La tua lingua
italiano english Spain
Germany Portugal Russian
Traduci Translate
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Cerca
 
 

Risultati per:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Forum Paranormale Mistero Meditazione su Facebook

Facebook
Paranormale
Forum



Facebook
Paranormale
Attivo

La macchinetta del caffe fa le bizze

6/9/2018, 11:12 Da Carlo

Da qualche settimana la macchinetta del caffe si accendeva da sola, portata in un centro di riparazione non risulta che si sia guastata. La …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Marcello Bacci

4/16/2018, 14:09 Da Claudio80

cheers
Ciao a tutti, stavo leggendo con un certo interesse la vicenda di Marcello Bacci, che ora non è più in vita. 
Era di Grosseto, era …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

Oggetti che si spostano.

1/1/2017, 15:30 Da Andrea72

Buongiorno a tutti, volevo chiedere Consiglio a voi su una questione che, ammetto, mi spaventa.
Sono sposato da 16 anni e non è mai accaduto nulla …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

Fatture esistono? Hanno sintomi?

2/16/2018, 12:02 Da Magika

Sintomi della Fattura.

anime tormentate maleficio - Anime tormentate dalle fiamme di un maleficio.
Rappresentazione tratta da un manoscritto …


[ Lettura completa ]

Commenti: 3

video con strane luci bianche

1/19/2018, 11:08 Da kardec

ciao a tutti..l'altro giorno vicino a degli alberi dove si trova una madonnina con dei ceri accesi e delle foto di persone appoggiate accanto, ( …

[ Lettura completa ]

Commenti: 20

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni

12/1/2017, 12:59 Da Eroe per Caso

Ivana Spagna shock: "Vedo fantasmi e faccio sogni premonitori"

Ospite del salotto di Barbara d'Urso a Pomeriggio 5, Ivana Spagna è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 10

sentire ancora vicine le persone morte

11/13/2017, 09:56 Da celeste09

Buongiorno,
confesso che mi sento un po' fuori posto a scrivere in questo spazio.  Spero di avere in risposta opinioni serie.
Mio marito se n'è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 5

nuovo evp?

11/12/2017, 10:43 Da kardec

ciao ragazzi,da poco ho effettuato una registrazione random col cellulare,riascoltandola ad un certo punto si sente un qualcosa..a me sembra dire una …

[ Lettura completa ]

Commenti: 7

Migliori postatori
Eroe per Caso (4041)
 
U F O (2847)
 
Lancillotto2013 (2842)
 
cassania (2275)
 
Libera (1533)
 
Bloham (422)
 
DEM (263)
 
Francesca (260)
 
Selene (237)
 
Claudio80 (201)
 

Parole chiave

karma  20  17  4  15  boutique  10  caso  16  Lahore  11  6  13  paranormale  12  18  19  3  5  14  1  2  7  nero  8  Buddha  

Statistiche
Abbiamo 108 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Denraul83

I nostri membri hanno inviato un totale di 17913 messaggi in 1462 argomenti
Flusso RSS



Bookmarking sociale

Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di Forum di Paranormale Misteri Meditazione Spiritualità Yoga e Psiche sul tuo sito sociale bookmarking


Fare Nidra

Andare in basso

Fare Nidra

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/19/2015, 01:25

Per fare non ci vuole molto, basta stendersi su un letto e prendere un doppio cuscino che aiuti a non essere facile preda del sonno, quel dio Morfeo che taglia la possibilità umana di diretto contatto con l'aldilà.
A occhi chiusi si guardi nel buio degli occhi stessi.
Si parta con un solo unico desiderio : non mi fermerò se non alla verità assoluta, costi quel che costi, accada quel che accada, io non ho paura ne dubbio.
Mantenendo attiva coscienza si raggiunga completo relax iniziale: il corpo c'è ma non lo si sente.
La mente ora dirà "son rilassata ma ci sono, esisto".
Allora si mantenga coscienza ma si eliminino anche i più sottili pensieri che insorgano in mente, alcuni entrano e vanno da soli .. altri gli si comanderà di "sloggiare e sparire"
Appariranno quindi negli occhi e intorno a noi rumori, esseri, fantasmi ed ectoplasmi : gli si dica "non mi interessate, potete andare".
Quindi si raggiunga lo stacco totale dal pensiero e dalla mente.
A questo punto si presenteranno immagini, vicende e cose gradevoli, sono Sogni, essi con la loro natura colorata e gradevole .. cercheranno di farvi entrare nel loro ambiente.. se entrate.. subito uscite a passi retrogradi e dite "chiudete pure questa visione perché non è cio' che cerco"... e continuate nel relax profondo.

Cosi allenando lo stacco da corpo, pensieri, mente e suoi sogni, ad un tratto avviene come un tuffo.. ma verso l'alto, in quel momento uscirete come da voi stessi e sarete in Jiva.

Cosi come può succedere, qualcuno cercherà ancora di prendervi per mano o per le braccia e di fermarvi, voi strattonatelo via.. e continuate, perché ora vi accorgerete anche di poter volare e di avere un corpo e un benessere ben diverso dal normale (e anche una certa forza molto diversa..).

Come uscendo da una piscina calda tra i vapori ..sorgerete .. in aria ..fuori da questa e vedrete un Signore, dovrebbe essere di vs. conoscenza, come se foste voi ..ma ne momenti migliori, quello è l'Atman, la vs. Vera Coscienza, che è anche il Creatore del vs. e di tutti i Samsara.

Se voi sarete forti e decisi ma anche calmi e tranquilli.. quel Monaco vi verrà incontro e voi abbracciandolo, con gran stupore, entrerete in lui e sarete Lui stesso immediatamente, poiché l'Atman trascende e re-ingloba le Jiva-anime che ha creato (ma mai è possibile il contrario).

Divenuti Atman vi troverete in un mondo eternamente arancione, senza sole e senza luna, senza tempo, eterno, e vedrete ogni oggetto sacro che L'atman ha nella sua casa ultraterrena.

Cosi avrete compiuto la prima Sadhana dello Yoga Nidra di Vishnu detto della Grande Liberazione.
E più lo ripeterete e più sarete esperti, pronti e maturi per fare la seconda e ultima meditazione: dall'Atman .. giungere al Brahman .. e indagare quindi pienamente nell'UNO ETERNO, vera origine di ogni cosa e di ogni essere.

Ci vorrà tempo, ci vorrà il non perdere mai la speranza, ci vorrà un vero combattimento con i pensieri falsi, disturbanti e sviatori dell'ego e della mente, perché è cosa semplice e per questo la mente umana non la gradisce.. essendo essa abituata al "difficile e irrequieto", dovrete far tacere ogni vs. pensare e dubbio, ogni cosa dovrete comandare dentro di voi, perché per miliardi di anni "avete creduto alle fantasie dell'egoismo mentale" .. e perché questa realtà fisica non ha nulla di fisico e l'umanità stessa NON ESISTE E MAI E' ESISTITA .. appare solamente .. questo si .. come un filmato che la vs. stessa mente continua a ricreare e riprodurre ogni mattina ..quando vi risvegliate dal sonno-sogno..

Cosi stanno le cose, il danno nostro .. siamo noi stessi, quindi ora è tempo di non illuderci più e di fare il percorso al contrario: se prima siamo fuggiti dal ns. Vero Noi stessi .. creando tanti falsi noi stessi nell'adrenalina del desiderio colorato dei ns. incubi e miraggi .. ora è tempo di concentrare la volontà e il ns. IO verso il percorso al contrario: per tornare indietro e riscoprire l'origine e CHI SIAMO VERAMENTE.

Tutto ciò che è prodotto .. non ha sostanza sua .. appare solo perché è un accumulo di tante cose, un aggregato di sostanze, cellule e atomi ..che in realtà solo solo vibrazione e frequenza, la massa è teorica, appare grazie a un gioco, cosi è stato voluto da noi e cosi è permesso dal Vero Sé Stesso.

Paradossi per la mente volgare e mondana, realtà sottili e veritiere per uno Yogi Esperto e ormai ben forte come me: ma io non sono nulla di diverso da chiunque.
Il supremo SE' mi ha permesso di dire ancora solo per dimostrarvi questo "Guarda oh ignorante umano, anche un uomo semplice come questo è capacissimo di raggiungere Il sé eterno e pacifico, quindi voi tutti non avete più alcuna scusa, non potrete più dire io non sapevo e nessuno me lo ha detto, io non riesco e non potrò mai .. non vi sarà più possibile parlare cosi .. perché un uomo che sembrerebbe ..da niente ..vi è riuscito e ve lo insegna".

Mai aver fretta, ma impegno costante, anche ogni giorno, anche due ore di seguito.. e senza mai dormire .. tenendo coscienza attiva ma mente e corpo inattivi del tutto.

Il segreto è nell'insistere e nella costanza, per questo sia lo scaltro che il frettoloso difficile riescano.

La zona intorno non deve essere disturbata da altri (animali inclusi).
Se ci ferma durante.. non si aprano gli occhi e facendo 3 lunghi respiri si riprenda con la stessa ferma volontà "via via avanti avanti .. sino alla verità assoluta, sino al grande brahman, io non mi fermo e insisto con grande forza di volontà e senza alcun timore"..

Cosi si fa e cosi si riesce.

E c'è chi l'ha detto secoli e secoli fa :


17. Solo colui che usa il discernimento, il distacco, la calma con le qualità concomitanti, e che aspira ardentemente alla liberazione può
investigare sul Brahman.
18. I Saggi hanno detto che per la realizzazione occorre praticare quattro qualificazioni, senza le quali l’attuazione del Brahman può
fallire.
19. La prima è la discriminazione tra reale e irreale, la seconda è il distacco da ogni frutto dell’azione sia in questo mondo sia in altri, la
terza è costituita dal gruppo delle sei qualità, quali la calma mentale, ecc., e la quarta è l’aspirazione ferma e ardente alla liberazione.
20. Il discernimento tra reale e irreale si fonda sull’incrollabile convinzione che solo Brahman è reale e che l’universo fenomenico è nonreale.
21. Vairāgya è il distacco da tutti i godimenti transitori, da quelli corporali a quelli corrispondenti allo stato di Brahmā. La rinuncia,
fondata sulla riflessione personale e sull’insegnamento del guru, dev’essere applicata a tutti gli organi e a tutte le condizioni di godimento.
22. Sama è la condizione di mente pacificata che contempla costantemente la meta, dopo essersi distaccata dalla molteplicità degli oggetti
sensibili perché ne ha messo in evidenza la loro vacuità.
23. Dama, o autodominio, si ha quando si staccano i due gruppi di organi sensoriali dai loro oggetti corrispondenti, riportandoli ai loro
rispettivi centri. Il raccoglimento è reputato perfetto quando gli oggetti esterni cessano di mettere in moto le modificazioni mentali.
24. Titiksa, o la pazienza, è quella condizione che sa accettare le afflizioni senza risentimento o ribellione, trovandosi libera da ogni
ansietà e da ogni lamento.
25. Sraddha è l’aderenza fiduciosa alla verità esposta nelle Scritture e dal proprio guru; con essa si perviene ad apprendere il reale.
26. Samadhana, o fermezza mentale, è quella condizione in cui la buddhi è costantemente concentrata sull’assoluto Brahman, senza
cadere nel gioco mentale.
27. Mumuksuta, o l’anelito all’emancipazione, è quella determinazione di apprendere la propria reale natura affrancandosi da tutte le
forme di schiavitù, da quelle relative al senso dell’io a quelle del corpo grossolano create dall’ignoranza.
28. Nei tiepidi, questa sete di liberazione può essere risvegliata con l’aiuto di vairāgya, di sama, ecc., e con l’influsso dell’Istruttore.
29. Sama e le altre qualità hanno vero significato ed effetti positivi solo quando vairāgya e la sete di liberazione si affermano con vigore.
30. Se invece la rinuncia e l’anelito alla liberazione permangono deboli, anche la calma della mente e le altre qualità diverranno illusorie,
come un miraggio nel deserto.
31. Fra i mezzi che portano alla liberazione, la devozione occupa un posto elevato. La ricerca costante della propria reale natura si chiama
devozione (bhakti).
32. V’è chi sostiene che la ricerca verso la verità del Sé non sia altro che bhakti. Chi aspira alla verità dell’ātman deve, avendo le
qualificazioni suddette, avvicinare un saggio Istruttore che lo guidi ad emanciparsi dalla schiavitù.




Vivekacudamani - Il gran gioiello della discriminazione (Shankara)

_________________
Colui che comprende la creazione e la dissoluzione, l'apparizione e la scomparsa degli esseri, la saggezza e l'ignoranza, deve essere chiamato Bhagavān. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia e non lo bagnano le acque, ne lo secca il vento, Esso è detto il non-manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile a Darma e Karma.

avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2842
Punti : 8227
Reputazione : 4623
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da U F O il 8/19/2015, 03:40

Eccellente Lanci , mi serviva questa ciliegina sulla torta. 

Anche io , da come te detto , ogni giorno oramai lo pratico. A parte quella manciata di giorni che lavoro di notte ( un alvoro normale eh , niente battute   ) , che mi fanno ritornare un pò stanco a casa , e il sonno prende la meglio.
Da come la vedo io , l'ostacolo più grande è far cessare completamente l'influsso di pensieri . Sembra facile , io lo faccio tranquillamente durante il giorno , ma da sdraiato al buio la faccenda è diversa. 
Come dici te ci sono dei pensieri che puoi bloccare , altri invece che fluiscono da soli , e sono quelli che mi fregano.
Come un piccolo palloncino che , una volta entrato in un corpo solido gonfiandosi lo rompe , cosi fanno questi piccoli pensieri incontrollati con la mia quiete mentale.

Infine , il secondo e ultimo grande ostacolo è il non emozionarsi. Non dico che alla prima sensazioni salti dal letto , ma a me è gia capitato che , dopo aver raggiunto un buon punto, appena si presentava il distacco dal corpo , ecco la che un piccolo emozionarsi appariva , e cosi tutto da capo   .

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

avatar
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2847
Punti : 7828
Reputazione : 4827
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Lancillotto2013 il 8/19/2015, 15:18

Eh infatti è questi sono due problemi, ora li hai intercettati, e non credere che per me e per chiunque siano diversi: sono proprio esattamente UGUALI

Questo vuol dire soio una cosa.. che la strada è più lunga e la fretta devi lasciarla da parte.. perché ti allungherebbe ancora di più .. le distanze da qualsiasi buon risultato.

I pensieri vanno lasciati mediante calma . .e ci vuole tempo e relax, molto tempo e molta pratica.
In fase di veglia si può imporre, in fase Nidra si dare un ordine si.. ma ci deve essere a priori una UNIVOCA VOLONTA' FERREA .. prima di iniziare il rilassamento : io vado e non mi fermo, ora zitti tutti (i pensieri mentali e il corpo-ego) ... ora mi butto nel Nidra.

Come partecipare con entusiasmo a una gara di pallavolo, senza aspettarsi di vincere o di perdere, ma semplicemente "buttandosi nell'arena" .. provandoci con enfasi e gioia, con impeto ma anche con consapevolezza, poiché sono questi i parametri che Govinda non spiega cosi come me .. ma vengono da soli .. e lui la chiama Fede Fiducia (la Bakti) e Volontà Spassionata (riunione di ogni energia e volontà in un unico sforzo rilassante).

Riunire l'animo e puntare a un solo obbiettivo senza sforzo ma prendendo bene la mira è la stessa cosa che usare un arco avendo grande cura nell'usarlo per fare Centro con una unica freccia alla volta, sapendo che è sbagliato mettere due o tre frecce sulla corda dell'arco e tirare un po' dove capita, si farà centro solo per caso e fortuna, mentre invece tirando una freccia alla volta, con cura paziente e con costante ripetizione volontaria e gioiosa.. priva di aspettative a tutti i costi (anche e però..), prima o poi si diviene prima bravi, poi abili, poi abilissimi e poi campioni.
Si diventa cosi eccelsi nel tirare con l'arco che freccia, arco e arciere .. diventano UNO .. una sola Entità ..tutta unita e uniforme, pronta anche a far centro a occhi chiusi o su un cavallo in corsa come avviene per i maestri arcieri dello zen - giapponese.

Quando la spada è un tutt'uno con il cavaliere che la brandisce il cavaliere diventa Principe di Spade.
Quando L'Atleta (tu) segue L'allenatore (io) capisce tramite lui che stà percorrendo la stessa Via e lo stesso procedimento, e ugualmente prenderà pugni sul Ring della Lotta per la Vera Vita, sinchè il suo pugno sarà cosi preciso e potente da poter abbattere l'avversario (ego- mara - ignoranza e illusorietà pensata) in un un solo round e con un un unico solo pugno !!

Ma ciò richiede insistenza, perseveranza, lotta continua sul ring .. perché L'allenatore gli dirà "guarda negli occhi il tuo avversario, imparare a parare e contrattaccare, impara a leggere il suo pensiero, le sue mosse e le sue finte" .. poiché sul Ring (la Mente) il tuo avversario con cui allenarti e dover vincere .. è proprio quel Falso ego umano, quel Falso Te stesso che per mille e mille anni "tu stesso hai alimentato e rifocillato, dandogli ogni responsabilità e dominio della tua continua esistenza, nascita, morte e finta rinascita".
Falsa rinascita desiderata dal tuo Padrone Schiavista, padrone della mente "ballerina", e desideroso solo di reincarnarsi "in modo perpetuo" .. pur di non sparire per sempre.. poiché si tratta solo di un Fantasma .. un misero grumo di pensieri pensati per mille mille anni, un accumulo di idee false... ecco il Nemico, il nemico acerrimo del tuo Vero Sé .. del tuo Vero IO ATMAN.

Cosi anche le emozioni - emotività : io stesso le ho, ancora adesso, poiché passare da un ambiente d'aria a un tuffo in acqua crea sempre uno SPLASH .. ma più ci abitua a TUFFARSI, più ci si dice dentro "io non mi impaurisco e non mi emozionerò" .. e via via tuffandosi e rituffandosi .. da semplice nuotatore provetto .. si diventa GRANDE CAMPIONE DI TUFFI E DI SPLASH, nell'astrale e nei mondi degli Dei e delle Entità, poi fuori dallla sfera del Karma, poi nel mondo dell'Atman e, infine oltre spazio - tempo - vuoto nero infinito e pauroso .. sino al mondo del Vero Siva Vero Brahman e Vero Reale UNO ETERNO.

Come vedi sei ancora atleta, ma l'allenatore c'è, e poi non è ancora detto che scenda L'allenatore degli allenatori .. e allora tutto sarà ancora più fortissimo  boardmod_main  


_________________
Colui che comprende la creazione e la dissoluzione, l'apparizione e la scomparsa degli esseri, la saggezza e l'ignoranza, deve essere chiamato Bhagavān. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia e non lo bagnano le acque, ne lo secca il vento, Esso è detto il non-manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile a Darma e Karma.

avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2842
Punti : 8227
Reputazione : 4623
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da PeterPan il 8/30/2015, 11:05

Esigenze, pensamenti e ripensamenti della giornata distraggono dal cercarsi e questo percorso interiore non è un facile per noi sbadati.
Eppure sento qualcosa che credo ognuno senta come un brillante breve entusiasmo liberatorio.
Un sano entusiasmo passeggero che non posso dirti sia euforia, se ha finalità; difficile spiegare, è come fosse gioia nel cuore senza interesse, pura gioia di vivere, scoprendo una pace, chi si è dentro di sé?
https://it.wikipedia.org/wiki/Entusiasmo
Documentandomi sulla tematica come suggerisci, tra concetti esaltatori che non mi interessano ho letto un brano confacente la questione "riflessione interiore".

Il termine "entusiasmo" deriva dal greco antico enthusiasmòs, formato da en (in) con theos (dio). Letteralmente si potrebbe tradurre con "con Dio dentro di sé", o "indiamento", "invasamento divino". In italiano normalmente sta ad indicare una commozione intensa dell'animo che si esprime in vive manifestazioni di gioia, di eccitazione, di ammirazione; un sentimento di appassionato interesse nei confronti di un ideale o di una causa
avatar
PeterPan
Lettore
Lettore

Messaggi : 27
Punti : 79
Reputazione : 42
Data d'iscrizione : 14.08.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Eroe per Caso il 9/2/2015, 15:01

Io dico che chi entra e inizia a fare Yoga Nidra non deve avere paura della morte, del rischio e superato ogni difetto ed errore, ogni falso concetto razionale gretto e dubbio mistico interiore, riuscirà a evolvere oltre mente pensiero ego sino a emanciparsi, addivenendo completo (per questo si dice svincolato, liberato e compiuto).

Non è una Via per tutti la Trascendenza, infatti i mediocri o gli inadatti si rivolgono a meditazioni di mera concentrazione e vuoto mentale (tipo Reiki o Zen.. da palestra e dojo).

Certamente sono mie idee, però comprovate da FATTI E RISULTATI INECCEPIBILI molto concreti e super razionali, cioè prarici di pratica e logici perché superiori alle sviste e ai paradossi dei razionalisti e dei mentalisti che sono un po' dovunque.

Quei meditatori che credono che la materia sia nata per caso sono illusi quanto quelli che, non esperti di nulla, ne di filosofia ne di credo spirtuali ne di pratiche devozionali, sono convinti che esista solo questa poco significativa realtà fisico - atomica.

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4041
Punti : 12172
Reputazione : 7262
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da cassania il 9/3/2015, 12:26

Potreste spiegarmi una cosa? Avevo sì letto un po' i testi citati da Lancillotto nel primo messaggio. Ammetto di non essermi impegnata a sufficienza per certi motivi, però alcune frasi mi sono rimaste impresse nella mente. È da un po' che mi interessa capire cosa significa "il distacco da ogni frutto dell'azione sia in questo mondo sia negli altri". Io l'avevo interpretato così: bisognerebbe fare le cose e lasciar stare le emozioni che provi dopo averle fatte. Per esempio, dopo aver fatto una cosa buona non esserne orgogliosi, dopo aver aiutato qualcuno non gioire ma rimanere contento sì senza però esultare (distaccato appunto). Questo però si dovrebbe estendere anche ai rusultati negativi? Ad esempio non arrabiarsi con se stessi dopo aver sbagliato ecc. È da un po' che provo a farlo, un po' mi riesce, ma ogni tanto mi viene dubbio, forse ho interpretato male quella frase?

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)
---

L'uomo deve elevare sé stesso per mezzo di sé stesso.
Poiché solo egli stesso può essere l'amico o il nemico di sé stesso.(BG)
---

Ogni realtà, materia, sensazioni, percezioni, conoscenza e realtà condizionate non sono me. Non sono mie. Perciò da esse distaccatevi. Quel distacco è pace, che va al di là di ogni legame. (SN 4.16)
---

Lo yogi che ha raggiunto questo Stato sente che non esiste ottenimento più prezioso. (BG)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2275
Punti : 7387
Reputazione : 5044
Data d'iscrizione : 22.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Eroe per Caso il 9/3/2015, 14:19

Infatti, hai capito molto molto bene.. altro che.

Se io mi esalto per avere un qualcosa o essere un qualcuno, vado mentalmente in fantasie egoistiche, i miei pensieri cambieranno e in breve tempo mi comporterò da arrogante e da ignorante (tutto mi spetta.. io sono bravissimo, gli altri non capiscono una ciofega, ecc.. questi i pensieri sorgenti egoisti da dirgli : pensieri miei cretini .. fuori di qua).

Nel male, subito o fatto, potrei provare sentimenti emozionali che trillano il cuore ma per motivi diversi, comunque deleteri:
mi deprimo, me la prendo, ci stò male, rimugino continuamente, nasce in me rabbia delusione odio e diprezzo, qualunquismo menefreghismo esagerato, pensieri di vendetta, potenziali azioni che produrrebbero ulteriore male, odio e danno a me e al prossimo.

Cosi un grave alone nero si forma nella fronte (dentro al cervello) e una crepa nel cuore, dolore nello stomaco e nel fegato (psicosomatica).
Per finire io diverrò schiavo di codesti brutti e dolorosi pensieri, avvolto completamente dalla mia MENTE CHE MENTE, e sarò trasformato, pronto a compiere azioni parole e gesti sadici o masochistici verso me stesso e verso l'esterno che "mi gira e appare tutt'intorno.

Con equilibrio, self control (non passivo però ma gioioso o comunque attivo), pace e serenità il compito è di difendersi e vincere tali brutti intendimenti, errori di comprensione logica e false visioni di ciò accade.

E non esiste al mondo scienza che possa dire il contrario di queste parole, se non contestarle per pura malizia ed estrema falsità congetturale elucubrativa (speculazione scettica dell'ego mentale).

Non si tratta d'essere solo d'acciaio ma di essere anche flessibili e adattabili .... stabili e stabili, equi, pacifici, stare nel mezzo, nella Via mediana di pensieri, fatti e azioni.
Riflettendo che siamo costantemente nella realtà CENTRALE dove tutti siamo un unico essere vivo da sempre, questo corpo - mente - ego -anima - spirito sono solamente espressione astratta (il contrario di ciò che comunemente credono religiosi, atei, scettici e il 99% dei fideisti in una qualche filosofia o monoteismo con un Dio che comanda sul carrozzone).

Se da questa CENTRALITA' che siamo noi e noi tutti al tempo stesso, non essendovi nessuna differenza (in realtà) tra microcosmo personale e macrocosmo collettivo, se da quel punto noi ci siamo presi un impegno, una sfida, un giretto qui e là, almeno siamone consci perfettamente e rispettosi vero il ns. vero SE' STESSI (che coincide per chiunque nello stesso SE' STESSO).

La vita è vita, è dolorosa, ma mediante fortissimo impegno, grinta, sforzo, studio, applicazione della calma profondissima è possibile appurare che noi stessi, nello Spirito (Atman) anche ugualmente individuale = collettivo ... decidemmo tanto tempo fa di fare queste esperienze: illusorie, vanesie, belle e sentimentali, gioiose e dolorose, stupide e intelligenti, per abbeverarci e bere l'aria di apparire e di essere qualcosa che saremo solo in parvenza ma mai in sostanza.
Non siamo umani ne extraterresti, siamo ben Altro, in realtà, quindi rispettiamoci dentro e scopriamoci dentro.

Questo non lo diranno certi Hare Krishna che parlano di Krishna senza averlko mai conosiuto e riconosciuto "dal vero".
Questo non telo diranno certi cristiani, cattolici, ortodossi, induisti, buddisti taoisti zen e indiani, ne certi muslim, sciamani, adoratori di sartana e lucifugge.
Perché? perché costoro, questi certi (non tutti ovviamente) leggono e fanno per fede cieca o per dovere esteriore (per farsi vedere bravi buoni e colti), costoro chiacchierano di cose che leggono senza averne capito il significato, spesso contradicendo nei fatti le loro parole e belle regolette e comandamenti.
Costoro non hanno mai avuto contatto diretto con chi pregano (non tutti .. eh) e infestano il mondo di false teorie che a loro soltanto sono di grande comodità.

Essere vero Yogi invece significa fare e applicare, cadere e poi risolvere e combattere i propri errori : con i fatti e mai con bello studio e vanitose arroghevoli parolone al vento.

Comunque hai capito giusto ed è un grande vantaggio per te.

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4041
Punti : 12172
Reputazione : 7262
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da cassania il 9/3/2015, 14:49

Grazie per la risposta, era davvero importante per me avere una conferma! Sicuramente dovrò rileggerla più volte, ma il concetto di base mi è piuttosto chiaro. 
Comunque è forte 'sta cosa! Non appena avevo cominciato a leggere la tua risposta mi sono sentita "gonfiare", caspita, ho pensato, allora sono bravissima!  Ed ecco che parte la giostra, con tanto di luci e di musiche! Poi mi vergogno e dico "Ora smettila!".
Con i momenti negativi ancor peggio, sopratutto quando comincio a pensare alle ipotetiche conseguenze delle proprie azioni e qui sicuramente c'è tanta paura. A volte ci vuole veramente un pugno di ferro per farsi smettere di pensarne. Questa parte negativa mi riesce peggio, lo ammetto. Ecco, aggiungo: un pugno di ferro oppure un ragionamento logico.

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)
---

L'uomo deve elevare sé stesso per mezzo di sé stesso.
Poiché solo egli stesso può essere l'amico o il nemico di sé stesso.(BG)
---

Ogni realtà, materia, sensazioni, percezioni, conoscenza e realtà condizionate non sono me. Non sono mie. Perciò da esse distaccatevi. Quel distacco è pace, che va al di là di ogni legame. (SN 4.16)
---

Lo yogi che ha raggiunto questo Stato sente che non esiste ottenimento più prezioso. (BG)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2275
Punti : 7387
Reputazione : 5044
Data d'iscrizione : 22.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Lancillotto2013 il 9/3/2015, 19:19

Sei già alla Porta d'ingresso? della Via del Nidra..........
Mediante relax e logica, poichè la mente crede paradossale esservi altra dimensione oltre "la sua" che apapre sia visibile (fisicamente atomica e fotonica) che non visibile (energia e materia fine astrale), mediante forte volontà e lettura di un vero Maestro ..nelle sue ORIGINALI PAROLE di 2500 anni fà, cosi facendo luce, indagando e discriminando, si accende un fuoco intelligente, quel fuoco chiamato Buddi o Intelligenza interiore suprema, porterà logica e chiarimento su ogni risposta .. nelle quali il pensiero mentale dell'uomo mondano mente per egoismo, falsa razionalità, dubbi e paure, ignoranza del vero se stesso interno.

E' giusto essere gioiosi e spassionati, poichè l'esaltazione .. è ben altra cosa, cosi anche la modestia bavosa e morbosa d'un pio religioso mal s'addicono a uno Yogi nidra di Vishnu.
Poichè uno Yogi cosi fattoaspira solo a liberarsi da mente corpo e pensieri ossessivi mediante IL FARE E NON IL SEMPLICE CREDERE, egli non aspira a meritarsi un paradiso ne un infero e nemmeno una finta rinascita (reincarnazione) in un mondo terreno o ultraterreno, uno Yogi è un duro dolce che và spavaldo e che sensibile e semplice .. varca ogni cosa, ogni sub-strato, sua coscienza e dimensione .. sino alla Verità assoluta e là soltanto si ferma, si bagna e si tuffa .. e da goccia cosi perde il "sentirsi piccola goccia isolata e separata.. e nell'Oceano Grande.. Grande Oceano .. un attimo dopo il tuffo lui che non sarà più lui, Oceano Grande diventato si sentirà ( E SARA' ).

E giusto quindi il tuo modo, che vi è di strano?
Ascoltavo musiche e mantra e ballando gioioso ero forte dentro perchè ogni giorno avevo un passo avanti e un evidente successo in un realtà che sovrasta e sottocrea questa eppure ne è divisa, per non contaminarsene (non c'è ego-corpo ne mente-anima ma ben altro).

E' tutto ok, tutto cosi, e come ha detto un grande filosofo e scrittore:
NON CREDEREI MAI A UN DIO CHE NON FOSSE CAPACE DI BALLARE E CANTARE.

Il primo e unico Dio uscito dal corpo cosmico eterno illimitato del NON MANIFESTO, canta e balla, poi dorme su oceani profumati di luce.

Nel Samsara invece stanno Giudici e Dei, buoni e cattivi, della Mente duale che mente nel dualismo sferico, a chi brama vivere qui, in quest'ampolla vitrea, essi impongono la tassa.

Chi si Libera invece tasse non paga, mai più Vita Apparente e Inconsistente Un Liberato brama, per questo è detto un Completo, uno Svegliato dal torpore dell'illusorio vanitoso, e detto tale individuo uno Svincolato .. non più trattenuto e oppresso da bramosia, sentimenti, emozioni, dal bene e dal male, da avidità e odio, da rabbia e rancorosa vendetta.
Cosi uno diventa uno non più vincolato, non più trattenibile, al di là di morte-vita e falsa rinascita.
Ogni dualismo è da uno cosi per sempre superato, il suo Kamma per sempre bruciato, la sua realizzazione intelligente e sovramondana beneficamente pacifica e completata.
La pace eterna è vita, non è morte ne sonno e nemmeno vita umana, nemmeno gli dei (che in realtà sono semi-dei) la conoscono, perchè se dicono "io sono un dio" non rinunciano al falso "se stesso" e dentro leccano l'individualismo sfrenato, la spasmodica affermazione .. la fine avidità egoica accentratrice "del buon pastore di greggi munito di figliolo in croce che crocifigge il colpevole".

Colpevoli che giudicano altri colpevoli, innocenti che urlano ad altri innocenti, corrotti che sbrano altri corrotti.

Chi dovrei giudicare io? Io non giudico e tutti mi riprendo, belli e brutti, buoni e cattivi, li ho pensati ed espressi fuori di me, e ora li vedo e li vivo, cosi li volevo, e cosi non ne voglio perdere nemmeno uno lassù, morirà il corpo, sarà giudicata l'anima da un Demiurgo, ma io non rinuncio a nessuno, tutti riprendo in me, senza giudicare: sono pensieri voluti, ed erano necessari.
Un Perfetto deve infatti ammettere i difetti, crearli e riprenderli sciogliendoli in SE'.
Chi non è cosi non è nel Brahman e nulla conosce.
Muore il corpo, ma spirito e anima sono trascesi: solo cosi si puo dire che siano distrutti.. ma distruzione non v'è .. c'è invece trascendenza, trasmutazione, ritorno e fusione e interpretazione IN PRIMA PERSONA DELL' ETERNO.
Ah si, questa è vera libertà e vera democrazia, non come nel mondo Maya dove vi è solo trasformazione ciclica, realtivismo e dualismo e falso concetto dovuti a pensieri di falsa mente e un fantasma di Ego..ismo.

Per questo non mi ritengo maestro ma solo "eterno, pacifico in realtà, equilibrato e paziente, tutto brahman io sono", e il resto non esiste: questo mondo è superato.
Cosi fà uno Yogi, un cercatore d'oro che scoprirà d'avere una miniera nel cuore, e non in altro luogo.
Senza ne dio ne padrone io sono, nel ME non c'è posto nemmeno per gli dei, tutti io trascendo e mai nessuno trascende me.
Per questo Bodhidarma disse "Costui è Impermeabile, con lui non c'è nulla da insegnare e da fare".

Abbi quindi fiducia estrema in questo tuo primo "impeto interiore" , è buona cosa, ma veramente buona.
Canta e balla, aiutati con musica, mantra e cio' che ti fa "volare felice oltre il pensiero stesso",
non c'è male ne bene, solo UN GIUSTO ESISTE.. il resto appare ma non c'è : come un film proiettato su uno schermo, noi siamo gli attori in quel filmato .. del tutto inesistente, una finta, un gioco, un divertimento ma anche una trama dolorosa e adrenalinica che tiene incollati dentro a questo cartoon proiettato su schermo.
Ma se dalla mente e da pensiero mondano noi usciamo, allora balziamo fuori dalla proiezione e dallo schermo e cosi arriviamo al Regista e poi anche al Vero Produttore.

Chi capirà questo? Non certo un arrogante, ne potrà comprenderlo un ignorante, solo uno che inizia a porsi seri dubbi sulla "consistenza di questo mondo irreale", inizierà a capire che ..capiva le cose si ma tutte all'incontrario.


_________________
Colui che comprende la creazione e la dissoluzione, l'apparizione e la scomparsa degli esseri, la saggezza e l'ignoranza, deve essere chiamato Bhagavān. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia e non lo bagnano le acque, ne lo secca il vento, Esso è detto il non-manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile a Darma e Karma.

avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2842
Punti : 8227
Reputazione : 4623
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da FigliadiOsho il 9/3/2015, 23:25

Direi un metodo anarchico di fare sana meditazione.
Bellissimi gli interventi.

_________________
avatar
FigliadiOsho
Ricercatore
Ricercatore

Messaggi : 97
Punti : 210
Reputazione : 91
Data d'iscrizione : 01.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Lancillotto2013 il 9/4/2015, 13:03

E allora può un Risvegliato perfetto conoscitore del Brahman far risvegliare altri?

Pensavo..

E mi dicevo che forse è si, pur non essendo il risveglio un pacchetto che si regala e si passa come un dono.

Cosi Vishnu mi ha risposto telepaticamente:
Si è possibile che uno segua un risvegliato, raggiunte le opportune qualità, a sua volta lo possa diventare.

cheerscyclopscheers

_________________
Colui che comprende la creazione e la dissoluzione, l'apparizione e la scomparsa degli esseri, la saggezza e l'ignoranza, deve essere chiamato Bhagavān. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia e non lo bagnano le acque, ne lo secca il vento, Esso è detto il non-manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile a Darma e Karma.

avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2842
Punti : 8227
Reputazione : 4623
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da cassania il 9/9/2015, 12:29

@Lancillotto2013 ha scritto:Sei già alla Porta d'ingresso? della Via del Nidra..........
:
:
:
Chi capirà questo? Non certo un arrogante, ne potrà comprenderlo un ignorante, solo uno che inizia a porsi seri dubbi sulla "consistenza di questo mondo irreale", inizierà a capire che ..capiva le cose si ma tutte all'incontrario.
Guarda, sinceramente, non so il nome della "mia porta"  ricordo che avevi scritto da qualche parte che mediante le ricerche avevi scoperto che è questa la tua via (spero di non essermi sbagliata), ma volevo sempre chiederti, da cosa l'avevi capito? Personalmente fino a poco tempo fa non mi interessavo di nessun tipo di yoga. Per me esso era qualcosa di esotico, irrangiungibile e costoso, un altro mondo insomma. 
Poi, per quanto riguarda le porte, sì, avevo visto anch'io dei sogni, un po' come DEM. Solo che non sono tanto capace di interpretarli, cioè li interpreto a modo mio, però non so se lo faccio bene oppure mi sto solo suggestionando e basta. 

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)
---

L'uomo deve elevare sé stesso per mezzo di sé stesso.
Poiché solo egli stesso può essere l'amico o il nemico di sé stesso.(BG)
---

Ogni realtà, materia, sensazioni, percezioni, conoscenza e realtà condizionate non sono me. Non sono mie. Perciò da esse distaccatevi. Quel distacco è pace, che va al di là di ogni legame. (SN 4.16)
---

Lo yogi che ha raggiunto questo Stato sente che non esiste ottenimento più prezioso. (BG)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2275
Punti : 7387
Reputazione : 5044
Data d'iscrizione : 22.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Lancillotto2013 il 9/9/2015, 17:17

Ti ho risposto in modo esauriente ma in privato, vai pure a leggere, le mie sono PROVE CONCRETE e non solo mie ma di centinaia di veri maestri dell'antico e del passato.

Cosi vedrai anche tu, se lo capisci, su cosa si basa questo Modo del tutto spontaneo che io chamo MIO solo perché l'ho fatto io e nessuno me lo insegnò: presi solo spunto dal Canone Originale del Buddha Gotama e da quelle parole "fiori in me il moto e il modo, e da allora mai più si ferma, ma sempre avanti và nell'eternità".

Compiuto, liberato, rinunciante e Sveglio .. seppure appaia e pare apparire ancora, in questa apparente Vita.

_________________
Colui che comprende la creazione e la dissoluzione, l'apparizione e la scomparsa degli esseri, la saggezza e l'ignoranza, deve essere chiamato Bhagavān. Le armi non fendono il Sé, il fuoco non lo brucia e non lo bagnano le acque, ne lo secca il vento, Esso è detto il non-manifesto, l'impensabile, immutabile, insondabile, impermeabile a Darma e Karma.

avatar
Lancillotto2013
Guru
Guru

Messaggi : 2842
Punti : 8227
Reputazione : 4623
Data d'iscrizione : 11.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Claudio80 il 9/9/2015, 23:28

Lo so lancillotto che i tuoi consigli sono buoni esorti tutti con azione nobile, non tutti sono cosi, fuori regola e limpidi all'inverosimile, si sente che sono dal cuore, ci metti del tuo senza secondi fini e si vede.   
La questione dei canoni è una cosa incoraggiante, da non rimandare oltre dedicando qualche giornata a se stessi.

_________________

Le brave ragazze vanno in paradiso quelle cattive ovunque
avatar
Claudio80
Intelligente
Intelligente

Messaggi : 201
Punti : 489
Reputazione : 246
Data d'iscrizione : 08.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da U F O il 10/1/2015, 03:39

Allego questa piccola conversazione privata tra me e il Sign. Lancilotto 
La sua risposta è , come sempre , molto utile , e quindi come puoi aiutare me , può aiutare anche voi. Allego:

"
.........
UFO:
Quando mi sdraio sul letto , a me frega la comodità. O provato anche il doppio cuscino , come tu giustamente consigli, niente da fa , alla fine me so addormentato   .
L'ostacolo è sempre lo stesso , prendo sonno molto velocemente , e non faccio in tempo di rilassarmi senza pensieri che ... puff  . "



Er Lanci:


Dunque ti spiego, se succede cosi è perché sei molto stanco, molte cose in testa, il chè è di norma, ma noi dobbiamo andare oltre al norma che è maya e non è la dimensione Reale.

Puoi iniziare a fare cosi a darti un ordine mentale, prova, di a te stesso più e più volte, chessò un pomeriggio che vuoi sdraiarti "ora mi stendo ma tra 2 ore mi voglio rivesgliare".
Fatto questo variando luoghi e tempi ..allora sei capace di darti un ordine mentale.
Poi fai diverso e in un moneto caldo di impeto .. stenditi e di ora io non dormirò (magari l'indomani non devi laurà .. capito ?).

Se ti alleni cosi, in un momento stanco ma non troppo.. stendendoti non riesci facile a dormire e quindi Morfeo e Mercurio non ti pigliano e tu arrivi pian piano allo Psicopompo (l'Atman il signore detto della morte e dell'abbondanza, il Plutonico Dio,  . .caso strano .. eh).

Devi vincere il sonno, e ciò costa ore e ore (anche si sonno perso), sinchè diventi meno morbido e dai ordini e ordine, cosi la mente si deve adeguare e sottostare al tuo comando.
E se tu insisti nel buio degli occhi e nel relax vedrai che riesci a vedere i sogni che appaiono con i loro esseri e momenti.. ma tu non ci caschi più.. e vai avanti, anche riprendendo quasi dall'inizio.. non fa nulla.. cosi si fa.

Abbraccia sti cuscini e mettiti deciso, perché deciso e imperativo devi essere, però con un punto focale : il massimo relax osservativo e sveglio .. cosciente.

Cosi vedrai che il cuore si apre, un fulcro di luce si agita nel core, un gatto imprevedibile (la Jiva zzurra) si agita nella panza, poi si forma una sfera luce che sale sino nella gola e poi in centro dentro la testa, e tu saria li dentro guardando da dentro la sfera quel copro cavo che hai fatto di carne e osso, di sangue e muco (beh che schifio..).

Poi verrà il tempo che SBANG !! SU MURI E FINESTRE e uscirai con stà sfera dall testa e viaaa. e ti troverai "volante come Mazinga in cima a monti, in cima ad alti palazzi", proverai timore.. ma tu non ti tremare proprio e se torni indietro RIPRENDI TUTTO D'ACCAPO.

Grande decisione e grande insistenza.

Chi dorme non piglia pesci e chi non dorme ma si rilassa profondo .. nel profondo resterà perfettamente cosciente e vivo.. e non morto dè sonno.

E nun temè stanchezze .. col tempo tu vedrai che 2 ore di nidra ricaricano come 6 ore di sonno inconscio incosciente.

Dicono gli gnostici che il vero Mago lascia la fiammella accesa ogni notte, ed è vero, peccato che poi loro corron dietro agli Dei Astrali ai loro ambienti magici variopinti o a un Dio Brahma che, Vishnu che è più grande, ce lo conservi ma a te NON SERVE A NIENTE.

Datti ordin ie comandi e spassioanto di a te stesso : devo e voglio ogni verità ..tutte le dimensioni io sfronderò perchè papà Lancio cosi ha detto e fatto .. e io chi sò ?
Mica sono lo scemo der villaggio .. puro io ho da riusci !!! eccacchio.. 

Solo l'ignorante dorme e muore inconscio nell'inconscio, solo uno Sveglio invece stà sveglio e per sempre resterà svegliato.

..poi una volta Risvegliato è pur vero che te la puoi prendere un pochino più lenta e alal romana (comoda..ahahhha) .. puo' anche durmi de brutto e inconscio un Risvegliato.. ma tanto a quello, a uno sosi realizzato .. NISCIUNO PIU LO FOTTE IN TUTTO LO CREATO !!!   "



----------------------
HAHAHAHA le perle di saggezza di Lanci  icon_rof .
Ma cosi deve essere , serio , preciso e diretto , ma allo stesso tempo gradevole e simpatico  .
Una sana risata non ha mai fatto del male a nessuno , e anche se inserita in un contesto serio , male non fa, anzi , a me questo umorismo mi ha aiutato ad affrontare tante cose e molti problemi iniziali con il sorriso.

Quindi questo io dico : finché Er Lanci sta a questo mondo , seguite i suoi insegnamenti e dategli retta ,  perché di bugie non ne dice , e se quando spiega può sembrare paradossale e impensabile , in verità non lo è , ma bensì semplicemente vi mette su un piatto d'argento la Verità, la spiega in maniera più semplice possibile , senza mezzi termini, accessibile a chiunque, nella sua massima completezza e saggezza. 
Me cojoni , io dico ! 

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

avatar
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2847
Punti : 7828
Reputazione : 4827
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Eroe per Caso il 10/1/2015, 11:20

ahhahha, cosi tutti s'incazzarono come bufali i buddha del passato quando seppero che Maitreya era un superficiale, un senza regola (darma) ne karma (destino-azione) e che era stato prescelto come decimo Avata a rinnovar stò infamone de gran bordello .. un misero e piccol Bodhisattha... uno che ..al tempo che fù .. non saepva na beata mazza, ne sveglio come Homo ne svegliato e gajardo come Buddino.
Tantè che agli ingnoranti vanitosi saputelli .. Questo pareva quasi quasi un emerito cretino.  

Tutti li gran Buddisti se infiammarono "ma come un disadattato sarà colui che per decimo capovolge tutto stò sminchiato Cosmo" ???

Ammazzate aoh' allora si che andiamo bene, e noi che siam e siamo stati, cosi riverenti e ascetici che dobbiamo far e penzare or-ora col ns. gran potere di now-adesso-play-rewind?

Mò incazziamo tutti oh fratelli e diventiam più che ascetici .. ACETICI !!!

Non c'è pompa magna ..qua dentro.
Tutto verace spassionato e chiaru-chiaru sugnu ..
Tutto Siva nel Siva me ne turnu


yeah
festa

Nessuno è orfano in questo eterno .. in questa pace infinita..
AHHHHH AAHHH CHE GODURIA!!!
Vero godimento beato e franco (e pure Massimo )
è sta cosa che supera so mondo de merdarosa

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4041
Punti : 12172
Reputazione : 7262
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da cassania il 10/1/2015, 15:07

Caspita, allora non sono proprio imbranata io che mi addormento, visto che pure UFO crolla  quindi c'è speranza anche per me  egypt Solo che io sti pisolini pomeridiani mi ero promessa e ripromessa così tante volte, che non mi credo più.   Grazie di aver condiviso 

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)
---

L'uomo deve elevare sé stesso per mezzo di sé stesso.
Poiché solo egli stesso può essere l'amico o il nemico di sé stesso.(BG)
---

Ogni realtà, materia, sensazioni, percezioni, conoscenza e realtà condizionate non sono me. Non sono mie. Perciò da esse distaccatevi. Quel distacco è pace, che va al di là di ogni legame. (SN 4.16)
---

Lo yogi che ha raggiunto questo Stato sente che non esiste ottenimento più prezioso. (BG)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2275
Punti : 7387
Reputazione : 5044
Data d'iscrizione : 22.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da U F O il 10/1/2015, 16:07

@cassania ha scritto:Caspita, allora non sono proprio imbranata io che mi addormento, visto che pure UFO crolla  quindi c'è speranza anche per me  egypt
A Cassa ma per chi m'hai preso ?   


Eccierto che c'é anche speranza per te , nessuno ha mai detto il contrario  .
La speranza c'è per qualunque persona voglia VERAMENTE raggiungere la Liberazione.
Esempioo ? ( Bellissimo racconto di Gotama )


Spoiler:
Primo frammento
Questo ho sentito.
Una volta il Sublime dimorava presso Sâvatthî, nella Selva del Vincitore, nel parco di
Anâthapindiko.
In quel tempo nel dominio del re Pasenadi di Kosalo viveva un predone chiamato Angulimâlo,
crudele e sanguinario, dedito all'uccisione ed alla strage, spietato verso gli esseri viventi. Da lui le
abitazioni erano rese disabitate, i villaggi e le città devastate, le popolazioni distrutte. Egli,
uccidendo gli uomini, si faceva con le loro dita una collana.
Ora, il Sublime, dopo essersi recato per l'elemosina a Sâvatthî e dopo aver consumato il cibo
elemosinato, raccolse il suo giaciglio, prese mantello e scodella, e s'incamminò per la via battuta
dal brigante Angulimâlo. Alcuni bovari, pastori e contadini videro il Sublime incamminarsi per
quella via e gli dissero: "Non andare, asceta, per questa via! Lungo questa via si trova il crudele e
sanguinario brigante Angulimâlo che uccide gli uomini e delle loro dita si fa una collana. Per
questa via sono andati in gruppi di persino quaranta uomini, eppure sono caduti nelle sue mani!"
Così avvisato per tre volte, il Sublime continuò a camminare in silenzio.
Ed il brigante Angulimâlo lo vide venire da lontano e pensò: 'È straordinario, c'è veramente da
meravigliarsi! Per questa via sono venuti insieme persino quaranta uomini, ed ora questo asceta se
ne viene solo, senza un compagno, con l'aria di un conquistatore! E se ora gli togliessi la vita?' E
impugnando spada e scudo, indossando arco e faretra, seguì passo passo il Sublime.
Ma il Sublime produsse un tal portentoso fenomeno che fece sì che il brigante, pur camminando in
tutta fretta, non riusciva a raggiungere il Sublime che camminava naturalmente. ( egypt  ).Il brigante pensò:
'È straordinario, c'è veramente da meravigliarsi! Io, che inseguendo un elefante, un cavallo, un
carro o una gazzella in corsa, li raggiungo, non riesco a raggiungere questo asceta che cammina
naturalmente!' E, fermatosi, gridò: "Fermati, asceta! Fermati!"
"Io sono fermo, Angulimâlo: fermati anche tu!"
Allora il brigante pensò: 'Questi asceti dell'Ordine del figlio dei Sakyâ, dicono la verità, ma questo
asceta, pur camminando, dice d'essere fermo e di fermarmi. E se ora io lo interrogassi?' E
Angulimâlo si rivolse al sublime con questa strofe:
"Andando, asceta, dici: 'Io sono fermo'; e me, fermo, chiami non fermo!
Io chiedo, asceta, a te: come sei tu fermo, ed io non son fermo?"
Ed il Sublime:
"Fermo son io, Angulimâlo, non offendendo mai essere alcuno.
Ma tu sei verso gli esseri dissennato: perciò fermo son io, e tu sei infermo."
-----------------
Secondo frammento
Già tempo egli è, da quando il grande asceta nella gran selva apparvemi,
ed io rinunziai al male, una strofe sentendo della sua dottrina.
Un brigante ero io, un'arma scagliata in profondo abisso infernale:
e il brigante si gettò ai piedi del Benvenuto, a pronunziare la rinunzia!
Allora lo Svegliato gran savio, il maestro del mondo con tutti gli dèi,
'Vieni' mi disse 'o frate!': ed io divenni suo frate mendicante.
-----------------
Terzo frammento
Quindi ora il Sublime, con l'on. Angulimâlo quale seguace, s'incamminò verso Sâvatthî e,
passando di luogo in luogo, si avvicinò a quella città e si sistemò nella Selva del Vincitore, nel
parco di Anâthapindiko.
Proprio allora una grande folla, raccoltasi alla porta del palazzo del re Pasenadi, levava alto
clamore: "Un brigante, Maestà, vive nel tuo dominio: che la Tua Maestà lo rinchiuda!"
Allora il re Pasenadi uscì dalla città con cinquecento cavalli e giunse in pieno giorno nel parco.
Proceduto col carro fin dove il terreno lo permetteva, il re smontò e proseguì a piedi verso il punto
in cui stava il Sublime. Lo salutò riverentemente e si sedette accanto e il Sublime gli si rivolse
dicendo: "Che succede, gran re? Ti minaccia forse Seniyo Bimbisâro re di Magadhâ, o i principi
Licchâvî di Vesalî, o qualche altro re ostile?"
"No, Signore! Nei miei domìni vive un brigante crudele e sanguinario chiamato Angulimâlo che
non riesco ad arrestare."
"Se però tu, gran re, lo vedessi rasato di capelli e barba, vestito dell'abito fulvo, passato dal mondo
alla mendicità, distolto dall'uccidere, dal rubare, dal mentire; che si nutre d'un pasto, compunto,
virtuoso e pio: che gli faresti?"
"Lo saluteremmo riverentemente, Signore, ci alzeremmo innanzi a lui e lo inviteremmo a sedere,
gli offriremmo abiti, l'elemosina, il giaciglio, le cose necessarie e le medicine in caso di malattia;
disporremmo per la sua protezione, difesa ed asilo. Però, come potrebbe la sua trista, malvagia
natura, subire un tale virtuoso sacrificio?"
Proprio in quel mentre l'on. Angulimâlo era seduto non lungi dal Sublime ed Egli, stendendo il
braccio destro, disse: "Questi, gran re, è Angulimâlo."
Il re Pasenadi provò un brivido di terrore. E il Sublime vedendolo così spaventato, atterrito,
orripilato, gli disse: "Non temere, gran re, non temere: non c'è per te alcun motivo di timore."
Il re si calmò e si diresse verso l'on. Angulimâlo chiedendo: "Vossignoria è proprio Angulimâlo?"
"Sì, gran re."
"Di quale gente, signore, era il padre di Vossignoria, di quale madre?"
"Un Gaggo, gran re, era mio padre, una Mantânî mia madre."
"Sia felice, signore, Vossignoria Gaggo, figlio della Mantânî. Io provvederò affinché non gli manchi
nulla di ciò che occorre ad un asceta."
Ma l'on. Angulimâlo era divenuto un eremita di bosco, votato ad un solo elemosiniere, vestito di
stracci, con tre capi d'abito rappezzati; quindi rispose: "Grazie, gran re: mi basta il mio abito."
Allora il re Pasenadi ritornò presso il Sublime, gli si sedette accanto e disse: "È meraviglioso,
Signore, è stupefacente come il Sublime è un domatore di indomiti, un accordatore di discordi, un
acquietatore di inquieti! Quello che noi non potemmo domare con la pena né con la spada, quegli è
stato da Lui domato senza pena e senza spada! Ora noi ce ne andiamo: molte faccende ci
aspettano, molti doveri."
"Come meglio ti pare, gran re."
E il re Pasenadi di Kosalo si alzò, salutò riverentemente il Sublime e, girando sulla destra, si
allontanò.
-----------------
Quarto frammento
L'on. Angulimâlo, essendosi preparato di prima mattina, presi mantello e scodella, si recò a
Sâvatthî per l'elemosina. Passando di porta in porta vide una donna di utero abortivo. Avendola
vista, pensò: 'Soffrono veramente gli esseri!' Raccolto e consumato il cibo elemosinato, si recò dal
Sublime, salutò riverentemente, si sedette accanto e raccontò ciò che aveva visto e pensato.
"Allora, Angulimâlo, va a Sâvatthî e dì a quella donna: 'Da quando sono nato, non ricordo di aver
tolto intenzionalmente la vita ad alcun essere: per quanto ciò è vero, sia salute a te ed al frutto del
tuo ventre!' "
"Questa, Signore, sarebbe certo una mia consapevole menzogna: molti esseri, Signore, sono stati
intenzionalmente da me privati della vita!"
"Allora, Angulimâlo, va a Sâvatthî e dì a quella donna: 'Da quando sono nato nella santa nascita,
non ricordo di aver tolto intenzionalmente la vita ad alcun essere: per quanto ciò è vero, sia salute
a te ed al frutto del tuo ventre!' "
"Sì, Signore!" E quando Angulimâlo pronunciò quelle parole, la donna fu sanata e guarito il suo
grembo.
Successivamente l'on. Angulimâlo, vivendo solitario, appartato, con costante e caldo zelo, ebbe ben
presto, ancora in vita, realizzato e conquistato quel sommo fine della santità per il quale i nobili
figli lasciano la casa per la mendicità. 'Esaurita è la vita, vissuta la santità, operata l'opera, non
esiste più questo mondo': comprese egli allora.
E l'on. Angulimâlo era ora divenuto un altro dei santi.
-------------------
Quinto frammento
L'on. Angulimâlo, preparatosi di prima mattina, presi mantello e scodella, si recò a Sâvatthî per
l'elemosina. Questa volta però una zolla di terra, lanciata da qualcuno, gli cadde addosso; una
mazza, lanciata da qualche altro, lo colpì, e così un coccio lanciato da un altro ancora. E l'on.
Angulimâlo, con la testa rotta, il sangue gocciolante, la scodella infranta e l'abito strappato, venne
dal Sublime che lo consolò: "Sopporta, santo, sopporta! Di quell'azione che ti procurerebbe molti
anni, molti secoli, molti millenni nell'inferno, tu provi ora, durante la vita, compenso."
-----------------
Sesto frammento
Ed ora l'on. Angulimâlo, mentre solitario meditava, provando la beatitudine della redenzione,
compose, in tale occasione, questo canto:
Chi, essendo prima negligente, si fa poi diligente,
quei rischiara questo mondo come luna senza nubi.
Di chi la mala azione con la buona è compensata,
quei rischiara questo mondo come luna senza nubi.
Chi giovine segue mendico la scuola del Buddha,
quei rischiara questo mondo come luna senza nubi.
Le terre sentano il mio canto, seguano la scuola del Buddha:
le terre onorino gli uomini, seguaci santi della dottrina.
Le terre ascoltino il mio canto di pazienza e di amore,
sentano la dottrina e la seguano in tempo.
Chi non offende alcun essere vivente, sia debole o forte,
verso tutti pietoso, quei riposa in somma pace.
Incanalano l'acqua i risaiuoli, i frecciaiuoli curvano gli archi,
curvano il legno i legnaioli, domano se stessi i sapienti.
Alcuni son domati da mazze, da pungoli e da fruste:
senza mazza, senza spada io fui domato da Lui.
Innocenzo44 era il nome di me, ch'ero nocente:
oggi io porto davvero il nome, che non noccio a chicchessia.
Brigante ero io una volta, il famoso Angulimâlo:
trascinato dalla corrente, trovai rifugio nel Buddha.
Di mani insanguinate ero una volta io, Angulimâlo:
ora son giunto in porto; cessata è la passione.
Tali azioni facevo, degne di molti tormenti infernali:
ora ne godo il compenso, vivendo d'elemosina.
All'indolenza si abbandonano gli stolti, gli insipienti:
la vigilanza guarda il savio come supremo tesoro.
Non vi date all'indolenza, non all'amore e al piacere:
il vigilante, meditante, ottiene gaudio grande.
Ben trovata, non mancata l'alta meta fu da me:
la migliore d'ogni cosa conquistata fu da me.
Ben trovata, non mancata l'alta meta fu da me:
tre scienze conquistate, compiuta è del Buddha la scuola.

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

avatar
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2847
Punti : 7828
Reputazione : 4827
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Eroe per Caso il 10/2/2015, 01:58

Mah infatti .. ci vuole molto relax.. molto allenamento e moltissima calma interiore e tanto tanto tempo solo già per uscire dal corpo.. figurati il resto che tenacia richiede, ma non è impossibile per chi è in buona condotta (essere normali e non far del male senza motivi gravi di autodifesa più che legittima) e buona fede (fiducia diciamo che cosi sono tutti più contenti sia i mistici che gli atei).

Io ti ho già capita Cassania, tu hai delle cose, potresti tentare, ma non tentare per tentare, applicarti e fare .. e fare e fare.
Se hai qualità, non sprecarle, sono doni preziosi, tante donne (e uomini) le rivolgono a cose futili, chessò al bello, alla loro vanità e cosi da ignoranti, tramite sviluppo di notevole arroganza .. cascano più in fondo degli altri .. invece di rivalutarsi e applicarsi e, mediante opportuno sforzo interno, salire i livelli mentali sino ad uscirne e sbucare nello spirito vero e reale, che non è un dio ma molto di più di un dio tiranno che comanda delle marionette.

Sapere ogni cosa e fondersi e tornare nell'eternità è cosa non solo naturale ma doverosa per chi ha vinto il proprio egoismo personale e ha domato il pensiero mentale e al sua perversa brutalità.
L'eternità siamo noi, ma per riscoprirla ci vuole tempo e molta forza di volontà. seguire e stare vicino, al fianco, di chi ne sa di più, diventa un fattore importante per crescere meglio e prima: ma ci vuole 1 tempo 2 studio e 3 calmo sforzo individuale egualmente, da questi 3 fattori non si sfugge.

Ancheil buddha gotama ebbe parecchi maestri, cosi anche gesu dettoil cristo, ognuno li ebbe, ma la vittoria e la batatglia finale ognuno DEVE POI FARLA DA SE STESSO.

Questo fà paura ia Gonzi e non è possibile a donne vanitose e senza cervello funzionante correttamente, è cosa impossibile per chi è avaro, odioso, calpesta gli altri, fa del male, fà chiacchiere inutili ed è un perditempo e un criticone di bassa lega, chi ruba e ammazza senza motivi, chi compie atti sessuali perversi verso minori e contro la volontà altrui, ecc..
chi si abbandona a droghe, alcol e pensa di sè stesso come un Re su un trono ..quando quel trono lui lo ha eletto al suo Egoismo cieco, chi segue il proprio fantasma personale seguirà l'ego e come dissero dei maestri tibetani a me "costoro vagano per milioni di anni inconsapevoli di chi siano nelle tenebre più oscure".

Sai che oggi posso dirti che è non vero ma molto vero?

Se vuoi emanciparti spiritualmente qui trovi pane giusto per i denti, senza aspettare la Manna dal cielo che t'arriva da un Dio del bene, si, ma che anche lui ha un suo ego e un suo lato dispotico e pessimo, uan sua ignoranza non risolta, perché anche Costui io conosco bene e lui me: e lo conosco per il fronte, per il dentro e sui due lati, quindi ne conosco anche ogni intero o parziale suo pensiero.

E non stò assolutissimamente scherzando, ti dico il vero ma vero più del vero, assoluto vero, che nessuno ne vivente ne non vivente può smentire, perché anche nell'aldilà sono ben noto a molti, anche per il mio Grande Risveglio (infatti tutti ne parlarono di là subito il giorno dopo.. chissà come facevano a saperlo Shocked Smile ).

Tutte queste non per vanto le dico ma per tua conoscenza, per tuo rinforzo nel tuo sperare e nel volere fare emanicpazione e consapevole risalita nella tua stessa Eternità, che il Gotama chiamava il Parinibbana e in altri induismi si chiama Savikalpa (unione con atman) e Nirvikalpa (unione con brahman) e poi anche Sahaja (unione e riconoscimento naturale di egualità tra l'essere relativo diviso in molti aspetti e molti sotto-esseri e l'essere unico assoluto il Brahman).

Io conosco e so perfette fare tutte queste, quindi posso spiegarle nel dettaglio più preciso PER PRATICA PROFONDA, trasmetterle, ed essere allenatore, facendo da appoggio a chi si vuole cimentare e diventare campione di sé stesso!!!
La vera vittoria è riprendere la propria indiscussa origine e originalità ultramondana, oltre all'umano, oltre al non umano e oltre anche al divino astrale dei semidei e allo spirituale dell'atman creativo in azione karmica.

Poiché le religioni, anche le più esperte, hanno coperto il vero innalzando semidei al loro comando, ma questi erano altri ego, raffinati si, di lunga vita si .. ma non L'eterno che vive in ognuno di noi, e che noi stessi con l'ego e la mente abbiamo cacciato giu in una cantina buia e là l'abbiamo chiuso a chiave per non più riconoscerlo e vederlo (e ammetterlo).
A te la scelta, sei libera e ora lo sai.
Ufo secondo me arriverà dove io sono già, su questo ho pochi dubbi, anzi nessuno.
Quindi qualcuno e più di uno c'è su cui tu potrai contare per evolvere dai mondi dualistici del bene contro il male e tornare nel GIUSTO. Vera pace e vera Eternità, grande Forza piena vivente e grande Equilibrio UltraNaturale, dove c'è profumo eterno di rose e di incenso e la paura è morta insieme al suo dubbio.

C'è un solo Dio che il Siva-Brahman ha fatto in verità ma dal suo stesso cuore lo ha estratto.
Per questo è detto che anche lui è Brahman, sol oche è chiamato il krishna-krishna.
Ed entrambi si possono sperimentare e sondare, verificare e apprendere con la PRATICA, la grammatica "da sola" è cosa relativa e pigra, invece, quindi no è il Vero Yoga Supremo che conduce alla Grande Liberazione mediante forza e lunga Nidra meditazione cosciente e ultra cosciente.


  yeah

_________________

«Non c'era la morte allora, né l'immortalità. Non c'era differenza tra la notte e il giorno.
Respirava, ma non c'era aria, per un suo potere, soltanto Quello, da solo. Oltre a Quello nulla esisteva»
avatar
Eroe per Caso
Risvegliato
Risvegliato

Messaggi : 4041
Punti : 12172
Reputazione : 7262
Data d'iscrizione : 06.02.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da cassania il 10/3/2015, 11:30

@U F O ha scritto:
@cassania ha scritto:Caspita, allora non sono proprio imbranata io che mi addormento, visto che pure UFO crolla  quindi c'è speranza anche per me  egypt
A Cassa ma per chi m'hai preso ?   

Per un UFO extraterrestre, appunto, che si applica. 

_________________
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
---

Il pensare è per me un male.
Il non pensare è per me un bene. (DN9 v.18)
---

L'uomo deve elevare sé stesso per mezzo di sé stesso.
Poiché solo egli stesso può essere l'amico o il nemico di sé stesso.(BG)
---

Ogni realtà, materia, sensazioni, percezioni, conoscenza e realtà condizionate non sono me. Non sono mie. Perciò da esse distaccatevi. Quel distacco è pace, che va al di là di ogni legame. (SN 4.16)
---

Lo yogi che ha raggiunto questo Stato sente che non esiste ottenimento più prezioso. (BG)
avatar
cassania
Guru
Guru

Messaggi : 2275
Punti : 7387
Reputazione : 5044
Data d'iscrizione : 22.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da U F O il 10/3/2015, 15:11

Accetto la definizione  .

_________________
"Coloro che hanno superato il vasto oceano,
Lasciando lontano le terre basse,
Mentre altri legano ancora le loro fragili zattere,
Sono salvati dalla saggezza senza eguali."

avatar
U F O
Guru
Guru

Messaggi : 2847
Punti : 7828
Reputazione : 4827
Data d'iscrizione : 28.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Susy il 10/5/2015, 09:26

se chiudessimo gli occhi restando svegli dentro vedremmo

da un maestro yoga su una TV privata
avatar
Susy
Oratore
Oratore

Messaggi : 50
Punti : 127
Reputazione : 69
Data d'iscrizione : 19.07.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Susy il 10/27/2015, 11:09

L'umanità un tempo era ignorante per mancanza di cultura e di esperienze; oggi lo è per contorta cultura, sbagliate comprensioni e esperienze.

_________________
La bellezza di una donna non dipende dai vestiti che indossa né dall'aspetto che possiede o dal modo di pettinarsi.   Audrey Hepburn
avatar
Susy
Oratore
Oratore

Messaggi : 50
Punti : 127
Reputazione : 69
Data d'iscrizione : 19.07.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Fare Nidra

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum