La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati per:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Ecco cosa accade poco prima e poco dopo la morte
Vita da suora EmptyIeri alle 00:30 Da Lancillotto2013

» NEL NOME DI ALLAH
Vita da suora Empty4/22/2019, 14:40 Da Eroe per Caso

» UN UFO SUL BALCONE
Vita da suora Empty4/22/2019, 14:34 Da Eroe per Caso

» IL BUCO NERO
Vita da suora Empty4/15/2019, 16:57 Da U F O

» Il mio stato d'animo
Vita da suora Empty4/12/2019, 00:55 Da Lancillotto2013

» Se questa è vita..
Vita da suora Empty4/7/2019, 23:47 Da Lancillotto2013

» fantasmi a firenze
Vita da suora Empty4/7/2019, 19:12 Da Robbie

» Se prendo il pesce sto meglio
Vita da suora Empty4/7/2019, 19:09 Da Robbie

» Kassapa
Vita da suora Empty3/30/2019, 23:22 Da Eroe per Caso

Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

Ecco cosa accade poco prima e poco dopo la morte

4/23/2019, 00:28 Da Lancillotto2013

Esperienze di morte con ritorno di alcune persone.

Se la morte è una delle poche certezze della vita, uno dei misteri antropologici che da sempre …

[ Lettura completa ]

Commenti: 1

nuovo evp

2/19/2019, 22:54 Da kardec

salve ragazzi,dopo tanto tempo siamo riusciti ( o almeno credo ) di aver registrato un nuovo evp!

la registrazione di questo video,l'abbiamo decisa …

[ Lettura completa ]

Commenti: 11

video con strane luci bianche

1/19/2018, 11:08 Da kardec

ciao a tutti..l'altro giorno vicino a degli alberi dove si trova una madonnina con dei ceri accesi e delle foto di persone appoggiate accanto, ( …

[ Lettura completa ]

Commenti: 21

La macchinetta del caffe fa le bizze

6/9/2018, 11:12 Da Carlo

Da qualche settimana la macchinetta del caffe si accendeva da sola, portata in un centro di riparazione non risulta che si sia guastata. La …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Marcello Bacci

4/16/2018, 14:09 Da Claudio80

cheers
Ciao a tutti, stavo leggendo con un certo interesse la vicenda di Marcello Bacci, che ora non è più in vita. 
Era di Grosseto, era …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

Oggetti che si spostano.

1/1/2017, 15:30 Da Andrea72

Buongiorno a tutti, volevo chiedere Consiglio a voi su una questione che, ammetto, mi spaventa.
Sono sposato da 16 anni e non è mai accaduto nulla …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

Fatture esistono? Hanno sintomi?

2/16/2018, 12:02 Da Magika

Sintomi della Fattura.

anime tormentate maleficio - Anime tormentate dalle fiamme di un maleficio.
Rappresentazione tratta da un manoscritto …


[ Lettura completa ]

Commenti: 3

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni

12/1/2017, 12:59 Da Eroe per Caso

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni premonitori" Vita da suora 3005905592

Ospite del salotto di Barbara d'Urso a Pomeriggio 5, Ivana Spagna è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

Migliori postatori
Eroe per Caso (4129)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
Lancillotto2013 (2970)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
U F O (2910)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
cassania (2313)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
Libera (1533)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
Bloham (422)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
Francesca (265)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
DEM (263)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
Selene (237)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 
Claudio80 (211)
Vita da suora Vote_lcapVita da suora Voting_barVita da suora Vote_rcap 

Parole chiave

3  15  19  18  14  11  karma  13  20  10  1  paranormale  Lahore  2  caso  8  7  Buddha  16  5  boutique  12  finedelmondo  6  4  17  

Statistiche
Abbiamo 110 membri registrati
L'ultimo utente registrato è sachinmehta

I nostri membri hanno inviato un totale di 18347 messaggi in 1531 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di Forum di Paranormale Misteri Meditazione Spiritualità Yoga e Psiche sul tuo sito sociale bookmarking


Vita da suora

Andare in basso

Vita da suora Empty Vita da suora

Messaggio Da Eroe per Caso il 11/6/2015, 17:49

http://www.huffingtonpost.it/2015/06/16/suore-molestate-al-convento-di-frigento_n_7594036.html

Suore molestate, denutrite e costrette a giurare obbedienza col sangue. La Procura indaga sul convento di Frigento


Vocazioni ottenute con la forza, suore costrette a subire molestie, pasti fatti di cibo scaduto. È un ritratto inquietante, quello fatto dell'Istituto dei Frati Francescani dell'Immacolata di Avellino, ora sotto la lente d'ingrandimento della Procura.

L'istituto, già commissariato nel 2013 dalla Santa Sede e osservato speciale della Guardia di Finanza per presunta truffa aggravata e falso ideologico, torna a far parlare di sè dopo il deposito di alcuni documenti scottanti da parte dell'avvocato Giuseppe Sarno. Si parla di un giro di abusi, fisici e psicologici, descritti oggi da un articolo del quotidiano Il Mattino.

Con le carte appena consegnate un nuovo scenario, fatto di presunti abusi, atti di libidine e prevaricazioni attuate dal fondatore Padre Stefano Maria Manelli, viene a sovrapporsi a quel mondo sommerso di ingenti movimenti di denaro, e di beni mobili e immobili che sarebbero stati affidati illecitamente a laici, su cui sono puntati i riflettori degli inquirenti.

Centrale la figura del fondatore dell'Istituto, accusato da decine di suore ed ex-religiose.

Si parla di fanatismo, culto idolatrico verso il fondatore della Comunità e dei suoi presunti atteggiamenti autoritari, possessivi e narcisisti, volti al controllo assoluto e incondizionato di frati e suore, molti di cui stranieri, nel convento di Frigento e negli altri sparsi in tutta la Penisola.

Padre Manelli avrebbe, secondo l'accusa, colpito le suore con vessazioni costanti, ricatti e mortificazioni. Tutto per ottenere la fedeltà assoluta delle religiose. Un patto di fedeltà che sarebbe stato siglato con il sangue: alle suore, ritengono infatti gli inquirenti, sarebbero stati punti i polpastrelli con l'ago.

http://www.ilciriaco.it/cronaca/item/13244-l’istituto-dell’immacolata-come-i-lager-nazisti-documento-shock-di-corriere-tv.html


L’Istituto dell’Immacolata come i lager nazisti: documento shock di Corriere Tv


Inchiesta della giornalista Amalia De Simone sui conventi gestiti dall’istituto di Frigento. Parla una suora: “marchiate a fuoco e costrette ad abusi fisici e sessuali”


Vessazioni, violenze e soprusi. Tutto questo emerge da una magistrale inchiesta realizzata per Corriere Tv dalla giornalista Amalia De Simone che ha scavato nella vita dell'Istituto dell'Immacolata di Frigento, già finito agli onori della cronaca per un'inchiesta per truffa e falso ideologico.
La suora intervistata, con volto e voce camuffata, è stata per 12 anni in uno dei tanti conventi gestiti in tutto il mondo dall'istituto commissariato da Papa Francesco due anni fa.
"Più ci facevamo male, più forte era la penitenza e più saremmo state gradite al Signore" racconta la suora. Ad istigare le donne finanche alla prostituzione, come racconta la suora, sarebbe stato padre Stefano Manelli, cofondatore dell'istituto religioso che ovviamente respinge tutte le accuse.

Nel documento, che ripercorre il dossier assemblato dal Vaticano, ci sono numerose dichiarazioni di frati, suore e familiari di religiosi che tracciano un quadro cupissimo della gestione dell'istituto dedicato all'Immacolata.
De Simone è riuscita a mostrare documenti come una lettera scritta col sangue, ma anche la foto di un'altra suora, da anni trasferitasi all'esterno, marchiata a fuoco sul collo. La suora che ha deciso di rompere il silenzio spiega al CorriereTv: «ho già testimoniato in Vaticano e sono disposta a far esaminare la lettera scritta col sangue e poi controfirmata da padre Stefano Manelli, dai periti della procura. Lo faccio perché ho il dovere di far emergere cosa accadeva in quei conventi lager, dove ci sono ancora nostre sorelle che soffrono».

E, stando alle testimonianze raccolte, il paragone con i lager nazisti, non sembra assolutamente azzardato: «mangiavamo la cenere nei pasti e spesso lo facevamo in ginocchio. La sera ci frustavamo con la disciplina, uno strumento con delle punte di ferro. Mentre lo facevamo dovevamo pregare e gli schizzi di sangue imbrattavano i muri. Portavamo anche un cuore fatto con dei chiodini. Lo mettevamo a contatto con la pelle. Io mi sono anche marchiata a fuoco due volte».

Su questo e sui 30 milioni di euro sequestrati dalla Procura, che dopo il dissequestro dei beni da parte del Tribunale di Riesame, proporrà ricorso in Cassazione, indagano i pm Adriano Del Bene e Fabio Del Mauro, coordinati dal Procuratore Rosario Cantelmo.

_________________
Vita da suora Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4129
Punti : 12581
Reputazione : 7541
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Vita da suora Empty Re: Vita da suora

Messaggio Da Eroe per Caso il 11/6/2015, 17:57

Suore molestate e costrette in povertà: la Procura apre fascicolo sui misteri del convento di Frigento


Voti di obbedienza ai fondatori sanciti con il sangue; costrette a subire molestie e a consumare solo cibi scaduti, nonostante i lauti proventi dei benefattori; vocazioni forzate e confessioni sacramentali utilizzate come mezzo di ricatto. E’ l’incubo vissuto da alcune suore emerso dal dossier inviato alla Procura della Repubblica di Avellino che sulla vicenda dell’Istituto dei Frati Francescani dell’Immacolata (a Frigento) ha aperto un fascicolo. Come scrive il Mattino, l’istituto era già stato commissariato dalla Santa Sede nel 2013 e, dal marzo scorso, è finito sotto i riflettori delle Fiamme Gialle per i reati di truffa aggravata e falso ideologico. I nuovi documenti sono stati depositati da Giuseppe Sarno, l’avvocato che nello scorso settembre, nell’interesse dei nuovi vertici della Congregazione, aveva sporto querela-denuncia segnalando le presunte irregolarità nella gestione dei patrimoni e avviato così le indagini congiunte da parte della Procura e della Finanza. Dalle denunce emerge uno scenario fatto di presunti abusi, atti di libidine e prevaricazioni messe in atto dal fondatore Padre Stefano Maria Manelli. Pesanti le accuse a lui rivolte dalle decine di suore ed ex-religiose soprattutto, uscite fuori dall’Istituto per le vessazioni, i ricatti e le mortificazioni subite, a partire dal patto di fedeltà sugellato con il sangue di un polpastrello punto da un ago.
Dagli atti emerge anche lo stato di miseria in cui vivevano le suore, diventate cieche o malate a seguito di una cattiva alimentazione. Eppure era enorme il giro di soldi all’interno dell’Istituto. Mistero anche sulla destinazione della beneficenza per le missioni, visto che in Africa e in Brasile le ex religiose raccontano di stenti mentre il denaro tornava indietro in Italia.

Vita da suora, anni di vessazioni in forza di quel patto di obbedienza scritto col sangue

Due documenti inediti: una lettera scritta col sangue e un marchio a fuoco. Violenza e sottomissione nell’inchiesta della procura di Avellino sull’istituto religioso dei frati dell’Immacolata: in un dossier storie di presunte vessazioni, abusi, strani giri di denaro e perfino istigazione alla prostituzione. - Amalia De Simone /Corriere TV

Le macchie di sangue sono così intense che le frasi che tracciano sembrano ferite ancora aperte. Eppure sono passati ormai 22 anni. Ventidue anni da quella notte in cui alcune suore giurarono obbedienza in una cappella con un rito simile alla «pungiuta», usata dalla ‘ndrangheta per affiliare i membri del clan. È il racconto di una donna che è stata per 12 anni una suora e che insieme ad altre sue consorelle con quel rito dice di aver promesso devozione e fedeltà a padre Stefano Manelli, cofondatore dell’istituto religioso dei frati dell’Immacolata, istituto di diritto pontificio con sede principale a Frigento (Avellino) e con una costellazione di conventi in tutto il mondo. Un documento citato in un dossier sulle cui testimonianze indagano i pm della procura di Avellino e in cui si raccontano storie di presunte vessazioni, abusi, violenze, strani giri di denaro e perfino istigazione alla prostituzione.

Calunnie secondo Manelli, assistito dall’avvocato Enrico Tuccillo. Il dossier fu assemblato dal commissario apostolico del Vaticano, padre Fidenzio Volpi, nominato nel 2013 dopo la sospensione del superiore Padre Stefano Manelli. L’esposto che conteneva il documento, fu presentato all’autorità giudiziaria dal legale Giuseppe Sarno dopo l’improvvisa morte di monsignor Volpi, avvenuta lo scorso giugno. Nel documento ci sono numerose dichiarazioni di frati, suore e familiari di religiosi che tracciano un quadro cupissimo della gestione dell’istituto dedicato all’Immacolata. La promessa di obbedienza vergata col sangue che mostriamo insieme ad alcune testimonianze non è l’unico documento inedito: c’è anche la fotografia di una suora marchiata a fuoco. E questa volta a parlare non sono solo parole sulla carta: «Ho già testimoniato in Vaticano e sono disposta a far esaminare la lettera scritta col sangue e poi controfirmata da padre Stefano Manelli, dai periti della procura. Lo faccio perché ho il dovere di far emergere cosa accadeva in quei conventi lager, dove ci sono ancora nostre sorelle che soffrono».

«Ti devi fare santa» era questa la parola d’ordine utilizzata secondo quei racconti, per convincere suore e frati a sopportare la sofferenza di malattie senza potersi curare, mangiare cibi scaduti e frustarsi: «Mangiavamo la cenere nei pasti e spesso lo facevamo in ginocchio – racconta un’altra ex suora che ora vive in sud America – La sera ci frustavamo con la disciplina, uno strumento con delle punte di ferro. Mentre lo facevamo dovevamo pregare e gli schizzi di sangue imbrattavano i muri. Portavamo anche un cuore fatto con dei chiodini. Lo mettevamo a contatto con la pelle. Io mi sono anche marchiata a fuoco due volte». Dichiarazioni su cui la pm Adriana Del Bene della procura di Avellino ha disposto indagini. Ma in procura non c’è un solo fascicolo: c’è infatti anche un’indagine per truffa aggravata e falso ideologico che ha portato al sequestro di 30 milioni di euro a due associazioni legate all’istituto. Il tribunale del riesame ha poi dissequestrato i beni ma la procura ha proposto ricorso in Cassazione e l’avvocato Sarno ha interpellato sul caso anche il tribunale civile.

Le indagini del procuratore Rosario Cantelmo e del pm Fabio Del Mauro sono focalizzate su una serie di condotte fraudolente che sarebbero state attuate per poter mantenere il controllo sui cospicui patrimoni dell’istituto, così da impedire al commissario apostolico (nominato dalla Santa Sede) di governare l’ordine religioso. Pochi giorni fa la Santa Sede ha commissariato anche l’istituto religioso delle suore. I soldi sono un capitolo molto importante anche nel secondo fascicolo, quello sugli abusi. A parlare è ancora una volta la principale testimone della vicenda che lancia accuse gravissime di presunti casi di induzione alla prostituzione: «Ci mandavano da alcuni “benefattori” molto ricchi e ci chiedevano di essere accondiscendenti. Io mi sono tirata indietro. Anche Manelli aveva modi ambigui». Un atteggiamento raccontato anche nel dossier: «Stavo male quando facevo direzione spirituale con padre Manelli perché facendolo sembrare un fatto naturale spingeva la mia mano verso le sue parti intime».

Nelle pagine raccolte da monsignor Volpi ci sono anche altre descrizioni del genere. Enrico Tuccillo, avvocato di padre Manelli, parla del suo assistito come di un perseguitato e paragona la sua vicenda a quella di figure di Santi come quella di San Pio o San Francesco: «Padre Stefano Manelli desidera vivere in povertà, vuole vivere secondo l’ispirazione tradizionale della chiesa, tutto il resto sono delle strumentalizzazioni e sono delle non verità. Per quanto concerne la truffa credo che il tribunale del riesame abbia già chiarito con il rigetto che non esiste né truffatore né truffato. Poi c’è l’altro filone quello dei dossier delle suore costrette a leccare i pavimenti. È ridicolo e triste. Noi abbiamo già presentato tre denunce per calunnia alla Procura della Repubblica di Avellino».

Vita da suora Sexy-costume-da-suora

_________________
Vita da suora Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4129
Punti : 12581
Reputazione : 7541
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Vita da suora Empty Re: Vita da suora

Messaggio Da noctunomium il 11/6/2015, 18:15

Cercavano il diavolo che rode in loro Vita da suora 31454746
noctunomium
noctunomium
Lettore
Lettore

Messaggi : 30
Punti : 103
Reputazione : 61
Data d'iscrizione : 12.03.15

Torna in alto Andare in basso

Vita da suora Empty Re: Vita da suora

Messaggio Da Libera il 11/10/2015, 14:43

Che schifezza Sad

_________________
Impermanenti, mutevoli sono le formazioni
la loro natura è di sorgere e cessare
essendo sorte esse poi cessano
quando si fermano è una benedizione
la loro immobilità è una benedizione
Libera
Libera
Guru
Guru

Messaggi : 1533
Punti : 4097
Reputazione : 2440
Data d'iscrizione : 30.04.15

Torna in alto Andare in basso

Vita da suora Empty Re: Vita da suora

Messaggio Da Eroe per Caso il 11/11/2015, 13:31

Orge tra novizie, rituali, omicidi. Lo scandalo delle monache di Sant’Ambrogio


ROMA – Orge tra novizie, pianificazioni di omicidi. E dettagli talmente perversi da andare oltre ogni fiction immaginabile. Con le suore per protagoniste e un convento, quello di Sant’Ambrogio, come location.

Tutto accaduto nel 1859 e denunciato da una suora che nel convento era scappata per trovare rifugio. Saranno i racconti della suora a dare il via a uno dei processi più scandalosi di sempre. Processo di cui molti dettagli sarebbero stati taciuti. E che ora sono finiti in un libro scritto da Hubert Wolf.

Dagospia pubblica una lunga presentazione de “Lo scandalo delle monache di Sant’Ambrogio”, un libro destinato a far discutere

Nell’estate del 1859, una monaca disperata del convento romano di Sant’Ambrogio inviò una lettera a suo cugino, vescovo in Vaticano, chiedendo di essere salvata. Sosteneva di essere in pericolo di vita, vittima di ripetuti tentativi di avvelenamento. Il parente rispose liberandola e lei, Katharina von Hohenzollern-Sigmaringen, trovò riparo nella sua tenuta di Tivoli, da dove cominciò a denunciare i comportamenti delle sue ex-sorelle. Erano accuse più luride di qualsiasi satira clericale, piene di trasgressioni sessuali, pratiche eretiche e pianificazioni di omicidi.

L’avvenimento è raccontato da Hubert Wolf nel libro “Lo scandalo delle monache di Sant’Ambrogio”, prendendo spunto da un fatto realmente accaduto ma di cui gli imbarazzanti dettagli furono taciuti dal Vaticano. Wolf ha trovato il materiale del caso in un angolo degli archivi vaticani e sottolinea come il clima omicida sia tipico delle istituzioni chiuse, dove il potere è accentrato.

Katharina apparteneva a una grande dinastia reale tedesca. Rimase vedova ed entrò in convento a 30 anni, in cerca di un luogo pacifico e contemplativo. Sant’Ambrogio offriva la possibilità della clausura, lì le suore non avevano contatto con l’esterno. A parte dottori e confessori, gli uomini non venivano ricevuti, nemmeno se preti. Poco dopo il suo arrivo, la principessa devota cominciò a notare delle anomalie. Le consorelle veneravano un po’ troppo la fondatrice del convento Maria Agnese Firrao, e ancor di più avevano il culto di Sorella Maria Luisa, bellissima ventenne che in qualche modo aveva conquistato autorità assoluta. Intelligente e carismatica, costei sosteneva di ricevere visioni, messaggi e lettere dalla Vergine Maria e da Gesù Cristo stesso.

Confessava le altre e praticava esorcismi, spesso su un uomo noto come “l’Americano” (in realtà era tirolese), il quale in una lettera scritta in tedesco (mai mostrata al processo) chiedeva a Maria Luisa di praticare atti sessuali. Secondo Katharina, Maria Luisa aveva rapporti impropri con l’uomo in questione, con il confessore Padre Peters, col quale passava molto tempo in privato, e con le altre novizie. Iniziò anche a sospettare dei miracolosi eventi che riguardavano Maria Luisa, tipo l’aroma di rose che il suo corpo diffondeva. Una volta espressa la sua titubanza sulla santità della sorella, la principessa si ammalò.
Le venivano somministrate strane medicine e cibo dal sapore sospetto. Ricevuta la sua denuncia, Papa Pio IX indisse un’inchiesta. Si scoprì che il convento credeva nelle storie di auto-mortificazione della fondatrice Maria Agnese Firrao, che per prevenire la blasfemia metteva la lingua per sei minuti sotto una pietra pesante e indossava una maschera chiodata.
Le sorelle tenevano i suoi effetti personali come reliquie, la veneravano nonostante l’Inquisizione avesse invalidato i suoi “poteri sacri” e l’avesse confinata altrove, con la promessa di non tenere più rapporti con le sue ex “figlie“. Le autorità ecclesiastiche scoprirono anche che Maria Luisa faceva sesso con le novizie e che, la notte prima dei voti, queste partecipavano a riti danzanti, prima di passare nel letto della superiora per purificarsi. Lei preferiva le meno giovani, con più esperienza sessuale. Il rito era stato però stabilito dalla fondatrice Maria Agnese, che soleva fare il segno della croce sulle parti intime delle “figlie” da purificare. Gli investigatori scoprirono anche che a scrivere le lettere “sante” era una sorella con una meravigliosa calligrafia.
In queste, la Vergine Maria ordinava al confessore Padre Peters di impegnarsi in atti erotici con Maria Luisa per darle il potere di “benedire” le sue novizie. Lui eseguì. Maria Luisa, predatrice sessuale e manipolatrice, infine confessò ma disse di averlo fatto perché rientrava nei doveri del suo ordine.

Vita da suora 1536881758

_________________
Vita da suora Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4129
Punti : 12581
Reputazione : 7541
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Vita da suora Empty Re: Vita da suora

Messaggio Da Eroe per Caso il 11/11/2015, 13:40

Scandalo suore, Padre Manelli chiede aiuto a Papa Francesco: "Ti racconto tutto"

Vita da suora 2015-11-09-manelli-2
Il controverso padre Stefano Manelli, fondatore dei Francescani dell’Immacolata è a San Giovanni Rotondo nella casa del ramo femminile di via De Nunzio

Scandalo suore, Padre Manelli chiede aiuto a Papa Francesco: "Ti racconto tutto"

Il controverso padre Stefano Manelli, fondatore dei Francescani dell’Immacolata è a San Giovanni Rotondo nella casa del ramo femminile di via De Nunzio. Spesso lo avvistano nelle vie di San Giovanni Rotondo, a passeggio, con alcune suore.  Ma non ricambia i saluti, al pari delle religiose, in ottemperanza al precetto della massima riservatezza e chiusura al mondo.  

Secondo quanto raccontano quelli che dall’Istituto sono andati via, il padre fondatore avrebbe esercitato un culto della personalità esagerato,  arrivando  a richiedere baciamano, baciapiedi, taluno lo ritiene un santo in vita, lo pensano ispirato direttamente  dalla  Madonna, con casi di levitazione. Insomma, un panorama molto forte. Sempre le testimonianze di chi si è allontanato, parlano di terra bruciata che viene fatta intorno a loro con la polverizzazione della identità.  Agli aderenti sarebbe negato di dialogare tra di loro, di ricevere visite, di avere corrispondenza e persino di curarsi, il tutto per tutelare la riservatezza e la chiusura al mondo.  A tutto questo, si aggiungono la sconcertante storia del voto di obbedienza vergato col sangue da alcune sorelle dell'Istituto femminile poi andate vie, e persino presunti abusi sessuali, fatti raccontati recentemente in tv e dal Corriere della Sera.

_________________
Vita da suora Bangko10
«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
Eroe per Caso
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4129
Punti : 12581
Reputazione : 7541
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Vita da suora Empty Re: Vita da suora

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum