". Sono rimasta lì ferma, ho rifiutato ogni pensiero, ogni paradiso, ogni paura, lontana mille miglia da ogni cosa sono rimasta ferma lì dov'ero, la coscienza in un punto solo, finalmente "padrona". E' stato sconvolgente e ho desiderato tornare, mi sono data delle istruzioni per tornare, timorosa di dimenticare ancora ciò che è sempre stato lì...
Lo so sembra tutto confuso e non ho detto quasi niente, è durato diverse ore e sarebbe impossibile riuscire a fare un sunto, ma so che capisci perfettamente. Volevo condividere in particolare con te la mia gioia perché mi hai dato molto coraggio e se stato di grande aiuto.

@Eroe per caso ha scritto:
Non è per niente confuso ma solo riassuntivo. E' un gran bene questo, un ottimo passo avanti.
Toccare e svelare questi livelli di coscienza sovrumana dentro significa già di per sé Unirsi alla Realtà più alta possibile, che è propria e di tutti allo stesso tempo, poiché tra noi e voi ed essi e loro .. in verità c'è Un Solo Essere che siamo tutti.
Dovresti specificare ciò che hai visto, se hai visto, perché è molto importante la visualizzazione osservativa di ciò.
La Triscienza è Vista Udito e Coscienza sovrumana, capace di vedere non a 360° ma multidimensionalmente in ogni direzione (ci si vede da fuori e da dentro al tempo stesso per esempio .. cosa non possibile di norma sulla terra per un umano ignorante).
L'udito permette di sentire a km. di distanza e percepire discorsi parziali o completi (vedendo anche chi e come li fa.. in quel momento preciso).
La coscienza della Bodhi (la Buddità) è una intelligenza superiore che consente in un tempo (pari a circa 1/3 o 1/10 di secondo) di sentire una domanda - elaborare la risposta in simultanea azione sovra-mentale.
Descrivi meglio, l'ottica in modo specifico se hai già sviluppato la Visione costante con ferma mente e ferma intenzione nel relax totale, guardando cosa succede negli occhi chiusi (occhi chiusi con cui spesso è rappresentato il Buddha, per esempio).
E in ultima: scrivete queste cose, non per mio vanto, perché io non ho alcun merito ne alcun demerito, io sono solo qui di "passaggio" con un tromba in mano per risvegliare chi riesco (e qualcuno si sveglia, a fatica, ma si sveglia).
Se voi lo dite sfacciatamente al mondo, voi inviterete altri e altri ancora ne avranno grande giovamento dalle vostre parole, perché serve dire il vero e come dice Gotama che è veramente il Dio Vishnu:
.. se gli altri hanno misteri, se gli altri diranno un pezzo di vero o metà vero e metà non vero, se gli altri hanno segreti, bene monaci, noi non ne avremo alcuno, noi diremo il vero all'inizio, il vero in mezzo e il vero alla fine.
E' un Uomo molto pratico Vishnu (che visse nelal carne e per un ultima volta, nel corpo chiamato Gautama il Buddha), Uno molto più uomo e molto più pratico di chiunque, me compreso, serio e professore proprio.
Chi poteva permettersi di dirti frasi simili è solo Lui, non vi è altra divinità eguale: Ne shiva ne Brahma (che è anche il Dio cattolico di Abrahm, ma i cattolici manco lo sanno).

E' l'unico che è riconosciuto quale Porta di ingresso nel Nirvana e oltre ancora sino al Brahman, l'Uno immortale - il Vero Siva (da non confondere con Shiva).
Parlate e dite tutto, chi vi darà del pazzo sene accorgerà dopo di quanto fu pazzo lui ad offendervi e dubitare delle vs. capacità e grandi volontà di ricerca.
No dubbi No paure, solo lo stolto e l'ignorante non vogliono conoscere il SE STESSI, che Unico E' ma molteplice appare e si riflette ovuunque: come i raggi del sole che sempre sole sono, ma noi crediamo siano raggi divisi e a perdere nel buio universo materiale di Lord Brahma il Lucente e di Lord Mara il Maligno.
Parlate e parlatevi, non tornate incoscienti nell'UNO, perché finito questo Kali Yuga, tutto si ferma per miliardi di anni, ma quando si ricomincerà la ruota dei karma, chi è restato ignorante e ignobile "tal quale ai suoi non meriti rinascerà, soffrendo in incarnazioni dolorose, paurose e anche infamanti".

Persevera, sono molto contento del tuo successo, mi piace se gli altri arrivano e mi superano, è questo il mio vero vanto di Allenatore: fare campioni, eroi fortissimi, migliori, migliori persino di me e di chiunque, dei veri Buddha Viventi qui, la sopra e ovunque.
Buddha significa Intelligente, ma di una Intelligenza che è Pura Bodhi, una intelligenza cognitiva che và velocissima e forte, senza rivalità e pari neanche per l'uomo più scientifico che possa esistere sia in terra che nei cieli degli dei più illustri e lucenti.

Questa è la Via del Nobile, cosi è detta da millenni,
e se fu detta cosi è perché vi era ragione di definirla in questo modo.


Ed ecco il racconto


Allora l'esperienza è iniziata già qualche giorno fa con delle meditazioni sempre più profonde a riguardo della natura della realtà. Mi interrogavo sulla forma della realtà se quello che io sapevo della realtà fosse vero o fosse falso. La mia mente è entrata a gamba tesa chiedendomi “Sono forse pazza?”. Questo pensiero ha generato paura e io ho guardato quella paura e ho deciso di non curarmene. Sono andata avanti, seduta tranquilla. Ho sempre tenuto gli occhi aperti, non ho visualizzato niente, non ho sentito suoni. C'ero solo io e la mia voce.
Dopo che molte questioni sulla natura della realtà mi sono state spiegate mi sono chiesta “perché io voglio comprendere? Perché mi devo chiedere qualcosa? Chi chiede?”. Mi sono chiesta “devo ragionare con la mente per essere? Questo non è possibile.”. Ho lasciato cadere la domanda lì, senza turbarmi e dopo poco sono stata travolta da un'esperienza. Ho percepito, ho saputo, ho sentito la mia identità con il reale. Ho sentito che “IO” era quello che cercavo e colui che cercava. Ho sentito l'unione tra me, persona smarrita nel mondo, e quell'IO tutto che cercavo. Ho saputo di essere sempre stata lì, ho saputo che non ero mai stata abbandonata, ho saputo che tutto era stato per quell'attimo di unione. Ho sentito che il motivo per cui cercavo, il modo in cui l'essere E', è amore, assoluto, indeclinabile. Amore come forza.
Sono stata grata dell'esperienza reale del sé e ho chiesto “come mai non comprendevo ciò che è ovvio?”. Una voce mi ha risposto praticamente bacchettandomi!!! Con grande amore mi ha detto testuali parole (le ho scritte a matita su un foglio, questo e altro): “tu quando c'è scritto di fare una cosa non devi pensare di farla, devi farla davvero! Se vuoi raggiungere dei risultati ti devi mettere lì e fare quello che devi fare, semplicemente. Tu ti metti lì e pensi: “io sono quello”. Quando hai raggiunto il senso di questa cosa rimane solo “IO SONO”. Tu devi restare lì, ferma, scaccia tutto quello che non è questo sentire. Pensieri, paure, paradisi devono sparire. COMBATTI contro i demoni sono piccoli visti da quassù. E se ti chiedono “tu sei dio?” rispondi “io sono”.
Questa persona meravigliosa che mi ha detto questo era un mio amico, era l'AMICO. Pratico, diretto, buono. Ho riso tanto per come mi ha detto queste cose!

Poi ho chiesto: Come faccio a tornare qui? Un'altra voce ha risposto. La voce era la stessa ma mentre quella precedente era “azzurra” quella che mi ha parlato dopo era dolce, piena d'amore “rossa”.
Mi ha detto “devi ricordare che il mondo è Reale soltanto quando Io Sono”. Adesso che hai visto, che hai capito cosa significa, cerca di ricordare perché è detta questa frase. Devi ricordare per essere (nel senso che viviamo nella dimenticanza di chi siamo). Per tornare devi tornare lì DENTRO te stessa. Stai sperso per il mondo e non lo sai, che sei nel tuo cuore. Lì, trovi l'amore. Dentro. Quando torni “a casa” trovi l'amore, sempre. Perché sei tornata perché volevi conoscermi e Io ero qui. Ti ho abbandonato per così tanto tempo ma ero sempre con te, perché tu mi cercavi ma non mi conoscevi, perché io ero te, la mia anima, il mio cuore.
Ho chiesto: Chi parla? Mi ha risposto: TU sei quello.
Sono rimasta in contemplazione piena di gioia.
avatar
goodlie
Ricercatore
Ricercatore

Messaggi : 91
Punti : 398
Reputazione : 285
Data d'iscrizione : 24.01.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da Eroe per Caso il 7/23/2016, 19:03

Bene.

L'Atman, che si finge spirito individuale ma in realtà è lo Spirito Soggettivo Universale in Azione, ti ha ascoltata, ti ha riconosciuta e ti ha condotto per mano nelle realtà Sovrumane.

Meglio di cosi, spiegato meglio è difficile anche per me che sono un precisetto su questi argomenti.

Se ti sei accorta di essere blu senza stelle, di galleggiare nello spazio blu senza stelle, allora hai provato il Brahman in personato e impersonificandolo SEI TORNATA NEL REALE TE STESSO E NELL'ETERNITA' (quella vera e non quella finta di paradisi cattolici che anche durando miliardi di anni, hanno come i loro Dei un inizio e una fine, un'alfa e un omega, quindi non sono eterni, dato che l'eternità non ha mai avuto ne un inizio ne mai avrà un termine o un giudizio universale o un Padre Padrone che dica IO SONO DIO .. ADORATEMIIII.. fedeli figli miei sottomessi e schiavi !!!  ahhhah .. perché tutto IO DIO posso e comando ahhahah ).

Bene, sono contento per te, e sono contento che tu l'abbia divulgata pubblicamente l'esperienza: perché cosi fà un Eroico Jnana Yogi, e cosi diventa Guru, perfetto e libero da ogni illusione, sveglio e fonte di acqua sorgiva per tutti gli altri che, ancora preda dell'oblio e del sogno, vagano di vita in vita reincarnandosi in futili mondi ..dei Sogni.

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4038
Punti : 12155
Reputazione : 7250
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da goodlie il 7/24/2016, 06:20

Anche se l'esperienza vera e forte è finita continuo a portarmi dentro gli insegnamenti ricevuti ed è come se il mio punto di vista sulla realtà fosse completamente cambiato. Poi mi accorgo che a volte da questa prospettiva "più alta" ricado progressivamente nel sonno della mente, ma me ne accorgo e mi ridesto. 
 Non riesco a capire se svegliarsi sia la cosa più naturale del mondo oppure non lo sia, se posso dimenticare o perdere quanto ho ricevuto.
Per me giungere alla comprensione di quanto ora comprendo è stata una scalata, ora che mi vedo so che partivo da lontanissimo, però adesso che comprendo mi rendo conto che ciò che non comprendevo era "semplice", era sottile.
Questa prospettiva nuova è bella, sento amore per gli altri perché vedo in loro me stessa e l'eterno che si manifesta.
avatar
goodlie
Ricercatore
Ricercatore

Messaggi : 91
Punti : 398
Reputazione : 285
Data d'iscrizione : 24.01.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da Eroe per Caso il 7/24/2016, 22:03

E' esatto e preciso al millimetro quanto scrivi, si è vero ci potranno essere sviate e ricadute, ma l'avanzamento avanza, inevitabile e inarrestabile, solo un folle dice Govinda a Shankara, butterebbe atman e Brahman, per perdersi in questo mondo mediocre.

Quando un Guru esperto del Sè Supremo si addormenta, mantenendo o anche no piena attiva coscienza osservante calma, egli Vive nella Realtà.

Quando un Guru si sveglia si porta addietro tutto o quasi ciò che è la sua Realtà, ben sapendo che si è appena risvegliato, si certo, ma nel Mondo dei Suoi stessi Sogni Egoistici colorati e illusori.

Ecco che succede.
Ma ciò è normale, non deve scuoterti ne spaventarti e nemmeno crearti problemi o dubbi.

Ciò che si sapeva era semplicemente al contrario.

Qui il Sogno Maya, di là, oltre ogni immagine onirica falsa, la realtà vera e suprema .. in cui tutti viviamo, usciamo e torniamo.
Nessuno andrà perso, nemmeno il Dio più brutto e cattivo, nessuno si perderà, neanche un granello di fiume sarà lasciato.
Perché un sogno appare e poi svanisce, e quando svanirà del tutto resterà La Reale Assoluta Realtà.

E la realtà non è certo questa (anche se Mister Ego per molto tempo cercherà di farti ancora dubitare e dubitare nella mente discorsiva).

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4038
Punti : 12155
Reputazione : 7250
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Il mondo esiste o non esiste?

Messaggio Da Eroe per Caso il 7/27/2016, 15:35

Questa è una delle tante domande fatte al Buddha Gotama da Re, Principi, Monaci, ecc.
Persino i più fedeli a lui almeno una volta glielo chiesero.

Come anche dovettero rispondere alla domanda del Buddha a loro:
"se vi chiedono se il Buddha esiste o non esiste che cosa risponderete?"

Su questo argomento ho le idee chiare, Lui stesso mi ha cosi tanto aiutato a vederci "chiaro"  dipanando quei dubbi ego-mentalistici che torturano qualsiasi essere che si domandi: ma chi sono io? da dove vengo e dove andrò? tutto questo mondo visibile è reale o non lo è? come mai le stesse cose si ripetono ciclicamente uguali, nel bene come nel male? e perché qualcuno mi insegnò che secondo lui c'è lotta continuativa tra bene e male? che senso ha tutto e tutto questo Giro dell'Oca boardmod_main ?  


La personale esperienza mi insegna che questo mondo è "inconsistente e appare", sembra tanto solido ma in verità scientifica (pure) esso è solo un grumo di particelle, neutroni, protoni, neutrini e strisce varie come le chiamano i fisici moderni (il Buddha li chiamava già secoli fa ma il atro modo: aggregati, basi, componenti, composti, ecc.), che è inevitabile dire che è solo un assieme, composto di corpuscoli "mignon" che oltretutto non sono nemmeno particelle ma "miserevoli onde di energia - luce", in poche parole nemmeno fotoni (che sono già un costrutto secondario dell'energia) ma un semplice "spostamento meccanico" come se un Gigante di enorme grande e potenza, movendo un suo braccio, facesse un piccolo movimento, e da tale suo piccolo muoversi, prendessero vita e ondulazione milioni e miliardi di onde ..frutto di quell'energia enorme che anche un piccolo spostamento di un Gigante infinitamente grande, potrebbe "generare".
Una vibrazione. Una meccanica vibrazione.

E da una semplice vibrazione si crea onda, onde, frequenze, energie, spostamenti alternati e ciclici, e una marea pressoché quasi infinita e cmq enorme di cose, di cui la materia solida è solo una delle ultime o intermedie risultanze.
Poiché la Materia come la vede il ns. occhio e da dire che non esiste, esiste in modo diverso, e per vederla serve un microscopio e poi un microscopio elettronico e poi ancora attrezzature che sono state costruite al Cern di Ginevra e altro ancora che non è ancora stato prodotto dall'umana mano biologica.

Il mondo quindi, secondo me "appare ma non ha alcuna valenza e sostanza", di suo ha lo stesso valore che ha un'ombra che vi segue e si muove in base a come il sole vi colpisce ..mentre state camminando.

Quell'ombra c'è finche vi è l'energia - luce, ma tolto il sole sparisce e si scopre che voi non eravate l'ombra che credevate di essere e ne eravate cosi convinti e attaccati (il mio corpo, la mia mente, le mie idee), direi ben "abituati".

Là, in quel punto, si scopre che siete l'Essere che cammina, e l'ombra era una vostra illusione, un vero miraggio illusorio in cui voi stessi, per vostra scelta o impreparazione, ci eravate totalmente "cascati dentro", avendo rifiutato l'idea di essere l'Essere.

E aver rifiutato il vero Sé Stessi comporta vagabondaggio fuori dal Sé Stessi: è inevitabile.
La non accettazione di chi si è e il rifiuto, comportano quello che anche i Sadhu dicono, la formazione secondaria di un Atman Purusa desideroso di vita e creatività colorata, cose che egli eprimerà partorendo una ulteriore generazione (anche per imitazione della sua stessa creazione e nascita) di una ulteriore "forma viva in movimento" e cioè un'anima.
L'anima, essendo di mente dotata, anzi essendo mente emotiva, conscia e inconscia insieme (come dicono gli psicologi), vivrà e immaginerà tutte le esistenze possibili pur di mantenersi libera dal Sé Stessi e vagabondare gioiosa (e poi dolorante) in mille universi e in milioni di mondi apparentemente vividi e ben colorati di eventi e faccende, di ruoli e personaggi, di teatri e palcoscenici, di tempo e fuori-tempo con tanto anche di tempi supplementari ..nel caso delle anime "più zuccone e insistenti".

Il problema allora dov'è?
Non c'è, tutto và bene.

Ma come disse il Gotama, dopo la gioia ..viene il dolore, e questa la prima non lieta evenienza per l'anima mentale emotiva e ballerina.

E inoltre, chi avanza e si emancipa dai mondi, prima dai mondi bassi, poi da quelli intermedi (la materia ne è uno dei tanti, per esempio), e poi persino da quelli alti e altolocati (degli Dei con i loro bei paradisi, per intenderci), ecco Costui perde l'anima emotiva, poi perde persino la coscienza dell'Atman (Spirito) e perdendo coscienza e non coscienza .. finisce per trovarsi Perfettamente Se Stesso nel Sé Stesso di tutti.

Perse tutte le cose, si vedrà che ritrovando il vero Sé Stesso/i questo mondo e tutti i mondi non esistevano, era la nostra Coscienza e la nostra Anima che ce li proponeva: questo in conformità ai nostri desideri più nascosti e ancestrali, che ancora non avevamo affrontato, superato, ben risolti e schiariti una volte per tutte: senza pararci dietro a scuse, comodo vizio, egoismi, paure e falso mito.

Io la chiamo fame di vita, il Buddha Gotama Vishnu la chiama Sete, ma il concetto è identico, i presupposti uguali.


_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4038
Punti : 12155
Reputazione : 7250
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da goodlie il 7/27/2016, 16:35

Grazie per questi approfondimenti. Ti vorrei fare una domanda, dopo aver sperimentato queste cose può succedere di aver attaccamento verso la stessa esperienza di unione con l'assoluto, io vorrei stare sempre lì, mi ritirerei in un eremo per stare lontana dal "mondo" a volte... Però mi sembra quasi sbagliato avere questo desiderio. Del resto non è certo appagabile, bisogna continuare a vivere nel mondo, badare alla famiglia al lavoro... Come pensa uno yogin?
avatar
goodlie
Ricercatore
Ricercatore

Messaggi : 91
Punti : 398
Reputazione : 285
Data d'iscrizione : 24.01.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da Eroe per Caso il 7/27/2016, 20:53

Buona domanda.

Vedi, non voglio apparire uno che ne fa una qualche esaltazione, forma esterna o atto di devozione e bakti, di merito o di chissà che cosa, anche se sicuramente cosi apparirò a parecchi stolti, malgrado a dir il vero sino al mondo blù "nessuno è veloce e agitevole come me sino alla fine nel Sé (quello Vero), il Gigante Buono".



1 - Savikalpa
Nella prima riuscita sono andato a Sorgere nel mondo dell'Atman, divenendelo, per fusione. 

2 - Nirvikalpa
La seconda riuscita oltre ogni dimensione, tempo, spazio, vuoto nero assoluto. Qui dopo ben tre volte che sono entrato e fuso col Siva Brahman lo sono diventato in pieno, sempre per fusione ma con perdita anche della sfera e dell'atman - coscienza. 

DOPO
3 - Sahaja
Mi ci è voluto quasi un anno, e un bel dì mi è letteralmente "sorta addosso, dentro fuori sopra e sotto" ... la terza Meditazione Trascendentale, ovvero la SAHAJA.
Qui ho potuto finalmente verificare che Io sono Quello, ma lo sono realmente: ma tolto corpo, mente, anima jiva, spirito coscienza Atman e ogni altra possibile cosa

E' stato sconcertante tutto, ed è straordinario, ma se ancora tendiamo a separare noi stessi da Lui .. malgrado ti ci ficchi dentro da brava sfera-goccia-lucente (con dentro l'atman), e un attimo dopo non sei più TU ma sei QUELLO e niente altro, con la 3a trascendenza, in modo naturale, come l'acqua che zampilla per una prima volta fuori dalla pietra di montagna, .. c'è questa grande scoperta che è stravolgente quasi come essere nel Brahman il Brahman in prima persona, e qual è:

Che ti accorgi e senti benissimamente che la tua reale caratterialità primordiale arcaica, eterna e vera, pura, non contaminata da esigenze coporee, da pensieri anche altissimi, era prorpio IL BRAHMAN STESSO.

Il chè ti lascia li, di sasso, felicemente di sasso e allora che fai?
Lo devi ammettere, io non ero il Brahman ma sono proprio il Brahman e non c'è alcuna variazione o differenza tra noi perché il noi non esisteva: esiste UNO SOLO e quel semplicione potente e pacifico, eterno ed equilibrato è il VERO IO, e non questo che elabora mille stupidaggini e nemmeno quello dell'Atman che, malgrado la sua potenza creativa in azione e (fintamente) soggettiva ma multi-creativa, non regge alcun confronto:

L'Atman infatti è un genio, un monaco, vestito di nero, di bell'aspetto e di perfetta conoscenza ma, piccolo particolare, esce dal Krishna - Brahman appositamente per gestire gli universi e tutti gli esseri, e anche se si nasconde non può nascondersi a me .. è Lui l'effettivo gestore e manipolatore di tutta la sfera Maya, incluso il suo atroce guardiano Mara, tutti gli Dei, paradisi, inferi, energie, purgatori, ecc.

Ma lui, quando io mi sveglio Krishna in prima persona e mi siedo sul mio letto trasparente e immortale (dove non ci sono le teste dei serpenti disegnati dagli induisti), altro mondo non esiste, non c'è, non ci sono nemmeno io come scadenti mente comune e corpo biologico, eppure anche là, io sono il krishna - brahman e lo sono in prima personalità assoluta, come se gettato maschere e vestiti di carnevale, uno rimasse solo con i calzoni Ocra, e in cima alal testa avesse una grande Corona d'oro intarsiato alta 30 cm.
Ma ne corpo ne pensiero umano gli pesasse più sul groppone, essendoti svestito del suo "mascheramento" e del suo stesso "inganno e illusione" per mettersi in gioco e provarsi sino a che punto fosse la sua potenzialità più estrema verso il suo stesso "basso".

Qui, però appena penso "ma io non ero quel tale che era sulla terra e si chiamava tal dei tali", come vapore e fumo esco dalla testa e dalla corona di Me stesso, generando un Jiva Azzurro a mia copia che mi stà davanti e mi loda, e dal collo a destra mi esce una nube nera che scivola verso il pavimento di cristallo e poi sale formando L'atman, questo tutore di coscienze, vestito di una tunica semplice e nera, ma bello, bello come fosse a metà tra Sean Connery e Molella, per darti l'idea di come è questo Atman.

Ora io dico che la fiducia è giusta, la fede cieca no, la sperimentazione pratica è obbligatoria ancora più della Grammatica, anche se quest'ultima è indispensabile per fare lavorare l'intelligenza buddica detta Bodhi dai molti.

Ma raggiunto tali livelli, quali problemi ci si dovrebbe fare?
Il male sai che non esiste e appare solo perché tu lo volevi, e il bene emozionale uguale.
Questo mondo storto come una banana sai che non c'è, è tutta una bella tua invenzione mentale ed egoista.. individualista e separatoria, dove speravi ci fossero il 2, il 3, il 4 e miliardi di miliardi di esseri: purtroppo tutti esistenti solo nella tua fantasia mentale creativa, che è si capace di creare TANTISSIME REALTA' .. ma come? e malgrado tutto, con che valenza, durata, sostanzialità?

Per questo il Siva-Brahman crea a cicli, cicli che per noi sono immensi (miliardi anni) ma che per lui sono niente.

Anche lui, come lui stesso, ma in qualità saguna-visibile di Krishna, appena apre l'occhio si guarda in giro e si fa domande: da quelle e da una vibrazione interna ... escono tutti gli esseri ..diciamoli "coscienziali" e poi da questi ancora tutti quelli "mentali".

E non è un gioco ne un paradosso, ma una natura più che Giusta: L'eterno per esser tale, una tantum, deve dimostrare a se stesso che oltre a meditare in pace sa anche creare universi ed esseri imperfetti e buttarli fuori come "spore", se fosse altrimenti sarebbe un Eterno mezzo impotente e impotente di dimostrarsi capace di creare, inglobare, generare e riassorbire ogni difetto
E ciò è Matematico, e Matematica.

Non può infatti esistere un Perfetto incapace di creare tanti suoi sottoinsiemi imperfetti.
E non può esistere un sistema perfetto incapace di riprendersi ogni imperfezione da lui creata.
E infine non può esservi un secondo o terzo Essere perfetto, perché UNO c'è e c'è da sempre, e tale cosa è già comprovata da sola dal fatto che qui noi vediamo esistere un sistema imperfetto.
Essendovi un sistema imperfetto, in evoluzione e/o in involuzione, in continua modifica, è scientificamente OVVIO che vi deve essere un sistema originario del tutto perfetto, stabile, non sottoposto a tempo, energie, azioni e alcuna modificazione "relativa e quindi modificabile e imperfetta".

Ecco come siamo figli di Dio, e non in altro modo.

Sarebbe ora che le religioni, i mezzi guru, i mezzi maestri, gli scienziati e gli esseri mondani la finissero quindi di inseguire Semi-Dei e Entità. essendo anche loro, i loro luoghi, i loro miti e i loro stessi miracoli .. DAL TUTTO ILLUSORI E IMPERFETTI.

--------
Concludo quindi con questo: che ti interessa di quanto circonda, conosci Te Stessa IN TUTTI I RIFLESSI GENERATIVI.

Dietro all'ultimo specchio e all'ultima maschera che smonterai .. tu non esisterai più con le convinzioni indotte da cultura e ambiente del samsara: e là dietro scoprirai il vero Sé Stessi, e anche tu dirai .. le stesse cose, provandole prima e però, in prima persona, cosi da unire in un sol boccone ego-mente-spirito nel supremo che sei da sempre.

Tra noi in realtà non c'è neanche un millimetro di distanza: Uno per tutti è la storia Vera.

Il resto invece sono solo mezze verità condite e farcite in base a dogma, corpo, ossa, sangue e mente pensiero a mille fantasie attorciglianti come l'Edera.

E' una verità pesante, straordinaria, fine diceva il Gotama Vishnu, ed è tutto vero, tutta vera è questa Via Nobile: e più in alto veramente non si và, non essendo possibile superare l'eternità e la vera Pace eterna ..che non stà ne in paradiso ne in una misera fossa.

Ps: se ho sbagliato una sola virgola o punto e virgola (alla Totò), ma che scenda Krishna o il Siva proprio.. e mi sculacci.   
icon_rof icon_rof icon_rof   

E' tutto vero, Good , vai tranquilla, qui c'è il verace che nulla tace (ops fa anche rima )

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4038
Punti : 12155
Reputazione : 7250
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da cassania il 7/28/2016, 13:21

@goodlie ha scritto:dopo aver sperimentato queste cose può succedere di aver attaccamento verso la stessa esperienza di unione con l'assoluto, io vorrei stare sempre lì, mi ritirerei in un eremo per stare lontana dal "mondo" a volte... Però mi sembra quasi sbagliato avere questo desiderio. Del resto non è certo appagabile, bisogna continuare a vivere nel mondo, badare alla famiglia al lavoro... Come pensa uno yogin?
Abbiamo discusso qualcosa anche qui : http://paranormale.forumattivo.it/t871p25-coincidenze#13110

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)
---

L'uomo deve elevare sé stesso per mezzo di sé stesso.
Poiché solo egli stesso può essere l'amico o il nemico di sé stesso.(BG)
---

Ogni realtà, materia, sensazioni, percezioni, conoscenza e realtà condizionate non sono me. Non sono mie. Perciò da esse distaccatevi. Quel distacco è pace, che va al di là di ogni legame. (SN 4.16)
---

Lo yogi che ha raggiunto questo Stato sente che non esiste ottenimento più prezioso. (BG)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2274
Punti : 7383
Reputazione : 5041
Data d'iscrizione : 22.06.15

Torna in alto Andare in basso

Sri Bhakti rasamrta Sindhu

Messaggio Da Eroe per Caso il 7/30/2016, 16:39

Yatha dana-keli-kaumudyām -
gabhīro'py aśrāntaṃ duradhigama-pāro'pi nitarām
ahāryāṃ maryādāṃ dadhad api harer āspadam api |
Satam stomaḥ premaṇy udayati samagre sthagayituṃ
vikāraṃ na sphāraṃ Jala-nidhir ivendau Prabhavati


"Il devoto è come l'oceano.
Come Visnu risiede in un oceano di latte, in modo che il Signore si trova nel cuore del devoto.
Come l'oceano è profondo o insondabile, così il cuore del devoto è imperscrutabile e non rivela le sue qualità interne.
Come l'oceano è instancabile, così il devoto è continua nel suo servizio.
Come l'oceano è difficile da attraversare, ma ha un puntello permanente, in modo che le
qualità del devoto sono difficili da elencare, ma lui sembra limitare queste qualità.
Ma quando il devoto sviluppa piena prema non può impedire che le trasformazioni derivanti da tale prema , proprio come l'oceano non può impedire il sorgere della marea, quando la luna sorge dal mare. "

iti Sri-Sri-bhakti-rasamrta-sindhau daksina-vibhāge
vyabhicāri-LAHARI caturthī bhakti-rasa-Samanya-nirūpaṇe

"Così si conclude la quarta ondata dell'Oceano meridionale della Sri sindhu Bhakti-rasāmṛta- , che riguardano vyabhicārī-Bhàva. "

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4038
Punti : 12155
Reputazione : 7250
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Lettera agli amici

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/2/2016, 11:30

Attacchi negativi? Non ti proccupare.
Ne ho io ne hai tu e ne ha subito anche il Gotama e i suoi a suo tempo, quindi tutto in regola, chiunque ha appresso a sé l'Ego del Mondo Inconscio, Mondo che appare razionale ma in verità mai lo è stato e mai lo sarà. E' semplice miraggio. 

Ma il conto aperto vedrai che io lo chiuderò: e quando dico una cosa io, è pacifico che, da bravo lungagnone .. ma la faccio e la porto a termine.
Come ho detto il mio punto di vista e mia moglie ivi inclusa qui non torneremo mai più, e tutto chiuderemo riassorbendo.

Se io sono un singolo punto di vista o tutti insieme: poco importa, non è per me ne vanto ne allegria .. semplice natura delle mie cose.

Mi spiacerebbe solo che voi, cari amici "virtuali oggi quanto o quasi me in foto - copy dell'Originale", tornaste nel gigante buono inconsapevoli o quasi (parlo del SIVA- BRAHMAN .. QUELLO VERO CHE STA' PIU' IN ALTO DI TUTTI).

Per l'Atman, questo Creatore Soggettivo in azione, ho già verificato: è sempre lui che vive in me e in tutti, sempre lo stesso Creatore "nascosto come lavoro e sua funzione" del Samsara, mi fà da Tutor e Maggiordomo, ma in realtà suprema è solo un mio figlio come altri, ma più dotato: infatti è Coscienza Infinita del Mondo Intero.

Tu avrai capito, credo, che io non ho nulla da guadagnare nel dire la verità "perciò che è veramente", anzi .. ho molto da perdere e da pigliarmi dagli occidentali del "pazzo" e dagli orientali "del saputo rompi maroni".

Ma è questa la funzione mia di "copia di Me stesso": rompere le scatole, dire la verità in faccia a tutti quanti, superare ogni influenza e cercare di passare l'helping in un mondo che non solo a noi ma anche alla Centralità NON VA' PIU' BENE e non è più tollerabile.

Per questo mi hanno fatto "impermeabile", cioè copia che non può essere permeata dalle influenze terrene e nemmeno divine dei mezzi Dei che le fasulle religioni aristocratiche e mezze corrotte nel metà marciume loro ... promulgano a vanvera come massima fede e verità assoluta. Che idioti arroganti.

Lo sò che è dura, è diifficile perchè la mente comanda e cerca di farci dubitare in ogni istante di ciò, con mille artifici lo fà: ragionamenti, gran razionalità che svlisce ogni concetto non solo spirituale ma persino scientifico .. e poi dubbio e dubbio nel dubbio, paure e paure, sgomento della morte fisica o del mandare del respiro .. anche.

Ma son tutte fandonie e balle, ego e mente sono come gli amici di Pinocchio (il gatto e la volpe) : vi voglion incatenare a quel che il misero e limitato occhio e orecchie sentono intorno... come se sentissero e vedessero .. ma che vedono?
Basta la scienza per dirci la limitatezza ..

E la difficoltà è non muoversi e non sentire il corpo.
Non pensare e cosi allontanarsi dal potere di egoismo e mente chiacchierona.
E poi con volontà in un punto solo (la ricerca del Vero sino alla radice) ..insistere e insitere, mantenendo Coscienza osservativa vigile e calma interna profondissima.

Cosa non adrenalinica e quindi per la mente ben difficile da fare e ..subire da parte del nostro io-anima-individuale (la foto copy già nominata).

Ma chi la dura la Vince, e qui sono la prova, e guardacaso o per sbaglio, ma cosi è voluto, che, anche, "vivente appare". 

Gli Eroi non muoiono mai, e anche di ciò io sono prova vivente, ucciso nel 1940, per molti anni in spirito puro apparivo a loro ..nelal stessa città. formando gruppi di pace, e poi?
E poi eccomi qua e puff un'altra volta!! Lottando con L'atman perchè in un finto paradiso di Lord Brahma mahhh ... proprio non mi andava.

Quindi?
Dov'è la morte?
Chi uccide chi?
Chi è ucciso?
E chi crede che facendo lo stronzo a oltranza o il sadomasochista riuscirà a risolversi e a stare bene con se stesso e tutti quanti?
Quanto è solido questo mondo con la sua ballerina realtà di cartone?
E' solo un sogno, nato da un dubbio dell' Uno, che una tantum avrà diritoo anche lui a pensar na trista cavolata, in questo show immaginario .. noi siamo i figli dei suoi dubbi naturali e i suoi attori privilegiati.
A noi dimostrarci degni di trasformare un sogno in un bel sogno e non in un incubo terribile e insopportabile anche per l'Essere che lo Creò sognando e domandandosi 3 volte:
MA SONO IO QUESTO, sono proprio IO?

Ecco il perchè e il percome, per pratica molta e pochisisma teoria.

Non perdetevi d'animo, mai, lottare sempre .. perchè FINE MAI ESISTE.

Quando sarà chiuso questo ciclo ci sarà sosta ma poi, nei miliardi di anni ..senza tempo, un nuovo ciclo naturale immaginativo NASCERA'

In quel lontano tempo MEGLIO CHE VOI RINASCIATE PRONTI E GIA' ELEVATI e non inconsci, sprovveduti e un'altra volta del tutto stolti e ignoranti.

Forza quindi: non c'è nessun Dio che vi comanda e nessun Gesù che ci potrà giudicare.
Tutto spetta alla vs. decisione e forza INSISTENTE E CAPARBIA, forza di volontà
Come disse a me Gotama scendendo nella sua vera forma: quella del Divino Vishnu dalla pelle d'acciaio e dagli e da presenza .. che fan grande timore nel cuore.

Gli Eroi non muoiono, muoiono i cretini!!!

E come muore, non il loro corpo ma la loro mente e coscienza?
Sopraffatta da paure e false convinzioni, da dubbio e odio, da ira e auto inganno.
Ecco che ritorneranno sfere si ma del tutto prive di significanza: vuote e incoscienti.

Ps: ma poi rinascono ..anche quelli, i cretini si, ecco perché serve Emancipazione Interna di ogni aspetto e singolarità che esce fuori dall'eternità permanente).

Siamo gocce dell'Eterno, ma spetta a noi rendere "questo immaginario" un lieto sogno, e non un triste incubo.

Eccoti un altro importante significato su cui riflettere in modo profondo, senza farti sovrastare da falsa mente, paradossale razionalità contradittoria e da inconsistenti immagini e forme "attraenti e vane, disgustose e orride, neutre e insignificanti".

Siete nel Sogno, sappiatelo, ma il sogno è espresso proprio da chi scrive.
Quindi nessuno, e per prima questa Copia che scrive, potrà mai dire "io non lo sapevo, io non ne ero al corrente, io non avevo prova".

Qui è la prova: e chiunque, da sé stesso può provarsela, arrivando nel suo Reale Sé Stesso, che il Gotama chiamava "il ParaNibbana di Ogni Essere", dando a questo una valenza Molteplice quando invero ha Valenza 1 - Unica: il due esiste, il tre non esiste, e il quattro non potrà mai essere.

_________________
Colui che comprende la creazione e la dissoluzione, l'apparizione e la scomparsa degli esseri, la saggezza e l'ignoranza, deve essere chiamato Bhagavān. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia e non lo bagnano le acque, ne lo secca il vento, Esso è detto il non-manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile a Darma e Karma.

avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2839
Punti : 8219
Reputazione : 4620
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Esperienza del sé

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum