Sono numerosi, a qualsiasi ora del giorno e della notte, soprattutto in gruppo, seduti dentro e fuori dalla Stazione centrale, in attesa di un'incerta destinazione