La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

Oggetti che si spostano.

1/1/2017, 15:30 Da Andrea72

Buongiorno a tutti, volevo chiedere Consiglio a voi su una questione che, ammetto, mi spaventa.
Sono sposato da 16 anni e non è mai accaduto nulla …

[ Lettura completa ]

Commenti: 8

voce registrata in un vecchio maniero

4/18/2017, 11:40 Da kardec

salve a tutti,l'altro giorno io e la mia compagna stavamo visitando un vecchio maniero nei pressi di un faro marino..siamo tutti e due appassionati …

[ Lettura completa ]

Commenti: 35

Scetticismo e dimostrabilità del paranormale

4/17/2017, 20:54 Da ANANDA

Lo scettico a oltranza è un ottuso ed è capace di morire pur di non cambiare ideologia, come farebbe il credente ossessivo compulsivo. Entrambi …

[ Lettura completa ]

Commenti: 1

INGHILTERRA - CURIOSO FENOMENO

2/13/2017, 22:11 Da Eroe per Caso

SOLI NEL CIELO



INGHILTERRA - CURIOSO FENOMENO ATMOSFERICO

I popolo antichi erano degli attenti osservatori celesti,basti pensare alle gigantesche …

[ Lettura completa ]

Commenti: 22

Iniziate le celebrazioni dell'Anticristo

2/20/2017, 20:06 Da bellofuori

Iniziate le celebrazioni dell'Anticristo all'inaugurazione del traforo del GOTTARDO 2016



Commenti: 7

A cuore aperto

1/27/2017, 23:37 Da Eroe per Caso

A cuore aperto il chakra funziona.

Oggi, erano circa le 17,28, suona il mio cellulare.
Un attimo prima sentivo una fitta nel cuore, come un …

[ Lettura completa ]

Commenti: 6

"Profeta dormiente"

1/23/2017, 22:37 Da cassania

L'altro giorno ho trovato un documentario su youtube che mi aveva incuriosito, non mi pare di aver mai sentito parlare di lui. Interessante, …

[ Lettura completa ]

Commenti: 1

Luce e fosfeni

1/13/2017, 00:05 Da Lancillotto2013

Il Fosfenismo è una tecnica basata su concentrazione su una sorgente luminosa e poi l'espulsione fotonica dei fotoni ricevuti prima.
Tale …

[ Lettura completa ]

Commenti: 4

Paranormale

6/6/2016, 23:17 Da Eroe per Caso

Paranormale: i fantasmi di Casa Vianello

Da qualche settimana in tv e sul web tiene banco la questione relativa a presunte presenze paranormali a …



[ Lettura completa ]

Commenti: 4

Migliori postatori
Eroe per Caso (3690)
 
U F O (2626)
 
Lancillotto2013 (2529)
 
cassania (2101)
 
Libera (1533)
 
Bloham (422)
 
DEM (263)
 
Francesca (237)
 
Selene (232)
 
Claudio80 (173)
 

Parole chiave

15  11  5  4  altro  3  16  1  Eroe  caso  boutique  Collane  tanto  2  14  19  PrayForParis  12  8  18  10  20  7  6  13  17  

Statistiche
Abbiamo 98 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Deabenten

I nostri membri hanno inviato un totale di 16277 messaggi in 1244 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




La principessa Ukok

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 5/13/2016, 20:08

Russia, Siberia. La mummia tatuata della Principessa Ukok



Nelle alture dei monti Altai, in Siberia, non lontano dalla linea di confine tra Russia e Mongolia, alcuni ricercatori hanno ritrovato il corpo mummificato di una donna ricoperto di tatuaggi che secondo gli archeologi hanno un aspetto incredibilmente moderno.
La donna, apparentemente di circa venticinque anni di età, è stata sepolta qualcosa come 2.500 anni fa e ritrovata nel 1993. Molto probabilmente apparteneva alla tribù dei Pazyryk, un’etnia di nomadi che hanno abitato in quelle zone per secoli. Perfettamente conservata dalle temperature glaciali del permafrost, secondo gli scienziati il corpo si sarebbe mantenuto tanto bene da permettere di individuare sulla sua epidermide intricati tatuaggi di animali e di quelle che sembrerebbero essere delle divinità.
Natalia Polosmak, a capo dell’équipe di ricerca, ha dichiarato che in paragone ai tatuaggi trovati dagli archeologi in tutto il mondo, quelli ritrovati sulle mummie degli appartenenti alla tribù dei Pazyryk sono i più elaborati nonché i più belli, dimostrando quanto questa popolazione fosse avanzata nell’arte del tatuaggio.
La Principessa Ukok è stata seppellita in un remoto plateau insieme a sei cavalli, molto probabilmente le sue guide spirituali per il viaggio nell’oltretomba, e due uomini, con tutta rpobabilità dei guerrieri. Anche i corpi degli uomini riportano dei tatuaggi.
Secondo la Polosmak esistono esempi di tatuaggi ancora più antichi: ad esempio Oetzi, il famoso uomo dei ghiacci proveniente dal lontano 3.300 a.C. e ritrovato nelle Alpi italiane aveva delle piccole linee parallele sulle gambe e sulla parte inferiore della schiena, anche se queste non erano di certo delle decorazioni corporali così elaborate come quelle che vanta la principessa Ukok.
Sempre secondo quanto dichiara la Polosmak, la giovane donna ha un tatuaggio sulla spalla sinistra con la raffigurazione di un animale mitologico: una renna con il becco di un grifone e le corna di un capricorno. Sul suo polso è raffigurata una renna con corna molto elaborate. La stessa renna col becco di grifone appare anche nel corpo dell’uomo ritrovato più vicino alla principessa, che gli copriva la maggior parte della parte destra del corpo.
Con tutta probabilità i tatuaggi erano realizzati con tinte ricavate da piante bruciate, ricche di potassio. La pelle doveva poi essere stata perforata con un ago o con un altro tipo di oggetto appuntito, e strofinata con una miscela di fuliggine e grasso.
Nonostante la principessa Ukok abbia vissuto almeno 500 anni prima di Gesù, la Polosmak ha affermato che alcune cose non sono affatto cambiate, ad esempio la tendenza delle persone a rendersi sempre più interessanti e attraenti, in questo caso con i tatuaggi.
La mano della Principessa Ukok con tatuaggi sulle dita. È stata recuperata dal ghiaccio 19 anni fa ed è ora in mostra presso la Repubblica dell’Altai.
 


I tatuaggi di uno dei due guerrieri ritrovati nell’antico sepolcro di permafrost sul Plateau Ukok, a qualcosa come 2.500 metri sul livello del mare vicino alle frontiere della Russia con la Mongolia, la Cina e il Kazakhistan.


_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Zoro il 5/13/2016, 21:52

tatuaggi waterproof  Razz
avatar
Zoro
Oratore
Oratore

Messaggi : 45
Punti : 98
Reputazione : 45
Data d'iscrizione : 11.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da cassania il 5/13/2016, 23:05

Non ne ho mai sentito parlare... Ora ho visto che hanno fatto anche la ricostruzione del volto (somiglianza stimata pari al 75%):
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2101
Punti : 6420
Reputazione : 4257
Data d'iscrizione : 22.06.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 5/13/2016, 23:16

Mmm... ci credo sempre meno a queste elaborazioni al PC d icerti pseudo -scientisti.

Sono come le ricostruzioni di Gesu Cristo e di Gotama Buddha : te li rifanno come fossero degli emeriti cessi e invece erano dei bellissimi Uomini .. con un certo fisichetto anche (che per un ometto ..non guasta).

Poi aveva 25 anni e non 35 o 40 .. quindi non era vecchia

Io la vedo cosi :

  icon_rof

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da cassania il 5/13/2016, 23:22

Beh, all'epoca 25 anni erano tanti... Poi scrivono che i ricercatori hanno scoperto che è morta di cancro.

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)

Quando per tutti è notte, per il saggio raccolto in Sé è tempo della veglia; quando per tutti è tempo della veglia, è notte per il silenzioso saggio raccolto. (BGII69)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2101
Punti : 6420
Reputazione : 4257
Data d'iscrizione : 22.06.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 5/14/2016, 00:06

Ecco un motivo per credere ancor meno ai loro studi.
A quei tempi finivi :
- in un burrone
- sotto un bufalo incazzato
- con una spadata in panza
- con una lancia nei denti
- con una freccia nella schiena

.. il cancro? mah proprio .. l'ultimo dei problemi

forse avranno trovato parti del corpo, interne, putrefatte e incancrenite
ok ma è uguale a = PUTREFAZIONE CORPOREA post mortem e non cancro come malattia vera e propria.

Sono poco credibili, più facile l'abbiamo avvelenata o uccisa con erbe o altro sistema.
Un bel funerale con 4 cavalli e 2 uomini al seguito , e via con la nuova Reggina.

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Uragano il 5/15/2016, 15:29

Prima di leggere questo tread pensavo che i tatuaggi fossero nati a thaiti e invece
avatar
Uragano
Oratore
Oratore

Messaggi : 58
Punti : 143
Reputazione : 69
Data d'iscrizione : 07.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Libera il 5/17/2016, 12:02

Chissà quante cose ancora non sono state scoperte! *.*

_________________
Impermanenti, mutevoli sono le formazioni
la loro natura è di sorgere e cessare
essendo sorte esse poi cessano
quando si fermano è una benedizione
la loro immobilità è una benedizione
avatar
Libera
Guru
Guru

Messaggi : 1533
Punti : 4021
Reputazione : 2364
Data d'iscrizione : 30.04.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da cassania il 5/17/2016, 12:22

forse, quello che le ha create saprebbe...

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)

Quando per tutti è notte, per il saggio raccolto in Sé è tempo della veglia; quando per tutti è tempo della veglia, è notte per il silenzioso saggio raccolto. (BGII69)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2101
Punti : 6420
Reputazione : 4257
Data d'iscrizione : 22.06.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Lancillotto2013 il 5/17/2016, 13:39

Il cavallo è ancora oggi molto usato dalle stesse popolazioni russo-mongole , gare corse e uno stile di vita che hanno trasmesso anche all'ungheria.

Le valchirie erano un popolo matriarcale e guerriero in cui l'uomo serviva solo per poche cose (riproduzione ).

Alcune si toglievano un seno per poter tirare meglio con l'arco.

Ercole (che era originario della Jugoslavia) le sconfisse in una epica battaglia, e il caso non è isolato o incerto: perché c'è sempre stato un forte collegamento tra Grecia e Russia:
- i popoli Achei erano russi che scesero e colonizzarono la grecia antica.
- il vello d'oro era nelle zone a est del Mar Nero : dove c'erano miniere d'oro e i greci andando là ne tornarono con la polvere d'oro su vestiti e armenti che portavano con sé sulle navi (gli Argonauti) da li la leggenda del Vello d'Oro.

_________________

Il vantaggio di essere un Intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è proprio impossibile.
avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2529
Punti : 6696
Reputazione : 3525
Data d'iscrizione : 11.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da cassania il 5/18/2016, 23:52

La descrizione mi ha fatto ricordare le Amazzoni

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)

Quando per tutti è notte, per il saggio raccolto in Sé è tempo della veglia; quando per tutti è tempo della veglia, è notte per il silenzioso saggio raccolto. (BGII69)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2101
Punti : 6420
Reputazione : 4257
Data d'iscrizione : 22.06.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 5/19/2016, 00:10

Si Amazzoni è più appropriato come termine, anche se, secondo me erano ambivalenti, solo che.. pare.. le valchirie sono più rappresentative di popolazioni nordiche e di leggende scandinave e di "donne guerriere a cavallo", mentre le amazzoni vengono citate di più come esercito femminile "arciere con .. archi e spade alla mano".

Ora non so se si tratti di un unico ceppo di Guerriere che poi si è diviso e partendo, faccio un'ipotesi, dalla mongolia, si sia spinto in Russia, e da li si sia diviso :
- una parte verso la Scandinavia
- una parte verso la Grecia

Oppure siano due popolazioni di guerriere ben distinte che non hanno nulla a che vedere tra loro: perché le analogie sono parecchie, la vittoria di Ercole su di loro (che vantava un esercito di 100.000 uomini circa 4mila anni fa ..scorazzando dalla Spagna all'India..) forse potrebbe essere la causa antica delle scissione e dalle Amazzoni, una parte di loro sia fuggita altrove fondando le Valchirie (che in effetti hanno storia più recente nei racconti e leggende del Nord).

Però le mie sono ipotesi e congetture ..

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 5/19/2016, 00:23

Ho trovato qualcosa che sembra confermare le mie ipotesi:

A quanto pare le zone d'origine ricordate ..son quelle (2 zone) e andavano a cavallo come le Valchirie raccontate nelle leggende - religione di Odino

 
Particolare di un rilievo con scena di combattimento tra i Greci e le Amazzoni (Amazzonomachia) su un sarcofago, da Tessalonica (odierna Salonicco, in Grecia) 180 d.C. circa

Le Amazzoni, il popolo di donne discendenti, secondo il mito, da Ares, il dio della guerra, e dalla ninfa Armonia, abitavano sulle pendici del Caucaso o, secondo altre versioni, in Scizia oppure in Tracia.  
Le Amazzoni si governavano autonomamente e non tolleravano la presenza di uomini se non per lavori umili, tenuti in condizioni di schiavitù e addirittura, per inibire eventuali progetti di ammutinamento, ne storpiavano gli arti al fine di impedire loro l’uso delle armi.
Esse si univano con stranieri solo per perpetuare la loro stirpe, ma mantenevano in vita solo le femmine, addestrate fin dall’infanzia alla caccia e alla guerra. Per meglio usare l’arco si sottoponevano alla cauterizzazione del seno destro (infatti, secondo l’etimologia, a-mazòs significa «senza seno»).

La tradizione ci ha tramandato il nome di due regine famose: Ippolita, che compare nelle narrazioni dei miti di Eracle dal quale venne uccisa, e Pentesilea, che guidò un contingente di Amazzoni in aiuto di Priamo e di Troia. Qui si distinse per numerose imprese, ma venne abbattuta da Achille che la ferì al seno destro. L’esito del duello fu imprevisto: l’ultimo sguardo dell’eroina morente fece innamorare Achille, rimasto folgorato dalla sua bellezza.

La loro passione era la guerra, nella quale le Amazzoni combattevano agli ordini della loro regina. Il mito narra di una Amazzonomachìa (battaglia delle Amazzoni) combattuta sotto le mura dell’Acropoli di Atene tra il re Teseo e le Amazzoni.

Il mito racconta che Teseo, divenuto dopo la morte del padre re di Atene, dopo qualche tempo fu nuovamente preso dalla smania delle avventure. Pensò a una spedizione contro le Amazzoni. Ma, con grande sorpresa, questo popolo di donne guerriere, anziché muovergli guerra, lo colmò di doni. Teseo, col pretesto di ricambiare la cortesia, invitò le più belle e giovani Amazzoni a visitare la sua nave, ma appena esse furono a bordo, levò le ancore, spiegò le vele e partì, facendo le donne tutte sue prigioniere. Tra esse c’era la bellisssima Antiope, della quale Teseo si innamorò. Qualche tempo dopo, le Amazzoni, per vendicare le compagne, invasero l’Attica e assediarono Atene. La guerra fu lunga e durò parecchi anni. Durante una battaglia la fedele Antiope morì combattendo a fianco del marito. Fatta finalmente la pace, le Amazzoni tornarono al proprio paese.

Secondo il mito le Amazzoni si ponevano sotto la protezione di Artemide, dea della caccia, e, tramite questa, erano accostate alle divinità infernali, ***anche perché apportatrici di morte.

*** mentre nei racconti nordici le Valchirie sono cavalcatrici di Lupi e non solo cavalli e girano tra i morti in battaglia per raccogliere le anime dei più valorosi (morenti o già morti).

http://www.studiarapido.it/le-amazzoni-il-popolo-delle-donne-guerriere/#.VzzpYf9f3Mo


Ultima modifica di Eroe per Caso il 11/14/2016, 18:24, modificato 1 volta

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Viride il 11/14/2016, 18:11

Lancillotto2013 ha scritto:Il cavallo è ancora oggi molto usato dalle stesse popolazioni russo-mongole , gare corse e uno stile di vita che hanno trasmesso anche all'ungheria.

Le valchirie erano un popolo matriarcale e guerriero in cui l'uomo serviva solo per poche cose (riproduzione ).

Alcune si toglievano un seno per poter tirare meglio con l'arco.

Ercole (che era originario della Jugoslavia) le sconfisse in una epica battaglia, e il caso non è isolato o incerto: perché c'è sempre stato un forte collegamento tra Grecia e Russia:
- i popoli Achei erano russi che scesero e colonizzarono la grecia antica.
- il vello d'oro era nelle zone a est del Mar Nero : dove c'erano miniere d'oro e i greci andando là ne tornarono con la polvere d'oro su vestiti e armenti che portavano con sé sulle navi (gli Argonauti) da li la leggenda del Vello d'Oro.

Alle donne guerriere io non ci credo. Le donne semplicemente non hanno il fisico per fare la guerra con gli uomini. Ma gli Achei non erano nordici invasori?
avatar
Viride
Neofita
Neofita

Messaggi : 6
Punti : 20
Reputazione : 14
Data d'iscrizione : 13.11.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 11/14/2016, 18:52

Certamente, ognuno crede quel desidera.
Le prove storiche e archeologiche ci sono.
Che le donne sia ottimamente arruolate in eserciti, polizia, ruoli pericolosi è un altro dato di fatto.
In palestre, parlo di Karate, ho visto donne che sinceramente, lascerei perdere .. in quanto a lotta e a una contesa a mani nude

Dal punto di vista fisico una donna allenata ha minore potenza ma anche maggiore durata e resistenza fisica a parità di peso-massa corporeo.

Gli Achei erano una popolazione nordica della Russia, scesero e conquistarono l'intero territorio greco, soppiantando l'antica popolazione MINOICA pre-ellenista, che aveva capitale nell'isola del Minotauro, e aveva discendenza mediorientale o cmq mista orientale-greca rispetto agli Achei.
Benché di antica cultura i Minoici vivevano con alta cultura, ottimi vestiti, grande conoscenza tecnico costruttiva di città murate di grande impegno, essi vivevano abbastanza in un "limbo pacifico e tranquillo".

La discesa degli Achei ha creato una nuova generazione circa ..4000 anni fa, ma io credo ci sia stato più che una vera e propria guerra e invasione, un miscelarsi tra le due razze, quella locale dei Minoici e quella discesa del popolo Acheo.

Agamennone, capo dei Re achei, era biondo con gli occhi azzurri.

C'è da dire che in quei tempi ..dopo una scaramuccia a spadate capitava che diventavano amici i popoli: e non si odiavano a morte come invece siamo abituati noi..

C'è anche da dire che la Grecia Antica, secondo me, vede un Ercole, nato nel lato ovest estremo dell'antica Grecia ..praticamente tra Albania ed ex Jugloslavia, conquistatore di europa e asia con prove ovunque, in lombardia, in veneto, un sud italia, in spagna e in francia e persino in India.

Ora capisci che .. uno può credere o non credere, ma l'esperienza insegna che, quando iniziano a esserci "troppe prove" .. purtroppo non c'è più leggenda o fantasy, ma solo dei dati di fatti.
Idem si può dire sulla scoperta di Troia, tutti credevano sino a 100 anni ..che fosse una barzelletta, e invece fu la prima guerra mondiale mediorientale ed europea al mondo dopo lo scontro mondiale ma tutto orientale e medio-orientale precedentemente avvenuto in India e raccontato in molti testi e nella Baghavad Gita induista (con prove archeologiche all'ennesima potenza anche qui..).

Con questa breve panoramica di esempi non voglio certo farti cambiare idea o idee, ognuno dice la sua

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Viride il 11/15/2016, 23:03

Ad Ercole e a Troia ci credo, alle donne guerriere no. Anche oggi che esistono le armi da fuoco (che rendono la forza fisica meno importante) quando c'è da combattere sul serio si inviano gli uomini. Ho parlato con vari uomini che hanno fatto il militare negli Stati Uniti dove ci sono anche le soldatesse e mi hanno detto tutti che le donne non riuscivano a stare al passo con i colleghi maschi. Anche negli sport vediamo una separazione tra uomini e donne, perché? Perché le atlete femmine semplicemente non potrebbero competere con gli uomini.

_________________
Il mio blog su argomenti misteriosi: https://ilmondomisterioso.blogspot.it/
avatar
Viride
Neofita
Neofita

Messaggi : 6
Punti : 20
Reputazione : 14
Data d'iscrizione : 13.11.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Lancillotto2013 il 11/16/2016, 00:17

In effetti Ercole le ha sconfitte, ma considera che Ercole ha conquistato il mondo europeo e orientale, girava con una città armata che incluse famiglie al seguito erano sui 100mila individui .. un po' difficilino fermarlo.

In linea di massima è vero che l'uomo è più forte ma, a parità di peso-massa, con di fronte una donna allenata, potrebbe anche avere qualche problemino.

 

 

  Shocked

Eppoi ci sono certe donne statuarie che

  affraid

_________________

Il vantaggio di essere un Intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è proprio impossibile.
avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2529
Punti : 6696
Reputazione : 3525
Data d'iscrizione : 11.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da cassania il 11/16/2016, 12:32

Viride ha scritto:Alle donne guerriere io non ci credo. Le donne semplicemente non hanno il fisico per fare la guerra con gli uomini. Ma gli Achei non erano nordici invasori?
Ok, magari non tutte hanno il fisico per affrontare un uomo in una lotta diretta a mani nude. Però non è mica l'unica arma da usare in guerra, lì dove manca la forza subentrano le altre armi come l'astuzia, ad esempio, come le frecce ed i veleni, le trappole ecc. Ed il ruolo dei cecchini? E delle provocazioni? E le donne ninja? Le donne spie? Hai voglia, abilissime... E poi, ritornando alla forza fisica, una mia lontana parente non essendo una maestra di karate, qualche mesetto fa ha spedito il marito in ospedale. Come? Niente, era già nervosa per un altro motivo, poi lui invece di tranquillizzarla l'ha fatta innervosire ulteriormente. A quel punto lei ha preso uno sgabello e gliel'ha sbattuto sulla schiena Era stato operato d'urgenza alla milza, quindi alla fine dei conti ci vuole poco.

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)

Quando per tutti è notte, per il saggio raccolto in Sé è tempo della veglia; quando per tutti è tempo della veglia, è notte per il silenzioso saggio raccolto. (BGII69)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2101
Punti : 6420
Reputazione : 4257
Data d'iscrizione : 22.06.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da Eroe per Caso il 11/16/2016, 21:50

A quei tempi o guerreggiavano nudi o quasi, avevano scudi multistrati (cuoio, lana, placche di bronzo) solo chi poteva .. tipo Aiace che aveva uno scudo rettangolare che lo copriva completamente.

Si sa infatti che le armature pesanti che vediamo nei musei sono spuntate verso il tardo medioevo (900- 1100 DC) per parare colpi da arma da fuoco e spade diventate sempre più "enormi".
Sappiamo anche però che, con l'uso dell'arco, avvenne la fine delle armature pesanti a cavallo con incontri nei pantani erbosi e nei boschetti stretti

Le Valchirie andavano ad arco, quindi potevano colpirti anche a 100 METRI e farti secco all'istante.
Poi, da antichi affreschi su vasi greci le vediamo anche con lancia e spada e anche nel corpo a corpo con dette armi bianche.

Ora, anche facendo una lancia non da soldato Oplita lunga 3 metri, basta un giavellotto da 2 metri ben affilato per trapassare chiunque come un pollo tra i 10 e i 50 metri.
Le spade, per lo più erano corte (40 - 50 cm.) basta anche la forza di un bambino per tagliarti un braccio se è ben affilata e pungente. 

Credo che ci fosse anche un certo lesbismo tra queste "donne guerriere" ma anche li non c'è una novità: L'isola di Lesbo era basata su donne profetiche e monache che facevano riti orgiastici e si prostituivano in nome della divinità da loro Ossequiata.
Il denaro chiesto ai viandanti - partecipanti penso andasse al tempio e al loro "auto - mantenimento .. del loro Ordine di divinazione".

Questa libertà sessuale era correlata a un stirpe, a un gruppo, a una razza, a una religiosità e divinità specifica (apollo, giove, diana cacciatrice, venere, ecc.. ecc..).

La stessa libertà al femminile la troviamo nei Fenici in toscana, dove la donna, anche se sposata, poteva benissimo divorziare, aveva licenza di trovare amanti, si autogestiva anche senza l'autorità o il parere del marito.

Il fatto che sia stata trovata intatta (persino la pelle e i tatuaggi magici sul corpo intatto) una delle Regine delle Amazzoni in Russia (e non solo i soliti Mammut congelati), sepolta con oro e argento, armi, cappello regale, due cavalli, e un sacco di ammennicoli di pregio, un po' da donna e un po' da guerriero, secondo me è una prova archeologica e scientifica inconfutabile.
E consideriamo che il cavallo, ha una tradizione russo - mongola   non da ridere, che si può vedere anche oggi nei giovani di molti luoghi di russia e limitrofe zone.
 



Ma poi non ci vedo chissà che notizia, quando c'erano guerre, sia uomini che donne lottavano per la loro vita, il bestiame, i figli, la terra, .. insomma erano tutti coinvolti, e se persino abbiamo una Giovanna D'Arco a guidare gli eserciti francesi in tempi lontani ma più recenti a noi ... le donne hanno il loro potenziale, poi su chi ce l'ha più duro non saprei.

Una volta, ricordo che ho scaricato una "musona rompicojoni", con un semplice ceffone, Ella, la dolce donzella, "m'ha fatto un occhio nero" icon_rof

  .. e io non è che sono un rachitico, un fighetto o uno stitichetti ..eh..

_________________
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 3690
Punti : 10460
Reputazione : 6029
Data d'iscrizione : 06.02.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La principessa Ukok

Messaggio Da meviesther il 1/23/2017, 18:44

il tempo è implacabile anche con le amazzoni, è brutta forte.
avatar
meviesther
Auditore
Auditore

Messaggi : 11
Punti : 44
Reputazione : 31
Data d'iscrizione : 27.12.15

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum